Cibo & Vino

Biblioteca Internazionale “La Vigna”: dall’età dell’oro a patrimonio contemporaneo

Biblioteca Internazionale “La Vigna”: dall’età dell’oro a patrimonio contemporaneo. Storie di cibo con Antonella Campanini

Giovedì 4 novembre alle ore 17.30 si terrà alla Biblioteca Internazionale “La Vigna”, in contra’ Porta S. Croce, 3, a Vicenza, un incontro con la prof.ssa Antonella Campanini, ricercatrice in Storia medievale e docente di Storia dell’Alimentazione all’Università degli studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo.
Avremo modo di dialogare con una delle più originali interpreti della scuola bolognese di Storia dell’alimentazione. I suoi percorsi di ricerca riguardano soprattutto la storia della cucina e della gastronomia italiana medievale e rinascimentale. Profonda conoscitrice delle fonti, ha tracciato in numerose pubblicazioni, In Italia e in Europa, dei percorsi nuovi e suggestivi sulla costruzione dell’identità italiana in cucina.
“Dall’età dell’oro a patrimonio contemporaneo: storie di cibo” è il titolo dell’incontro durante il quale verranno presentati due libri della prof.ssa Campanini: Il cibo. Nascita e storia di un patrimonio culturale e I volti della cucina. Dispute antiche e moderne tra arte e natura.

E’ un nuovo incontro del ciclo LIBER&LECTIO, una serie di incontri culturali promossi dal Consiglio Scientifico della Biblioteca “La Vigna” su temi attuali, ma con radici antiche, a rispecchiare il prezioso patrimonio della Biblioteca, con opere che dal XV secolo arrivano ai giorni nostri.
L’appuntamento viene proposto dal Living Lab attivo presso la nostra biblioteca grazie al progetto cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 “Cities 2030”– Co-creating resilient and susTaInable food systEms towards FOOD2030” che valorozza il ruolo delle città nel processo di transizione verso un sistema alimentare sempre più sostenibile. Il progetto è coordinato dal Dipartimento di economa dell’Universita Ca’ Foscari di Venezia e coinvolge oltre 40 partner provenienti da 19 diversi paesi. Tra questi il Comune di Vicenza e tra i partner associati la Biblioteca “La Vigna”.

I LIBRI DI ANTONELLA CAMPANINI
Il cibo. Nascita e storia di un patrimonio culturale (Carocci 2019)
La nozione di patrimonio applicata all’alimentazione è recente – giuridicamente risale al momento in cui l’UNESCO ha iniziato a categorizzare l’immaterialità – ma, spigolando nel passato (anche remoto) si trovano tracce della sua costruzione. Sin dall’Antichità vi sono autori che si occupano della provenienza dei prodotti alimentari e dei luoghi di eccellenza delle produzioni, attribuendo così quelle che sarebbero in seguito divenute denominazioni d’origine. Il libro propone un excursus storico e letterario nel quale le informazioni che gli autori forniscono sono spesso le stesse, ma le prospettive in cui si pongono risultano differenti, anche molto: alcuni guardano con ironia a quello che appare loro un fenomeno recente, crescente e in qualche caso bizzarro, altri redigono lunghe liste cercando di mettere ordine nella materia e migliorare la reperibilità dei prodotti. Da quest’ultimo filone derivano gli inventari moderni e contemporanei, volti alla salvaguardia e alla valorizzazione di ciò che è diventato – appunto – patrimonio. È il cibo “pensato” quello che qui interessa, oggetto immateriale, esito di azioni dell’uomo che l’hanno reso tale. E, se il cibo diventa un’idea, la storia del cibo e della sua patrimonializzazione può essere considerata una storia delle idee, che descrive non tanto e non solo il cibo in sé, ma piuttosto l’uomo e la sua storia.
I volti della cucina. Dispute antiche e moderne tra arte e natura (Carocci 2021)
La cucina, nel corso dei secoli, si è vista attribuire connotazioni differenti che dipendono da un’annosa disputa: se la cottura e le preparazioni semplici allontanano l’uomo dallo stato ferino e sono dunque percepite normalmente in modo positivo, la ricerca della raffinatezza e il distaccarsi eccessivo dalla natura possono conferire alla cucina stessa un alone negativo, che spesso coinvolge il cuoco che la pratica. Tutto dipende dal valore che si assegna alla natura da una parte e all’intervento dell’uomo dall’altra e, in materia, i punti di vista sono tanti e variegati. Meglio l’alimento più semplice e naturale, o a uscirne vincitore è il cuoco-artista che lo rende, trasformandolo, un’opera nuova e originale? Che cosa fa bene e che cosa nuoce alla salute del corpo e a quella spirituale? Il volume illustra le diverse risposte che tali domande hanno ricevuto nel tempo ricostruendo un fenomeno che investe sì la sfera culinaria ma anche, più in generale, l’uomo e il suo rapporto, mai univoco, con il cibo.

INTERVENTI
Danilo Gasparini, Presidente del Consiglio scientifico della Bibl. Int. “La Vigna”
Antonella Campanini, autrice

Biblioteca Internazionale “La Vigna”

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
In presenza: è richiesta la prenotazione obbligatoria presso la segreteria della Biblioteca Internazionale “La Vigna”: info@lavigna.it |Tel. 0444543000.
In ottemperanza alle disposizioni governative vigenti, previste per tutti i luoghi di cultura italiani (rif. D.L. del 23 luglio 2021), dal 6 agosto l’accesso alla Biblioteca è consentito solo alle persone munite di Green Pass corredato da un valido documento di identità. Le disposizioni non si applicano ai bambini di età inferiore ai 12 anni e ai soggetti con certificazione medica specifica.

Diretta Facebook: la conferenza verrà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook della Biblioteca Internazionale “La Vigna”: https://www.facebook.com/bibliotecalavigna01

www.lavigna.it – info@lavigna.it

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio