Cronaca

Adunata Nazionale Alpini: i risultati operativi della Polizia di Stato

Ingenti le risorse messe in campo dalla Polizia di Stato per garantire il regolare ed ordinato svolgimento dell’Adunata Nazionale Alpini 2024 che ha coinvolto, oltre agli operatori territoriali, personale dei Reparti di Rinforzo, Squadre UOPI, Unità Cinofile, Squadre Artificieri, Reparti Prevenzione Crimine ed oltre 20 operatori provenienti da Uffici Investigativi, operatori di Polizia Scientifica e operatori specializzati nei servizi di scorta alle personalità, specificatamente aggregati da altre Questure d’Italia per tutta la durata della manifestazione.

Le persone identificate e i fogli di via

Le persone identificate nel capoluogo Berico in occasione dell’evento sono state 257. Di queste 87 risultavano avere precedenti penali o di polizia a loro carico.

Complessivamente il Questore della Provincia di Vicenza ha disposto 15 Fogli di Via con divieto di ritorno nel Comune di Vicenza per un periodo di 4 anni, a carico di soggetti pluripregiudicati per crimini di natura patrimoniale e provenienti da altre provincie che, pur indossando il cappello tradizionale ed abbigliamento tipico degli Alpini, avevano cercato di confondersi fra la folla con l’intento verosimile di commettere reati.

Adunata Nazionale Alpini: 12 denuncie

Grazie all’intenso lavoro di prevenzione, i reati durante l’Adunata sono stati contenuti. La Questura e l’Ufficio Mobile di Polizia in Piazza Biade hanno registrato solo 12 denunce, un numero ben inferiore a quanto ci si poteva aspettare data l’affluenza di persone. Nonostante questo, la Questura ha già avviato le indagini per identificare i responsabili, anche grazie all’analisi dei filmati del sistema di videosorveglianza cittadino.

Le telefonate al 113

Ingente tuttavia la mole di telefonate pervenute sull’utenza di emergenza 113. Tutte gestite dalla Sala Operativa della Questura di Vicenza che ha raggiunto il numero di 1289 chiamate.

Le operazioni svolte dalla Polizia di Stato

58 pattuglie della Polizia Stradale hanno presidiato le strade principali durante l’Adunata. Sono stati controllati 94 veicoli e 99 persone. Due di queste persone sono state sanzionate per guida in stato di ebrezza e la patente di guida è stata loro ritirata. Inoltre, sono state sequestrate 3 carte di circolazione e sono stati decurtati 58 punti patente in totale.

La Polizia Ferroviaria ha gestito un flusso di viaggiatori stimato in circa 250.000 persone, transitate dalla Stazione di Vicenza, nei tre giorni dell’Adunata, garantendo la sicurezza dei viaggiatori.

Fra gli episodi di particolare rilievo, nella tarda serata di sabato 11 maggio, si è registrata una segnalazione per colpi di arma da fuoco. Episodio registrato nella centralissima Piazza dei Signori. Grazie all’immediato rinvenimento del bossolo esploso, si appurava trattarsi di una pistola scacciacani.

Conclusioni

Sono in corso, grazie a varie fonti di prova, le indagini che potranno consentire l’identificazione dell’autore del fatto che, con tale gesto, avrebbe potuto innescare reazioni di panico generando grave allarme fra i presenti.

Tutte le Forze dell’Ordine hanno creato una Sala Operativa comune all’interno della Fiera di Vicenza per gestire l’evento. La Sala Operativa era in costante contatto con il Centro di Coordinamento Soccorsi (CCS) e ha potuto così rispondere prontamente e in modo capillare a tutte le criticità che si sono verificate durante la manifestazione.

Inoltre, gli operatori delle diverse forze di polizia impiegate nei servizi, oltre ai tradizionali mezzi di comunicazione, si sono avvalsi anche dell’utilizzo di applicazioni informatiche per rimanere costantemente aggiornati sulle fasi della manifestazione e gestire le criticità derivanti.

Vicenza, 13 maggio 2024

Fonte: Questura di Vicenza Ufficio Stampa

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio