Cibo & Vino

No al cibo sintetico

Parte dal Veneto la raccolta firme di Coldiretti – Coldiretti Vicenza pronta a raccogliere le firme dei vicentini per dire NO ai prodotti Frankenstein

È già tutto pronto per dire no al cibo sintetico

e sì ad una sana alimentazione promossa da Coldiretti, Fondazione Campagna Amica, Filiera Italia e World Farmers Markets Coalition su tutto il territorio nazionale, anche nel Vicentino.

Nell’operazione sono coinvolte tutte le articolazioni di Coldiretti Veneto, attraverso i mercati dei produttori e gli uffici periferici, sfruttando le svariate occasioni di presenza capillare dalle manifestazioni alle rassegne dedicate alle tipicità locali.

Chiara Bortolas

“Le multinazionali del latte senza vacche, della carne costruita in laboratorio, del pesce finto, stanno cercando di imporre sul mercato prodotti “Frankenstein” che presto potrebbero avere il lascia passare europeo con le prime richieste di autorizzazione all’immissione in commercio – spiega presidente regionale di Donne Impresa

Per questo è importante l’impegno di tutti, nessuno escluso.

È necessario sensibilizzare i cittadini sui rischi che potrebbero esserci, valorizzando quello che è il nostro pane quotidiano: il cibo naturale”.

“La demonizzazione di bistecche, braciole, prosciutti, salami, formaggi – dice Chiara Bortolas – che hanno dietro milioni di lavoratori europei, coincide in maniera evidente con la propaganda del passaggio a una dieta unica mondiale, dove il cibo sintetico si candida a sostituire quello naturale.

Si tratta infatti di una profonda contraddizione che colpisce le tipicità tradizionali, che hanno bisogno di sostegni per farsi conoscere sul mercato e che rischiano invece di essere condannate all’estinzione mentre la ‘carne Frankenstein’ ottenuta in laboratorio da cellule in vitro è oggetto di forti investimenti.

Dietro il business della carne in provetta si nascondono rilevanti interessi economici e speculazioni internazionali dirette a sconvolgere il sistema agroalimentare mondiale e a minare le basi della dieta mediterranea e di una sana alimentazione che l’Unione Europea a parole difende”.

Vicenza, 22 ottobre 2022

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio
Verified by MonsterInsights