Animali

Quattrozampeinfiera 2024: il Nord Italia (91%) non rinuncia alle vacanze pet-friendly

L’Osservatorio Quattrozampeinfiera 2024 indaga le abitudini dei pet owner in vacanza.  Il Nord Italia non rinuncia alle vacanze pet-friendly.

Il 91% porta il cane in fiera.

Il 20% ignora le regole di sicurezza legate al trasporto in auto

Secondo l’Osservatorio di Quattrozampeinfiera, c’è una netta crescita tra gli italiani nel nord Italia che preferiscono trascorrere le vacanze in compagnia dei propri animali domestici. L’indagine condotta su 5.000 visitatori della manifestazione Quattrozampeinfiera mette in luce che ben 91% dicono sì alla vacanza pet-friendly.condividendo quindi le loro vacanze con il loro pet.

QuattrozampeinfieraQuattrozampeinfiera 2024

Il 9% che decide di lasciarlo a casa, si rivolge principalmente ai propri parenti (64%) per la gestione dello stesso nei giorni di assenza e solo il 23% affida il proprio animale ad una pensione.

In merito agli spostamenti, ben il 93% degli intervistati preferisce utilizzare la propria automobile, non più del 5% utilizza il treno e solo il 2% l’aereo. Il dato mette in luce la netta discrepanza tra regolamenti esistenti delle compagnie aeree e le reali esigenze sempre crescenti di chi viaggia con cane o gatto.

Risulta quindi più pratico l’utilizzo della propria automobile dove le norme di sicurezza sembrano meno stringenti rispetto ad altri mezzi di trasporto, nonostante le direttive riportate dal comma 6 dell’articolo 169 del Codice della Strada citi: il trasporto degli animali domestici in automobile è concesso solo ed esclusivamente con trasportino (kennel), cintura di sicurezza (per cani e gatti di peso non superiore ai 40 chili) e rete divisoria”.

Secondo l’indagine

Emerge invece che solo il 50% lo protegge con l’apposita cintura, non più del 24% sceglie il trasportino e solo il 14% utilizza la rete divisoria.

Sempre in merito alla sicurezza, il 45% degli intervistati non chiede consigli per l’organizzazione della villeggiatura, solo il 32% si rivolge al veterinario, mentre il 18% consulta siti personalizzati o pagine social e il 5% contatta esperti di settore.

È oltremodo rilevante la noncuranza rispetto alle protezioni agli agenti atmosferici. L’82% non utilizza protezioni solari, quali creme, spray, lozioni… e solo il 67% ripara le zampe del proprio pet dal calore del suolo o dal gelo della neve (l’85% di questi usa creme e il 15% le scarpette protettive).

E la meta preferita?

Il mare, senza alcun dubbio.

Come emerge dai dati, oltre il 65% dei pet owner predilige destinazioni balneari, contro il 27% che opta per mete montane.

Le strutture più gettonate sono gli airbnb con il 33% delle preferenze, contro il 39% che opta per una sistemazione in hotel. Solo il 28% di pet owner sceglie il camping per le vacanze a misura di cane o gatto.

Quali sono i requisiti essenziali che non dovrebbero mancare in una struttura?

Secondo il 69% degli intervistati, risulta essenziale l’accesso illimitato a tutte le aree, il 60% richiede che siano presenti aree sgambamento, mentre il 48% reputa fondamentale la presenza del veterinario in struttura.

Sondando attentamente i desiderata degli intervistati, risulterebbero graditi accorgimenti come: un maggior numero di aree verdi, un kit di benvenuto per il pet e l’eventuale modo di segnalare la presenza di un pet in stanza, onde evitare situazioni spiacevoli.

Emerge inoltre che sugli arenili sarebbe utile inserire docce destinate ai pet, sacchetti deiezioni, appositi cestini e separatori tra gli ombrelloni.

In conclusione

L’indagine sottolinea l’importanza dell’implementazione di una maggiore pet-friendlyness dei mezzi di trasporto e delle strutture ricettive in generale per poter abbracciare un settore, come quello della pet-economy, in costante crescita esponenziale.

Risulta inoltre fondamentale promuovere una maggior attenzione nella programmazione del viaggio e della villeggiatura, una maggiore formazione verso le dotazioni di sicurezza e una più accurata attenzione nella protezione verso gli agenti atmosferici.

Date 2024

Milano, 5 e 6 ottobre

Torino, 9 e 10 novembre

Date 2025

Roma, 8 e 9 febbraio

Padova, 8 e 9 marzo

Napoli, 12 e 13 aprile

quattrozampeinfiera.it – info@quattrozampeinfiera.it

Ufficio stampa Daniela Fabietti

Articoli correlati

Ti potrebbe interessare...
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio