Animali

Massiccio del Grappa: tornata una coppia di aquila reale

E ritornata a volare nei cieli del Massiccio del Grappa, una coppia di aquila reale. Da sempre considerata la Regina del cielo, il suo volteggio con le ali rivolte verso l’ alto a formare una “V” molto aperta.

E uno dei rapaci diurni più affascinanti, con le sue grandi dimensioni, il piumaggio bruno castano, artigli acuminati e becco possente. Ma il dato più importante e la sua impressionante apertura alare enorme che può arrivare addirittura a 2.4 MT, assieme alla sua muscolatura sono il segreto della sua straordinaria abilità in volo.

Addirittura in picchiata può superare i 200 km orari,con le sue acrobazie aeree impressionanti e virate improvvise.  Grande cacciatrice che può sollevare prede piuttosto pesanti, mammiferi e roditori, arrivando fino a 20 kg.

Massiccio del Grappa

Anche nel Montegrappa come un uccello del tuono ha voluto conquistare il suo territorio dove rimane per anni. Da sempre incontrastata e indiscussa, la  Regina di tutti gli uccelli. Un rapace monogamo,una volta formata la coppia rimane fedele per tutta la vita. Si scelgono in volo con uno spettacolare rito nuziale e la sua danza e tra le più elaborate di tutto il regno animale.

Arriva a costruire fino a 12 nidi e a primavera ne sceglie uno e lo rinnova. E che il suo fascino e la sua magia nel cielo di questo grande rapace, continui ad essere uno degli uccelli più amato e ammirato delle Alpi. Anche se purtroppo il suo stato di conservazione rimane inadatto .

Fonte Pianezzola Dino.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio