Arte, Cultura & SpettacoliSchio

Schio: il 3 ottobre a San Francesco la magia dei canti ancestrali lituani

Schio: il 3 ottobre a San Francesco la magia dei canti ancestrali lituani con il gruppo folkloristico MAROS RIJOS

Sarà la chiesa di San Francesco a ospitare il 3 ottobre (ore 16) il concerto del gruppo folkloristico lituano “Maros Rijos”. Un appuntamento che si presenta come un’esperienza unica, condotta dagli artisti Laurita Peleniūtė (voce, shruti box, tamburo) e Tadas Dešukas (violino, mandolino) e che invita a sperimentare i “Sutartinės”, i canti arcaici e polifonici che provengono dal cuore degli antichi lituani.

«Questi canti canonici sono solitamente descritti come “mantra” a causa della loro energia meditativa, sono come lettere dal passato e sono stati iscritti tra i patrimoni culturali immateriali Unesco. “Sutartinės”significa “essere in accordo” su qualcosa, ma anche in pace, in armonia con qualcuno» spiegano i “Maros Rijos”.

Durante il concerto verranno decodificati i canti in un’atmosfera cerimoniale preservando le tradizioni e la cultura lituane e la musica folk ma allo stesso tempo con un approccio nuovo e coinvolgente. L’evento è promosso dal dalla Comunità Lituana in Italia ed è tra gli appuntamenti dedicati al centenario dalla nascita di Marija Gimbutas (1921-1994), archeologa e antropologa lituana che si guadagnò una reputazione di specialista mondiale dell’età del bronzo indoeuropea, del folklore lituano e della preistoria di balti e slavi. Il suo contributo allo studio della cultura matriarcale preindoeuropea è correlato alla tradizione dei sutartinės, che è per lo più amata e preservata dalle donne.

Dopo il concerto seguirà un laboratorio esperienziale condotto dalla dottoressa Stella De Chino, che approfondirà il messaggio che Marija Gimbutas ha lasciato alle donne e gli uomini di oggi. Ingresso gratuito.

Schio: il 3 ottobre a San Francesco la magia dei canti ancestrali lituani
Laurita Peleniūtė

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio