BreganzeCibo & Vino

Breganze: il convegno “Trattiamo-ci bene”

Sabato 25 maggio si terrà a Breganze (VI) il convegno “Trattiamo-ci bene” organizzato dal Consorzio per la Tutela della D.O.C. dei Vini Breganze.

Con la partecipazione di Attilio Scienza, ricercatore, divulgatore e presidente del Comitato Nazionale Vini, Gabriella De Lorenzis e Silvia Laura Toffolatti, docenti del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali – Produzione, Territorio, Agroenergia dell’Università degli Studi di Milano, e Luca Toninato, agronomo, dottore di ricerca e vicepresidente di Enogis.Breganze: il convegno "Trattiamo-ci bene"

Si parlerà di RNAi come alternativa sostenibile per difendere la vite dalla malattie fungine e di strumenti di innovazione digitale per il vigneto.

Il convegno inizierà alle ore 10:00 e si svolgerà nella Cantina Beato Bartolomeo (Sala del Fruttaio), in via Roma 100 a Breganze (VI).

L’ingresso è gratuito con prenotazione necessaria.

Per partecipare è necessaria la prenotazione.

Floriana Pigato Ufficio Stampa
ufficiostampa@agridinamicasrl.com

Agridinamica srl Via XXV Aprile, 13 – 36055 Nove (VI)

0424 400953 – www.agridinamicasrl.com

Agridinamica srl – Chi siamo

DA 15 ANNI AL SERVIZIO DEL MONDO AGRICOLO

La nostra storia inizia nel 2009, quando Agridinamica nasce come azienda di consulenza per la sperimentazione agronomica, diventando presto il primo Centro Autorizzato per il controllo funzionale e la regolazione delle macchine irroratrici riconosciuto dalla Regione Veneto.

Qualche anno dopo si aggiunge lo Studio Tecnico, specializzato nella ricerca e nella gestione di contributi e finanziamenti a fondo perduto per le aziende agricole.

Vivere il settore da agricoltori, non solo come tecnici specialisti, è il nostro punto di forza per comprendere a pieno le difficoltà e le potenzialità che le aziende agricole custodiscono. E restituire, così, ai nostri clienti soluzioni che siano davvero tali.

L’agricoltura ci ha rubato il cuore, ma non amiamo stare fermi. In fondo, proprio per questo siamo Agridinamica. Nel tempo siamo cresciuti costruendo non solo nuovi servizi, ma anche solidi legami con il territorio. Questo ci ha permesso di qualificarci anche nella gestione di progetti di sviluppo rurale, in collaborazione con enti, associazioni e imprese del settore, per promuovere il territorio, le sue attività economiche e i suoi prodotti di qualità.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio