Arte, Cultura & SpettacoliBassano

Bassano: “Storie di treni”, la presentazione del libro

Sarà presentato anche a Bassano del Grappa il libro illustrato per ragazzi “Storie di treni”, scritto da Camilla Anselmi con le illustrazioni di Sara Scatragli, e rivolto in particolare agli studenti italiani della scuola primaria.

Si tratta di un volume che ha lo scopo di valorizzare il patrimonio di mezzi e uomini delle Ferrovie dello Stato, grazie al quale l’Italia può vantare oggi un’azienda di trasporti su rotaia capace di affermarsi come precursora e punto di riferimento tecnico e organizzativo a livello internazionale.

L’appuntamento bassanese

Fissato per venerdì 26 gennaio alle ore 11.00 presso la scuola primaria Generale Gaetano Giardino di San Vito. Saranno presenti il Sindaco, Elena Pavan, l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Mariano Scotton, il Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e per la Fondazione FS Italiane il Presidente Prof. Andreatta Mons. Liberio e il Direttore Generale Luigi Cantamessa.

L’incontro, di circa un’ora, si aprirà con i saluti dei rappresentanti delle Istituzioni, cui farà seguito l’intervento dell’ing. Cantamessa che illustrerà agli studenti la grande avventura del primo decennale della Fondazione FS insieme ai contenuti e ai valori trasmessi dal libro, un viaggio illustrato attraverso la storia della ferrovia italiana dalla nascita fino ai giorni nostri ricostruito grazie alle fonti d’archivio della Fondazione FS Italiane e agli esemplari storici conservati al Museo Ferroviario di Pietrarsa.

Elena Pavan

“Abbiamo accolto con grande piacere l’iniziativa di Fondazione FS – spiega il Sindaco Elena Pavan – perché offre ai nostri ragazzi la possibilità di scoprire un mondo non sempre conosciuto ma ricco di fascino e di storie che hanno reso grande nel tempo, le nostre ferrovie. Un mondo che deve essere valorizzato, anche attraverso le nuove generazioni, perché rappresenta una valida alternativa di mobilità sostenibile”.

Gli studenti conosceranno la locomotiva Bayard che venne costruita nel 1939, una delle prime a viaggiare in Italia, la carrozza delle Regie Poste, dedicata solo al trasporto della corrispondenza che risale al 1900. La locomotiva soprannominata “Signorina” perché mentre era in movimento ondeggiava come una giovane donna; poi il Treno Reale, la locomotiva elettrica trifase costruita a partire dal 1926 fino ad arrivare ai giorni nostri.

All’organizzazione dell’evento ha contribuito anche l’Associazione Bianchi Servettaz “1833” che si occupa di divulgare nel territorio la storia e la cultura del mondo ferroviario, che per l’occasione ha organizzato una piccola esposizione con fotografie di treni storici, un piccolo diorama in cartoncino raffigurante una Locomotiva a vapore 740, un modello in scala del treno Arlecchino e alcuni cimeli in utilizzo dai capi stazione fino al 2010.

Bassano del Grappa, 25 gennaio 2024

Comune di Bassano del Grappa
Servizi di Staff – Ufficio Stampa

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio