Arte, Cultura & SpettacoliCassola

Auditorium Vivaldi di Cassola: la nuova stagione di spettacoli

Al via la nuova stagione con spettacoli di prosa, per le famiglie e le scuole – Auditorium Vivaldi – Non mancheranno incontri con l’autore e appuntamenti con la musica oltre che un laboratorio di teatro.

Auditorium Vivaldi

È con un’esilarante satira sugli stereotipi femminili di Barbara Foria che l’11 novembre prenderà il via la nuova stagione dell’Auditorium Vivaldi di Cassola. Un cartellone organizzato da Fondazione Aida ets in stretta sinergia con l’amministrazione comunale che si compone di ventuno appuntamenti tra spettacoli di prosa, domeniche dedicate alle famiglie, e mattine di spettacoli pensati alle esigenze di studenti e insegnanti.

“In continuità con la proposta artistica conclusasi a primavera 2023 – spiega Leonardo Sartori, direttore organizzativo Fondazione Aida – la programmazione della nuova stagione sviluppa progettualità che concorrono alla diffusione della cultura teatrale per tutte le età, persuasi che un approccio trasversale sia necessario per la creazione di una comunità consapevole e capace di intendere il valore dell’espressione creativa”.

Aldo Maroso

“La nostra Amministrazione è entusiasta di poter di nuovo alzare il sipario su un altro anno di emozionanti performance – sottolinea il sindaco Aldo Maroso – Ancora una volta Fondazione Aida ha predisposto, per il nostro Auditorium, una selezione di produzioni che spaziano dai classici alle creazioni più innovative, in modo da offrire alla cittadinanza e a tutti gli appassionati una grande varietà di esperienze teatrali. Come sempre cercheremo di puntare soprattutto ai giovani, restituendo al teatro anche la sua funzione civica ed educativa”.

La rassegna di prosa primaria, dal titolo “Stand up” si propone la formula della stand-up comedy con artisti di rilievo nazionale e conosciuti anche da un pubblico non “prettamente teatrale”. Oltre a Euforia di Barbara Foria il pubblico potrà incontrare Debora Villa in Recital di Venti Risate, uno show di pura comicità, dove Debora si accenderà a richiesta dando vita ai monologhi che l’hanno accompagnata nei sui primi vent’anni anni di palco (1 dicembre).
Qual è il significato originario della parola “felicità”? Che cosa c’entrano gli alberi? E i calzini rossi? Perché William James Sidis l’uomo più intelligente della storia ha avuto una vita così infelice? Se lo chiede Roberto Mercadini in Felicità for Dummies (Felicità per negati) il 13 gennaio.

Dopo i successi ottenuti nelle migliori piazze italiane approda a teatro, e tra questi vi è anche il Vivaldi, Trop Secret di Andrea Fratellini che insieme a Zio Tore e ad altri simpatici pupazzi di propria invenzione, trasporteranno il pubblico in situazioni di esilarante comicità, smascherando e giocando con i nostri vizi e le nostre debolezze: un susseguirsi di scene rocambolesche dove sarà impossibile non immedesimarsi e soprattutto non ridere (17 febbraio).

Marta Orlando Favaro

“Anche per questa edizione, il cartellone del Vivaldi sarà fortemente caratterizzato dalla stand up comedy e vedrà, fra i protagonisti, una serie di attori di grande talento che sapranno catturare e divertire il pubblico – prosegue l’assessore alla cultura e alla pubblica istruzione  -. Una particolare attenzione sarà poi dedicata, come da tradizione, alle famiglie e alle scuole. Torneranno infatti gli spettacoli domenicali per i più piccoli, che daranno l’opportunità a genitori e figli di connettersi, creare ricordi duraturi e condividere momenti di gioia e scoperta. Le matinée scolastiche permetteranno invece agli alunni di affrontare, pur con leggerezza, temi civili e sociali molto attuali”.

Auditorium Vivaldi per i ragazzi

Ma dove saranno finite le storie piene di fantasia che il ragionier Bianchi, era solito raccontare al telefono alla sua bimba ogni sera prima che questa si addormentasse? Che fine hanno fatto le dolcissime strade di cioccolato? I saporitissimi palazzi di gelato? Le tabelline paradossali? Con una fiaba in musica, Favole al telefono, dedicata a Gianni Rodari prenderà il via la rassegna dedicata al mondo delle famiglie (10 dicembre). Il giovane pubblico potrà inoltre apprezzare un sempreverde della letteratura per ragazzi come La Bella e la Bestia, una fiaba europea dalle origini antiche, da uno studio su “La Bella e la Bestia” di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont e Pollicino di Perrault in una divertente ed esilarante rilettura teatrale, Pollicino non ha paura dell’Orco (rispettivamente il 3 e 24 marzo).

Non mancheranno poi le drammaturgie originali con La Storia del Lupo Lulù, che vede protagonisti un lupo ed un coniglio pronti a raccontare un’inaspettata storia di amicizia e di crescita (18 febbraio) e Allegro nel mare della musica un divertente viaggio per raccontare ai bambini la storia della musica dalle sue origini ad oggi (21 gennaio).

Sempre per i ragazzi appuntamento con i Pera Toon: Alessandro Perugini è uno dei fumettisti in testa alle classifiche di vendita, amatissimo dal giovane pubblico e a Cassola spiegherà i segreti del suo successo in un incontro che si preannuncia esilarante, almeno quanto i suoi fumetti (la data è in via di definizione).

Teatro Scuola

Sono oltre mille gli studenti che hanno aderito a Teatro Scuola: una proposta che conta sei spettacoli per alunni della scuola dell’Infanzia, Primaria e della Scuola Secondaria di 1° grado. È prevista una doppia replica del GGG, nuovo allestimento di Fondazione Aida che catapulterà i ragazzi nel meraviglioso mondo di Roald Dahl, un’occasione per vivere un sogno ad occhi aperti e liberare la fantasia (30 gennaio), in occasione del Giorno della Memoria andrà in scena Anne Frank di Teatro Telaio, mentre Alice e i diritti delle meraviglie sarà l’occasione per riflettere sui diritti dei minori in concomitanza con la giornata a loro dedicata.
Da quest’anno, per gli spettacoli di Fondazione Aida, i docenti avranno a disposizione schede didattiche stilate da un team esperti in educazione in base alle diverse fasce di età, gli spettacoli sono inoltre riassunti in cinque “parole chiave” (diritti umani, il potere della fantasia, emozioni in musica, crescita personale e sociale, cittadinanza e costituzione).

La mini-sezione

Tra i titoli della mini-sezione denominata “Cogito ergo sum” si segnala Arbeit sul tema del lavoro, il lavoro dei giovani, gli incidenti sul lavoro, lo sfruttamento, la disoccupazione, il precariato, la crisi, una produzione pluripremiata di Teatro Bresci (il 4 maggio) ingresso gratuito.

In questo carosello di eventi ci sarà spazio anche per due eventi di musica, tra questi l’intramontabile Bluespiritualband in Una musica può fare (23 marzo), sempre presente nella stagione del Vivaldi in un sodalizio che dura da ben nove stagioni, e i corsi di teatro di Pippo Gentile, anche questi un sempreverde dell’Auditorium.

Info biglietteria – Biglietti online sul sito www.fondazioneaida.it.

Prosa Stand Up: € 8/10, abbonamento 4 spettacoli € 28,00. Prosa – Cogito ergo sum: € 6/8
Famiglie a teatro: € 4/5 (gratuito per i bambini sotto i tre anni)
Abbonamento 5 spettacoli € 20,00.
Teatro Scuola € 4,5 unico

Musica € 10,00 € 8,00

Prezzo ridotto per over 65, residenti di Cassola e gli iscritti alle Associazioni del territorio.
La biglietteria aprirà un’ora prima dell’inizio dell’evento e ogni mercoledì dalle 16.30 alle 18.30.

Auditorium Vivaldi via Monte Oro 1 San Giuseppe di Cassola

Ufficio Stampa – FONDAZIONE AIDA
www.fondazioneaida.it
facebook.com/fondazioneaida

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio