Arte, Cultura & Spettacoli

Vicenza, “Copa la vecia!” al Teatro Spazio Bixio

C’è una frizzante commedia in lingua veneta, nel prossimo fine settimana, al Teatro Spazio Bixio di Vicenza.  Il titolo è “Copa la vecia!”, con un nipote che, per salvarsi dalla bancarotta, cerca in tutti i modi di sbarazzarsi della vecchia zia che non ne vuole sapere di vendere le sue vigne. E’ proposta dalla compagnia Nautilus Cantiere Teatrale, in prima assoluta sabato 6 e domenica 7 febbraio, alle 21, e si tratta di uno spettacolo colorato, dinamico e spassoso, tratto da “La Zuppiera”, di Robert Lamoureux, per la regia di Piergiorgio Piccoli. Una serie di equivoci e malintesi che coinvolgono personaggi apparentemente assurdi, mettendone in ridicolo quel lato un po’ perfido che è comune a molte figure tipiche della nostra società.

Saranno in scena Gigliola Zoroni, che insieme a Piccoli ha curato l’adattamento della pièce, Daniele Berardi, Laura Milan, Gilda Pegoraro, Paolo Maneschi, Giorgia Casagrande, Francesco Pignatiello, Federico Farsura. Luci e scene a cura di Sergio Baldin. Per quanto riguarda la trama, più in dettaglio, in una famiglia di origini contadine, la proprietà di campi e vigne è stata ereditata da Nena, una vecchia tirchia, irosa e alquanto sbadata. Il fratello Pippo, ultimo erede di capostipiti un po’ troppo spendaccioni, si trova in gravi difficoltà economiche a causa di una malandata fabbrica di rubinetti.

Per salvarsi dalla bancarotta cerca di concludere una mediazione con lo scopo di vendere le proprietà terriere della sorella, ma la vecchia rifiuta, e qui iniziano davvero i guai. La furba e losca cameriera Viviana riesce ad instillare in Pippo e sua moglie l’idea che l’unico modo per venire fuori dal grandissimo guaio sia… far fuori la vecchia! Dopo alcuni maldestri tentativi andati a vuoto, i protagonisti decidono quindi di chiedere l’aiuto di un killer, ma la vicenda si complica ulteriormente causa la visita inaspettata di un misterioso gentiluomo napoletano che viene coinvolto nei piani criminali.

Quanto invece alla compagnia che porta la commedia in scena, Nautilus Cantiere Teatrale nasce nel 2009, a Vicenza, da un pregevole connubio artistico: alcuni attori di esperienza, pluripremiati ai festival nazionali di teatro amatoriale e provenienti da altri gruppi teatrali locali, si incontrano con nuovi giovani elementi di talento che hanno seguito un valido e qualificato percorso di formazione triennale. L’unione fra queste due realtà ha generato un organico fresco, dinamico e capace di affrontare qualsiasi genere teatrale.

L’evento si inserisce nell’ambito della stagione “Mai così vicini”, decima edizione di “Teatro Elemento”, dello spazio off del Comune di Vicenza, affidato per la parte artistica e organizzativa a Theama Teatro. I biglietti sono disponibili a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo presso il Botteghino del Teatro Spazio Bixio, la prenotazione è obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni: www.spaziobixio.com.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio