Arte, Cultura & SpettacoliAsiago

Premio internazionale Asiago d’arte filatelica

E’ ucraino il francobollo che meglio rappresenta il 2022 dentellato – Asiago

Si tratta della carta valore postale con la quale Kiev festeggiò l’insulto del soldato dell’Isola dei Serpenti alla nave ammiraglia russa Moskova, affondata al largo di Odessa.Asiago

Questa quantomeno la decisione del collegio giudicante del 53° Premio internazionale Asiago d’arte filatelia che al taglio del nastro si è presentato rinnovato al vertice.

Il professor Giovanni Luigi Fontana, presidente dell’Accademia Olimpica e quindi a capo del Premio Asiago.

Il consigliere di Stato Thomas Mathà, presidente dell’Accademia italiana di filatelia e storia postale.

Asiago – E con importante e qualificata giuria formata da:

Sophie Bastide, Raul Berzosa, Giancarlo Bortoli, Ferdinando Camon, Franco Filanci, Giovanni Luigi Fontana, Valter Forte, Daniela Fusco, Carlo Amedeo Giovanardi, Riccardo Guasco, Gianni Letta, Thomas Mathà, Giorgio Migliavacca, Flavio Rodeghiero, Orietta Rossi, Gaetano Thiene.

Con scelte decisamente innovative.

Come quella dell’Asiago della filatelia, di fatto l’Oscar del francobollo, andato, come si è detto, all’ Ucraina per la civile, inedita reazione postale all’aggressione russa.

Realizzata – invece che con il tradizionale ricorso ad armamenti, scene di guerre e simbolismi — con l’immediatezza di un popolaresco gesto di sberleffo alla prepotenza nemica.

gesto immortalato da Boris Groch con un esplicito richiamo all’affondamento dell’incrociatore russo Moskva nell’attacco all’Isola dei serpenti.

“E’ un francobollo che mi ha impressionato”,

ha ammesso il sindaco Roberto Rigoni Stern il quale ha altresì sottolineato come il Premio Asiago d’arte filatelica sia per l’Altopiano un’eccellenza”.

Il Premio ha “saputo esaltare i valori della filatelia in connubio con l’arte, evidenziando le più rilevanti questioni sociali, economiche ed ambientali dei nostri tempi”.

La scultura di Giò Pomodoro, trofeo del Comune di Asiago, è stata ritirata da Andrii Kartysh, console generale dell’Ucraina che ha giudicato il responso del collegio giudicante “un gesto di amicizia e di solidarietà”.

Premio Asiago per l’Ambiente

ad un debuttante in Altopiano, il Sovrano Militare Ordine di Malta che ha ricevuto il riconoscimento per l’emissione Giornata mondiale dell’Ambiente da € 2,20.

Apprezzata l’armoniosa e incisiva composizione di elementi realistici (animali grandi e piccoli, piante e fiori) e simbolici (la sfera terrestre che fornisce loro la base per vivere) con la presenza dell’uomo richiamata solo dal fondo grigio dell’immagine.

Quasi a rappresentare un ambiente che l’uomo compromette ogni giorno di più.

La gradevole ed efficace immagine è dovuta a Tosi Comunicazioni di Milano.

Il riconoscimento è stato ritirato da Nicola Burdiat, direttore delle Poste  dello Smom, che ha saputo rinnovare graficamente e tematicamente la filatelia dei cavalieri di Malta.

Alla Croazia,

che grazie anche a dei designer di grande livello, ha scritto più volto il proprio nome nell’album d’oro del Premio – come ha sottolineato la console Davarka Saric -, è andato l’Asiago turistico per il valore A della serie Giochi dei bambini.

Giocoso e diretto riferimento all’origine del cane dell’antica razza dalmata trasformato Katarina Loncar.

Un autorevole testimonial con tanto di occhiali da sole, turista su una semplice barchetta di carta nel limpido e tranquillo mare della costa dalmata.

A loro volta le due Accademie,

quella Olimpica e quella di Filatelia e Storia Postale, che hanno scelto Asiago per conferire i loro riconoscimenti ispirati rispettivamente:

  • alla cultura e all’innovazione puntando, nell’ordine, su un francobollo d’Italia e su una articolata emissione della Gran Bretagna.

Il francobollo italiano prescelto dall’Accademia di Olimpica è stato apprezzato per gli insoliti contenuti culturali e filatelici espressi attraverso il francobollo B firmato da Marco Ventura.

Francobollo che ricorda il secolo della nascita di Gastone Rizzo, noto come il maestro dei francobolli per averli utilizzati quale innovativo metodo didattico.

Invece che con il sillabario, nelle scuole elementari della Bassa Veronese si studiava con i francobolli, veri o riprodotti su tabelloni, coi quali Rizzo prendeva idealmente per mano gli alunni aiutandoli a muovere i primi passi nel complesso mondo dei numeri e delle lettere dell’alfabeto.

E poi anche della storia,

della geografia, dell’educazione civica, delle scienze e della religione. Giovanni Luigi Fontana, presidente dell’Accademia Olimpica e presidente del Premio- ha paragonato il maestro Rizzo ad un altro mitico maestro: Alberto Manzi.

l Premio è stato ritirato da Serino Eraclio, direttore della Filiale di Poste Italiane di Vicenza.

Asiago – Fari puntati dell’Accademia di filatelia e storia postale

sull’emissione di Royal Mail comprendente quattro esemplari di prima classe e altrettanti da £ 1,85 firmati da NB Studio Sofie Birkin.

Premiata per la creativa, esauriente e audace presentazione dell’ancora troppo spesso perseguitato mondo di omosesuali, lesbiche, bisessuali e transgender.

Un realistico mix di slogan, bandiere arcobaleno e il popolo LGBT in marcia sotto il profilo della regina Elisabetta II, che ha vissuto il passaggio dal rigorismo omofobo.

Causa ancora nel 1954 del suicidio del padre dell’informatica, Alan Turing, alla depenalizzazione dei reati omosessuali nel 1967, al primo gay pride, tenutosi a Londra nel 1972, fino alla grazia postuma a Turing, nel 2013.

“Il francobollo-ha detto Thomas Mathà presidente dell’Accademia di filatelia e storia postale- potrebbe sembrare antico, non è certo più fenomeno di massa ma continua ad essere attuale.”

L’evento è stato ricordato da Poste Italiane

mediante l’uso di uno speciale annullo postale disegnato da Roberta Barolo, la quale si è ispirata al Gheppio, o (Falco tinnunculus), rapace della famiglia falconidae diffuso in Europa, Africa e Asia.

L’annullo della Repubblica di San Marino propone una bella e riuscita veduta di Asiago firmata da Riccardo Guasco, il grafico alessandrino che lo scorso, con la serie celebrativa del cinquantenario dei Medici senza Frontiere fece vincere a San Marino l’Oscar asiaghese della filatelia

Fonte : Danilo Bogoni

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio