Auto & MotoriBassano

La Leggenda di Bassano: le novità dell’edizione 2024

Ospiti illustri, vetture uniche, nuovi sostenitori e un rinnovato impegno in chiave green – La Leggenda di Bassano.

Cresce l’attesa per La Leggenda di Bassano – trofeo Giannino Marzotto, in programma dal 27 al 30 giugno.

“L’affetto dimostrato verso la manifestazione è straordinario”, confessa Stefano Chiminelli, presidente del CVAE, Circolo Veneto Automoto d’Epoca che da quasi trent’anni organizza la manifestazione.

“Il massiccio numero di richieste da tutto il mondo ci ha imposto di chiudere le iscrizioni in anticipo ed escludere equipaggi con vetture prestigiose, in modo da garantire una corretta turnazione delle auto partecipanti. Una scelta difficile, ma che abbiamo potuto fare in totale fiducia e serenità grazie al clima di amicizia costruito in tanti anni”

La Leggenda di BassanoLa Leggenda di Bassano

Trofeo Giannino Marzotto

Anche quest’anno La Leggenda accoglierà 100 “barchette” d’epoca di altissimo valore storico e collezionistico provenienti da ben 12 nazioni, tra cui Australia e Argentina.

Tra queste sono attese alla partenza da Villa Caffo Navarrini a Rossano Veneto ben quattordici Bentley, un record assoluto per una manifestazione turistico/culturale, oltre a cinque O.S.C.A., quattro Maserati di cui ben due A6GCS e una 300 S, undici Jaguar (con due SS 100 e una C-type al via), due Bugatti, tre Ferrari, tra cui la rarissima Ferrari 225 S Spyder Vignale ex Vittorio Marzotto vincitrice al Gran Premio di Montecarlo nel 1952 – che quell’anno venne corso da vetture Sport – e prima vettura del cavallino a trionfare nel Principato ed una maestosa Mercedes-Benz 720 SSKL del 1930.

L’itinerarioLa Leggenda di Bassano

Quest’anno si snoderà tra Veneto e Trentino, toccando le località più caratteristiche dei rispettivi territori fino a San Martino di Castrozza, tappa centrale delle giornate di venerdì e sabato, con il costante sfondo delle Dolomiti, patrimonio UNESCO. Tra le splendide località attraversate vanno certamente menzionati i passaggi attraverso alcuni dei più spettacolari passi alpini quali il Rolle, Pordoi, Falzarego, Valles e Cima Grappa, per un percorso totale di oltre 400 chilometri.

Il forte legame che da sempre lega La Leggenda di Bassano alla terra che la ospita, cuore pulsante della manifestazione, verrà ancor più evidenziato da una serie di iniziative pensate e messe in atto per rendere più sostenibile l’evento. Grazie alla partnership con l’azienda trentina VAIA, nell’ambito del progetto VAIA events, infatti, le emissioni di CO2 prodotte dalle auto durante i tre giorni di tour verranno compensate attraverso un’attività certificata di messa a dimora di oltre 150 piante di Abete Rosso della Val di Fiemme, il pregiato legno usato da Stradivari e dai più famosi liutai Cremonesi, quasi completamente distrutto dalla violenza della tempesta Vaia del 2018.

Questo momento sarà ulteriormente enfatizzato dall’accompagnamento della cerimonia da parte di un quartetto d’archi diretto dal Maestro Sebastiano Vianello Mirabello.

Sempre in chiave “green”

Va riportata la nuova collaborazione con Ca’ Apollonio Heritage e la sua area di ospitalità con Ristorante Gourmet e Bistrot affiancato dalla cantina vitivinicola Ca’ da Roman, la cui produzione è interamente derivata da vitigni resistenti PIWI e caratterizzata da una metodologia responsabile e sostenibile, dal vigneto al calice.

Infine alcune delle vetture presenti alla manifestazione saranno rifornite sperimentalmente con il bio carburante di Sustain Fuels, azienda partner di ASI Circuito Tricolore, il progetto di comunicazione dell’Automotoclub Storico Italiano per la valorizzazione del territorio Italiano attraverso la passione per il motorismo storico che da quattro anni annovera La Leggenda di Bassano tra le manifestazioni selezionate per rappresentare la federazione in Italia e nel mondo.

Prestigiosi ospiti internazionali

Non mancheranno la leggenda bassanese dei rally Miki Biasion, due volte campione del mondo e storico testimonial della manifestazione, che farà da apripista alla guida di una Dallara Stradale Barchetta messa a disposizione dall’azienda di Varano de’  Melegari, il campione italiano rally 1982 e re della ceramica Tonino Tognana, il calciatore e commentatore sportivo Aldo Serena e l’ingegnera tedesca Laura Kukuk, tra i maggiori esperti mondiali di auto d’epoca.

Confermate anche le partnership storiche:

la maison svizzera Eberhard & Co., main sponsor e official time-keeper della manifestazione che sarà rappresentata dal suo Ambassador Miki Biasion. Poi Pakelo, Dallara, Geminiano Cozzi, Plano, Gruppo Ceccato, La Pria e Per te Assicurazioni. Oltre agli sponsor tecnici Sparco, Battistolli, Victorinox, F.lli Rossi Pneumatici, Poliambulatorio San Gaetano e Gruppo Promotor.

A queste aziende internazionali si uniranno quest’anno:

  • Security Italia, l’azienda di Rossano Veneto leader nel settore della sicurezza,
  • Kent Brushes – dal 1777 la factory inglese produttrice delle migliori spazzole e pettini al mondo
  • La Bassanina, storica distilleria bassanese produttrice delle più amate grappe del mondo.

La Leggenda di Bassano è un evento patrocinato dalla Regione Veneto, dai comuni di Bassano del Grappa e Rossano Veneto. Oltre ai patrocini istituzionali del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, della Cultura, dell’ANCI, della Citta’ dei Motori e della FIVA.

Bassano del Grappa, 22 maggio 2024

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio