Auto & MotoriBassano

La Leggenda di Bassano 2022: parte il conto alla rovescia

La Leggenda di Bassano 2022

è pronta per regalare emozioni

Parte il conto alla rovescia, tante novità in arrivo!

Il Circolo Veneto Automoto d’Epoca organizza la 27esima edizione de “La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto” che si svolgerà a Bassano del Grappa dal 23 al 26 Giugno 2022.

E’ tutto pronto per l’evento, sempre più  internazionale, inserita in ASI Circuito Tricolore con il patrocinio dei Ministeri della Cultura e del Turismo, del Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibili e dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

Attraverserà per più di 400 chilometri le Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO, grazie ad un percorso inedito seguito da auto e ospiti d’eccezione.

Il Circolo Veneto Automoto d’Epoca,

forte dei suoi oltre sessant’anni di storia, organizza la 27esima edizione de “La Leggenda di Bassano – Trofeo Giannino Marzotto” che si svolgerà a Bassano del Grappa dal 23 al 26 Giugno 2022.

E’ iniziato il conto alla rovescia e manca davvero poco per vivere tre giorni… “Leggendari”: solo chi ci sarà potrà raccontarli!

L’evento si conferma unico nel panorama del motorismo storico internazionale, coniugando luoghi incantati, autovetture uniche e piloti straordinari. Il percorso infatti – come da tradizione – si sviluppa per tra le strade e i passi delle Dolomiti, un contesto di pregio naturalistico inserito nel patrimonio dell’UNESCO.

Un punto di forza che contraddistingue La Leggenda di Bassano, inserita in ASI Circuito Tricolore con il patrocinio dei Ministeri della Cultura e del Turismo, del Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibili e dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI).

Si parte come sempre da Bassano del Grappa

e il percorso prevede un primo passaggio ad Asolo – uno dei borghi più belli d’Italia – con tappa in una spettacolare cantina di Valdobbiadene che custodisce opere d’arte moderna tra le sue botti.

Poi spazio alla storia. Prima risalendo il Passo San Boldo – costruito dagli austriaci in tempi di guerra e unico per i suoi tornanti in galleria – poi attraversando Mel, antica sosta delle diligenze con la sua storica locanda dove si respira ancora l’aria dei tempi passati. Veder sfilare i partecipanti con le loro splendide vetture sarà un vero spettacolo, una festa per appassionati e amanti del bello.

Dopo l’arrivo a San Martino di Castrozza – ai piedi delle Pale di San Martino – ci sarà spazio per una cena tipica seguita da una serata dedicata ai drivers con musica dal vivo.

La giornata più lunga sarà il Sabato, con un incredibile percorso ad anello di 230 chilometri pensato per godere della bellezza delle Dolomiti e mostrare agli equipaggi perché sono considerate patrimonio dell’UNESCO. Si riparte passando per Moena, la fata delle Dolomiti.

E poi via, tra verdi prati e incantevoli paesaggi si raggiungono Siusi, Ortisei, Selva in Val Gardena e Canazei. Luoghi magici dove il tempo si è fermato e si respira l’essenza della natura più incontaminata.

Un viaggio da vivere con il vento in faccia,

uno spettacolo per la vista e l’olfatto, da vivere attraverso i Passi più suggestivi e conosciuti: Nigra, Valles, Sella, Fedaia e Rolle. La giornata terminerà quindi in relax con una cena “stellata” sotto lo splendido cielo di San Martino con lo chef Alessio Longhini.

L’evento chiuderà in bellezza Domenica con la tappa a Castel Tesino, crocevia di tradizioni e culture fin dall’antichità: un paesaggio da cartolina circondato da boschi fiabeschi e attraversato da una delle più importanti strade romane, la Via Claudia Augusta Altina.

Dopo una breve tappa alla scoperta dello storico birrificio di Cornale, si torna verso Bassano del Grappa per il gran finale con la sfilata delle auto nella splendida cornice di Piazza Libertà e le premiazioni presso il suggestivo chiostro del Museo Civico.

Questi paesaggi mozzafiato creano insieme ad auto bellissime e ricche di storia un connubio vincente.

Tante conferme sono  già arrivate

e in questa edizione, oltre agli amici appassionati che anno dopo anno vivono l’evento come fosse la prima volta,  c’è grande attesa per la partecipazione degli equipaggi provenienti dai Paesi al di là dell’oceano assenti nell’ultima edizione a causa delle restrizioni dovute alla pandemia.

Tra gli altri, i “Bentley Boys” daranno certamente lustro alla manifestazione grazie alle loro prestigiose auto e al loro spirito aggregante, capace di animare l’evento e renderlo un vero show per entusiasti di auto e non.

A tal proposito, l’obiettivo degli organizzatori è rendere La Leggenda di Bassano sempre più un momento di festa per il territorio e per la Regione Veneto.

Mai come in questa edizione il divertimento e lo spettacolo saranno i veri protagonisti dell’evento, da sempre caratterizzato da un clima di aggregazione e di amicizia.

A partire dalla… testa.

La Leggenda di Bassano 2022 potrà infatti contare su due apripista d’eccellenza: il bassanese “d.o.c.” Miki Biasion, due volte campione del mondo di Rally, e la giornalista Maria Leitner, grande appassionata di auto e volto noto del TG2 Motori.

Tra le tante iniziative in programma, il CVAE con orgoglio può vantare un “evento nell’evento”: una delle celebrazioni ufficiali del 75esimo anniversario dalla fondazione di O.S.C.A. – Fratelli Maserati.

E’ un momento atteso a livello internazionale, impreziosito dalla reunion dei più noti collezionisti e dalla presenza di una selezione speciale delle più belle barchette dello storico Brand di Bologna.

Una scelta in continuità con l’evento svoltosi l’1 giugno presso la Sala Chilesotti del Museo Civico di Bassano del Grappa con ospiti d’eccezione e materiale inedito per ripercorrere la storia del Marchio.

“Come ogni anno non mancheranno le sorprese

grazie a ospiti d’eccezione e alla collaborazione degli sponsor che hanno sempre creduto ne La Leggenda di Bassano, anche nei momenti più difficili degli ultimi due anni – ha sottolineato Stefano Chiminelli, presidente del CVAE e organizzatore de La Leggenda di Bassano –

L’evento vuole quindi essere anche un tributo al territorio e alle persone che hanno sempre dato il proprio supporto: per questo motivo non mancheranno momenti pensati per valorizzare le ricchezze paesaggistiche e culturali che faranno da cornice a questi tre giorni leggendari.

Cresciamo ogni anno e le partecipazioni da 20 Paesi differenti ci dicono che siamo sulla strada giusta. La Leggenda di Bassano è sempre più internazionale”.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio