Auto & MotoriRosà

Zavagno firma il secondo al Valli della Carnia

Il pilota della Peugeot 208 R2 conquista l’unico podio del weekend per Rally Team mentre Sommavilla, nel produzione, lo accarezza.

Doppia trasferta particolarmente complicata

per Rally Team, reduce da un fine settimana che ha visto la scuderia di Rosà incassare solamente un podio.

Venerdì e Sabato scorsi, in occasione del San Marino Rally valevole per il Campionato Italiano Assoluto Rally e per il Campionato Italiano Rally Terra, la compagine vicentina si presentava sulla pedana di partenza con un Matteo Doretto, in coppia con Andrea Budoia, impegnato nel Campionato Italiano Assoluto Rally Junior alla guida di una Renault Clio Rally5.

Il chilometraggio ridotto e qualche errore di troppo, un dritto nella prima speciale ed una condotta di gara forse troppo accorta mentre puntava alla rimonta, lo hanno penalizzato, vedendolo chiudere in sesta piazza tra le giovani promesse del futuro ed in Rally5, delineando una situazione provvisoria di campionato che lo vede piazzarsi ora in ottava posizione.

Dal tricolore alla Coppa Rally ACI Sport di quarta zona, tra Sabato e Domenica, per un Rally Valli della Carnia che si è rivelato abbondantemente avaro di soddisfazioni, ad iniziare da un Giovanni Toffano che, assieme a Matteo Gambasin su una Skoda Fabia Rally2 Evo di MS Munaretto, si è visto costretto ad abbandonare la compagnia, dopo la due, per problemi fisici.

Un sesto accolto con positività per Matteo Duca, alle note Giorgia Tullio, alla sua seconda apparizione sulla Peugeot 208 Rally4 di Baldon Rally ed autore di due ottimi terzi parziali.

Segnali interessanti e costruttivi per i prossimi appuntamenti con la CRZ di zona quattro.

L’unico ad inserirsi tra i migliori tre,

secondo di classe Rally4 – R2, è stato un ottimo Riccardo Zavagno, con Michele Barison al proprio fianco sulla Peugeot 208 R2 di DS Sport.

Per essere la seconda gara sulla 208 R2 e la prima con DS Sport” – racconta Zavagno – “non possiamo che essere soddisfatti. Il team ha lavorato molto per mettermi a mio agio, trovando il giusto setup.

Con il nostro passo e con tanta testa abbiamo portato a casa un bel secondo di classe. Adesso bisogna imparare per bene la vettura ed iniziare ad aumentare la confidenza.”

Altro boccone amaro da digerire, dopo un Marca lampo, per Diego Ferrarese, in coppia con Michele Visentin, che si è visto appiedato dalla trasmissione della sua Peugeot 106 Rallye gruppo A, messa a disposizione da Galiazzo, quando era in piena lotta per il podio di classe.

Stessa sorte, ritiro sulla terza speciale, che lo ha unito a Roberto Carlo Sbalchiero, con Felice Martini su una Renault Clio 3 in versione Racing Start seguita da Leon Competition, costretto a parcheggiare anticipatamente per un altro cedimento del differenziale.

A riportare il sorriso ci ha provato

Emanuele Sommavilla, alle note Arianna Michelutti su una Peugeot 106 Rallye gruppo N di Team Autocar, quarto tra le N2 ma con il rammarico di aver commesso vari errori che lo hanno privato di un piazzamento sui tre gradini del podio.

Peggio è andata a Gianluca Cella, in compagnia di Janira Chialina su una seconda Peugeot 106 Rallye gruppo N di Team Autocar, brillante nel suo avvio del Sabato e molto vicino ai primi della categoria ma obbligato poi a dare forfait, alla partenza del penultimo impegno della Domenica e dopo aver agganciato il terzo, per un problema di natura tecnica.

Rosà (VI), 20 Giugno 2023

Immagine di Riccardo Zavagno, in azione al Rally Valli della Carnia 2023 (immagine a cura di Mario Leonelli)

Fonte Fabrizio Handel UFFICIO STAMPA
@ contact: press@rallyteam.it
web: www.rallyteam.it

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio