Arte, Cultura & SpettacoliMarostica

Marostica: collettiva d’arte e incontro con Christian Greco del Museo Egizio di Torino

Collettiva d’arte a Marostica e incontro con Christian Greco, direttore del Museo Egizio di Torino

Si aprirà sabato 29 luglio alle 17.00, a Marostica, con la  presentazione di Mario Guderzo e Vanni de Conti, la mostra collettiva di pittura, scultura, fotografia e arte digitale.

Mostra nell’ambito dei “Percorsi d’Arte 2023” ospitati nelle sale espositive del Castello Inferiore di Marostica.

Esporranno alcune delle loro opere:

  • Anna Balestrieri, Stefania Basso, Chiara Bertolin, Ivana Bertolini, Renzo Brasco, Emanuele Costantini, Feliciano Dal Pra’, Gildo Dal Toso, Vanni De Conti,
  • Renato De Paoli, Miry Dobrani, Paolo Frigo, Sandro Frinolli, Moreno Gasparetto, Floriano Gheno, Graziano Giovanatto, Cinzia Grandis, Bruna Grigoletti, Valeriano Lessio.
  • Franco Liparota, Ivea Maggian, Tommaso Marcon, Ada Massignani, Franco Melchiori, Bianca Mengotti, Aldo Pallaro, Gino Sambucco, Michela Santoro, Nereo Scanagatta,
  • Sandra Sgaggio, Nico Toniolo, Giuseppe Toscano, Mattia Trota, Patricia Valdivia, Toni Zarpellon, Lina Zenere.

Marostica – La mostra, ad ingresso libero,

sarà aperta fino al 6 agosto, dal martedì alla domenica al mattino dalle 10.00 alle 11.45 e al pomeriggio dalle 15.30 alle 18.00

A chiudere questo appuntamento estivo

con i “Percorsi d’Arte 2023” sarà l’incontro di domenica 6 agosto alle 17.00 in Sala Consiliare del Castello Inferiore di Marostica con Christian Greco, nativo di Arzignano, dal 2014 direttore del Museo Egizio di Torino.

Dopo i saluti istituzionali e l’introduzione di Lina Zenere e Angelina Frison, con il coordinamento di Mariangela Cuman, il noto egittologo presenterà il suo ultimo libro “Alla ricerca di Tutankhamun” (ed. Franco Cosimo Panini, 2023).

Il volume inizia con la riforma religiosa del faraone “eretico” Akhenaten ed esplora i grandi misteri legati a Tutankhamun dalla sua ascendenza alle cause della morte.

Fino a indagare l’impatto che i favolosi oggetti ritrovati nella tomba hanno avuto sull’immaginario contemporaneo.

Al centro, le incredibili vicende che hanno portato Howard Carter nel 1922 al ritrovamento della tomba, il lavoro archeologico grazie al quale gli oggetti diventano reperti, il ruolo dei mass-media e della politica, l’impatto che Tutankhamun ha avuto su tutto il Novecento.

Per informazioni sui due eventi è possibile contattare i numeri: 333 8663849 – 338 1411102

Marostica, 26 luglio 2023

Ufficio Comunicazione Comune di Marostica

Marostica

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio