Arte, Cultura & SpettacoliMontecchio Maggiore

Villa Cordellina: concerto, i cento anni dalla nascita di Maria Callas

Un concerto teatrale per celebrare i cento anni dalla nascita di Maria Callas. Alle 20.45 di sabato 2 dicembre andrà in scena nel Salone del Tiepolo di Villa Cordellina l’evento “Vissi d’Arte – Maria Callas: vita da soprano”, proposto e organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Montecchio Maggiore.

Alessandra Borin e Matteo Dal Toso

Un appuntamento particolarmente atteso, con la partecipazione del soprano e voce narrante Alessandra Borin e del pianista Matteo Dal Toso, che ha già registrato il sold out. Lo spettacolo vuole condurre il pubblico all’interno dell’emotività di un artista lirico, dietro le quinte di una delle professioni più complesse per l’equilibrio tra corpo e spirito, tra forza e fragilità, e ricordare la vita di Anna Maria Cecilia Sophia Kalogeropoulou, Maria Callas, nata il 2 dicembre del 1923 a New York. Una donna che con il suo temperamento, la sua voce e la sua personalità, ha saputo incantare il pubblico di tutto il mondo.Villa Cordellina: concerto, i cento anni dalla nascita di Maria Callas

Sarà la cantante Alessandra Borin a interpretare, con musica e parole, l’umanità di una diva, ripercorrendone simbolicamente il vissuto artistico ed emotivo. Vicende, pensieri e riflessioni sulla vita da soprano, saranno raccontati attraverso un testo che racchiude anche cenni autobiografici della stessa Callas e alcuni scritti di Remo Schiavo. La musica d’opera che farà da cornice è stata scelta tra quella interpretata dalla Callas durante la sua carriera, brani scritti da compositori come Verdi, Mascagni, Bellini, Cherubini, Puccini e Cilea.

Claudio Meggiolaro

«La serata, nella suggestiva cornice del Salone del Tiepolo di Villa Cordellina, vuole celebrare forse il più grande soprano del‘900, Maria Callas, nei cento anni dalla sua nascita», commenta l’Assessore alla Cultura, Claudio Meggiolaro. «Per la Città di Montecchio Maggiore l’evento rappresenta anche l’occasione ideale per omaggiare la memoria dell’illustre cittadino Remo Schiavo, grande appassionato di lirica, che molto amava e seguiva la carriera della Callas, alla quale dedicò il suo libro “Maria Meneghini Callas veronese e veneziana (1947-1954)”. In continuità ideale con l’approccio del professor Schiavo, lo spettacolo offrirà spunti e punti di vista nuovi sulla vita del grande soprano, il cui percorso artistico e biografico ancora oggi affascina e fa riflettere».

«Questo imperdibile appuntamento è il primo di una serie di concerti che, con decine di altre iniziative natalizie organizzate a Montecchio Maggiore, accompagneranno e allieteranno i cittadini durante il periodo delle feste», aggiunge il Sindaco Gianfranco Trapula.

Marco Billo Marchio e Divisione di Bericaeditrice Srl
www.hassel.it

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio