Cronaca

GDF Vicenza: sequestrate circa 23mila decorazioni natalizie

Contestate sanzioni amministrative fino a un massimo di oltre 50mila euro. – GDF Vicenza: sequestrate circa 23mila decorazioni natalizie

I Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza nei giorni scorsi, in prossimità delle imminenti festività natalizie, hanno intensificato le specifiche attività operative nel settore del contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale finalizzate alla ricerca, prevenzione e repressione del commercio di prodotti contraffatti o non conformi agli standard di sicurezza previsti dalla normativa dell’Unione Europea e nazionale.

In tale contesto i Finanzieri

del Gruppo di Vicenza e della Tenenza di Thiene hanno sequestrato, ai sensi dell’art. 13 della Legge 689/81, complessivamente quasi 23.000 decorazioni natalizie sprovviste delle informazioni minime per la messa in vendita (quali componenti, eventuali allergeni, produttore, importatore e origine, precauzioni d’uso per i più piccoli) da apporre in lingua italiana, ai sensi degli articoli 6, 7 e 9 del Codice del Consumo (D.Lgs. 206/2005).

Specificatamente, i Finanzieri del Gruppo di Vicenza hanno effettuato un controllo presso una delle sedi di una nota catena di supermercati della provincia berica, all’esito del quale sono state rinvenute circa 4.000 decorazioni natalizie prive delle informazioni minime, previste, in particolare, dall’art. 6 del Codice del Consumo.GDF Vicenza

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Thiene, inoltre, nell’ambito di due distinti interventi di polizia economico-finanziaria condotti presso due punti vendita, ubicati nei comuni di Thiene e Sarcedo, di una catena commerciale avente sede legale a Piedimulera (VB), hanno sequestrato complessivamente circa 19.000 decorazioni natalizie destinate al consumatore finale, prive, anche in questo caso, di ogni etichetta illustrativa delle loro caratteristiche, componenti ed origine e, quindi, in violazione alle prescrizioni del richiamato Codice del Consumo.

Nei confronti delle imprese che avevano messo in commercio il materiale sequestrato è stato redatto specifico verbale di contestazione in relazione all’applicazione della sanzione amministrativa, contemplata nell’art. 12 del “Codice del Consumo”, che prevede un massimo edittale fino a circa 26.000 euro.

L’operazione odierna

si inquadra nell’attività della Guardia di Finanza orientata a tutelare il mercato dalla diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa dell’Unione Europea e nazionale, affinché gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza, promuovendo, al contempo, una protezione efficace dei consumatori, soprattutto dei più piccoli, e un mercato competitivo.

I controlli della specie proseguiranno, senza sosta, per tutto il periodo delle festività natalizie con la finalità di evitare l’immissione sul mercato di prodotti non sicuri e/o in violazione delle normative di settore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button