Provincia

A Marano Vicentino hub del recupero finanziato dal PNRR

L’impianto in costruzione di selezione rifiuti di Vallortigara (Gruppo Hera) è rientrato fra i progetti aggiudicatari dei fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per la linea dedicata a carta e cartone, che consentirà di avviare a recupero 40 mila ton/anno di materiale cellulosico – A Marano Vicentino hub del recupero finanziato dal PNRR

Valenza strategica per un progetto di economia circolare

E’ rientrato nell’ambito dei progetti “Faro” di economia circolare che saranno finanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) l’hub del recupero che Vallortigara Servizi Ambientali sta realizzando a Marano Vicentino.

L’aggiudicazione, che vale circa 0,6 milioni, su un investimento complessivo di circa 5,5 milioni, rappresenta il riconoscimento della valenza strategica di un intervento destinato a dare ulteriore concretezza all’idea di economia circolare.

Vallortigara Servizi Ambientali, sede a Torbelvicino, è una storica realtà attiva nella gestione dei rifiuti industriali nell’area del Veneto occidentale e recentemente è entrata a far parte del Gruppo Hera,

Hub integrato a disposizione delle imprese del territorio

Nell’ambito della realizzazione di un nuovo, ampio, polo di selezione dei rifiuti speciali non pericolosi, il progetto finanziato prevede una linea di selezione per carta e cartone che consentirà di meglio separare carta e cartone dai materiali raccolti dalle aziende clienti, massimizzandone l’avvio a recupero, con un target atteso di 40 mila ton/anno di materiale cellulosico riutilizzabile.

L’impianto, che avrà una capacità autorizzata pari a 100 mila ton/anno, è stato pensato come hub integrato a disposizione del territorio per ottimizzare, anche dal punto di vista logistico, i costi della gestione dei rifiuti generati dalle aziende e fornire un servizio di prossimità che favorisca il rapido reinserimento dei materiali nelle filiere produttive delle cartiere della regione.

Ammessi ai fondi PNRR progetti Gruppo Hera per 130 milioni di euro

Il nuovo impianto di Marano Vicentino rientra nel più ampio ventaglio di progetti del Gruppo Hera che si sono aggiudicati i fondi PNRR dedicati alla Missione 2 Rivoluzione verde e transizione ecologica che forniranno un importante contributo per lo sviluppo sostenibile dei territori serviti.

Si tratta di oltre 130 milioni di euro che finanzieranno progetti di economia circolare (30 milioni per recupero e rigenerazione di materia, come nel caso di Vallortigara), transizione energetica (38 milioni per digitalizzazione e automazione reti elettriche), supporto alla decarbonizzazione (50 milioni per efficientamento energetico e teleriscaldamento) e tutela del territorio (19,5 milioni per l’efficienza delle reti idriche).

Tommasi di Vignano:

“strategia Hera in linea con policy nazionali ed europee di sostenibilità”

“L’aggiudicazione dei contributi PNRR, non sarà solo un potente volano per gli investimenti del Gruppo Hera, spiega Tomaso Tommasi di Vignano, Presidente Esecutivo del Gruppo Hera, “ma è anche motivo di orgoglio.

È infatti la dimostrazione di come la nostra strategia sia perfettamente in linea con le policy nazionali ed europee in tema di sostenibilità. In questo senso è importante sottolineare come i progetti finanziati si collochino nell’ambito del più ampio piano di investimenti del Gruppo Hera e siano finalizzati a cogliere le opportunità del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per promuovere l’economia circolare, accelerare la transizione energetica, rendere le reti idriche ed energetiche più resilienti, anche a fronte dei mutamenti climatici.

Complessivamente il Gruppo Hera ad oggi vede finanziati dal PNRR numerosi progetti, per oltre 130 milioni di euro complessivi, che consentiranno di accelerare gli investimenti sui territori serviti, a partire da Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche e Toscana.

Il Gruppo Hera

è una delle maggiori multiutility italiane e opera nei settori ambiente, energia e idrico, con più di 9.000 dipendenti, impegnati ogni giorno nel rispondere ai molteplici bisogni di circa 5 milioni di cittadini localizzati prevalentemente in Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Toscana e Abruzzo. Quotata dal 2003, è entrata a far parte del FTSE MIB dal 2019 e nel Dow Jones Sustainability Index, World e Europe, dal 2020.

Herambiente,

controllata da Hera, è il leader italiano nel trattamento e recupero dei rifiuti con una base di 97 impianti, fra cui figurano siti di selezione, recupero e separazione rifiuti, strutture di compostaggio e stabilizzazione, biodigestori, termovalorizzatori e centrali a biomasse, trattamenti chimico-fisici, inertizzatori, discariche e piattaforme di stoccaggio e riduzione volumetrica.

La società è certificata ISO 14001 (qualità ambientale), ISO 9001 (qualità), ISO 45001 (sicurezza e salute lavoratori) e ha ottenuto la certificazione EMAS per 19 siti impiantistici, corrispondenti a 30 impianti di trattamento. Tratta circa 6,2 milioni ton. annue di rifiuti e produce, sempre annualmente, circa, 834,4 Gwh di energia elettrica.

Herambiente Servizi Industriali,

controllata da Herambiente, è la più grande realtà italiana focalizzata su trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti industriali, con circa 1 milione di ton./anno di scarti trattati, provenienti da oltre 5.000 aziende clienti.

Vallortigara Servizi Ambientali,

controllata da Herambiente Servizi Industriali, è attiva nella gestione e nel trattamento dei rifiuti industriali, con un radicamento nel Veneto centro-occidentale.

Torbelvicino, 25 gennaio 2023

Direzione Centrale Relazioni Esterne Gruppo Hera

Gruppo Hera

Herambiente

Vallortigara S. A.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button