Auto & MotoriSchio

Historic Club Schio: si apre la stagione dei raduni

Domenica 14 aprile, avvolti da un clima quasi estivo, si è svolta la gita sociale Historic Tour, organizzata dall’Historic Club Schio con l’obiettivo di aprire la stagione dei raduni all’insegna della convivialità, della continua meraviglia per le bellezze naturali, assieme alla passione per i veicoli d’epoca, la storia, la cultura e, perché no, l’eno-gastronomia del nostro territorio.

Quest’anno ben 54 vetture, per oltre un centinaio di persone presenti, si sono riunite in Piazza Vittoria di Arzignano da cui si ammira uno spettacolare panorama che si estende a perdita d’occhio fino ai Castelli di Giulietta e Romeo.

Historic Club Schio: si apre la stagione dei raduni

Grazie alla collaborazione della Pro Loco, si è svolta poi una interessantissima visita guidata del Castello di Arzignano di cui è stata raccontata la storia nel corso dei secoli.

Historic Club Schio

Alcuni dei nostri curiosi equipaggi hanno ammirato la vicina chiesa della Visitazione in stile neoclassico, che ospita due opere di rilievo. La Visitazione di Francesco Maffei ed il Polittico quattrocentesco. Piccola curiosità: la chiesa è stata edificata dove un tempo sorgeva la pieve duecentesca dedicata a Santa Maria.

Dopo questa visita, i partecipanti hanno avviato i motori per guidare su un percorso collinare di rara bellezza. Percorso immerso tra vigne, ulivi e ciliegi, ville d’epoca e castelli. Per raggiungere la Tenuta Maule della zona del Durello per una visita eno-culturale ed un morigerato assaggio.

Favolosa la bellezza architettonica dell’avvenieristica cantina, direttamente proporzionale alla qualità della degustazione proposta.Historic Club Schio: si apre la stagione dei raduni

Anche quest’anno per promuovere il nostro territorio ed inebriarci della sua bellezza, storia e cultura, si è scelto di percorrere uno dei 13 itinerari raccolti nel libro del club “Historic Tour. Emozioni da guidare sulle strade del Veneto”, realizzato con il contributo dalla Regione Veneto. In particolare si è seguito il percorso dei Colli Berici (n°7). Il che ha permesso di attraversare i comuni di Brendola, Arcugnano, San Gottardo e Lapio, con vista sul lago di Fimon.

Si è trattato di una immersione tra i profumi ed i colori di un paesaggio davvero incantevole!

Gran finale col pranzo

Presso la trattoria Zamboni, presidio Slow Food e del gruppo Le Buone tavole dei Berici e Guida Michelin 2024, tra le tavolate, si è chiacchierato in un clima di serena amicizia e grande passione.

Alla fine del pranzo, è stato fatto il punto sui premi che saranno consegnati , il prossimo fine settimana, dall’ASI per le attività svolte nel 2023 dal club.

  • Raduno “Anello del Paradiso” (dedicato alle vetture ante 1940),
  • per i risultati circa l’organizzazione del club
  • per gli eventi culturali quali la conferenza Laverda-Ducati e Alberiamoci,
  • per la collaborazione nel reperire il maggior numero di musei dedicati al mondo dei veicoli d’epoca inseriti nel libro “La strada dei musei – Guida alle collezioni e ai musei di mezzi di trasporto in Italia”.

Con l’occasione dei premi da ricevere dall’ASI, è stata consegnato il Certificato di Identità ASI (cosiddetta targa d’oro) per la sua Audi cabriolet motorizzata con un motore a 6 cilindri, al “nostro

Piero Laverda,

testimone vivente dell’epopea delle motociclette Laverda di Breganze e di cui ha ricordato la realizzazione di una motocicletta, proprio con motore a 6 ciclindri.

Infine i soci si sono salutati dandosi appuntamento al prossimo raduno “Historic nel Medioevo”, previsto per il prossimo 26 maggio.

Filippi Diego

Responsabile Biblioteca Pubbliche relazioni/Stampa Historic Club Schio

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio