Arte, Cultura & SpettacoliRoana

Roana: “Hoga Zait” è diventato un festival di tutti

Hoga Zait, il tradizionale festival Cimbro del Comune di Roana, è terminato da pochi giorni è ha riscontrato anche per questa edizione un grande successo.

Gli organizzatori e gli amministratori si dichiarano soddisfatti, in particolare l’Assessore al Turismo e Cultura Giulia Mosele:

“-Mi complimento ancora e ringrazio tutti gli organizzatori, le associazioni e i volontari per aver saputo cogliere anche per questa 18^ edizione, il vero senso della manifestazione “Hoga Zait”, facendo conoscere ad un vasto pubblico la nostra storia attraverso le tradizioni, gli usi e costumi cimbri che appartenevano ai nostri avi, trattando temi in grado di unire più generazioni, dai bambini agli adulti fino agli anziani-.”

Le attività proposte infatti, come citato dall’Assessore Mosele, sono state molte e diversificate, in modo da poter raggiungere varie età:

  • I laboratori creativi e di cucina di Consuelo Morello per bambini;
  • Le escursioni guidate e le cacce al tesoro di Asiago Guide per famiglie, giovani e adulti;
  • Gli spettacoli teatrali e musicali, in particolare “Altaburg” di Pierangelo Tamiozzo e “Zelighen Baiblen” curato da Moreno Corà, per tutti
  • Le serate culturali con la proiezione di cortometraggi, presentazioni di libri e conferenze storiche legate al mondo dei Cimbri per adulti e anziani.

Il Consigliere Cesare Azzolini ha poi aggiunto: “- Siamo stati molto soddisfatti del risultato del festival.

Ogni giornata è stata dedicata ad una tematica diversa

che fa parte della nostra storia e della cultura cimbra.

Tutti gli appuntamenti, sia quelli di intrattenimento che quelli culturali, hanno riscosso una grande partecipazione del pubblico.

Ciò significa che è stato raggiunto l’obiettivo di divulgare e ricordare molti aspetti della cultura cimbra.

In aggiunta a questo, abbiamo coinvolto altre isole linguistiche come la Lessinia, il Cansiglio e Luserna, con i quali abbiamo già avuto modo di dialogare in occasione di altri momenti di ritrovo.

Questa loro partecipazione è stata positiva, poiché più si riesce a collaborare e fare squadra, più si riesce a sostenere la cultura cimbra.

Infine  voglio ringraziare l’organizzazione per il grande lavoro svolto, gli uffici comunali, le Pro loco del Comune di Roana, tutti i volontari e le associazioni che hanno partecipato al festival , la Protezione Civile di Roana e la Polizia Locale-.”

In conclusione si può dire che “Hoga Zait” è diventato un festival di tutti, in grado di unire più persone e comunità,molte famiglie si sono ormai affezionate a questa manifestazione e ritornano ogni anno a farci visita per questo speciale appuntamento.

Il festival da sempre abbraccia e accoglie le isole linguistiche sparse in diversi territori italiani e nel mondo.

Si auspica quindi che, anche per il futuro ci siano rapporti di fratellanza con diversi territori accumunati dal senso di appartenenza alla propria cultura e alle proprie radici.

Questo per accettare e condividere le proprie e altrui diversità che divengono accettazione del multiculturalismo.

IAT Roana: tel.0424/694361 – e-mail: chalet@comune.roana.vi.it

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio