Cultura e Spettacoli

Christian Greco presenta al pubblico la mostra “I creatori dell’Egitto eterno”

Giovedì 22 dicembre alle 18 al Teatro Comunale di Vicenza “I creatori dell’Egitto eterno”. Ingresso libero, su prenotazione

Christian Greco, direttore del Museo Egizio, presenterà al pubblico la mostra “I creatori dell’Egitto eterno. Scribi, artigiani e operai al servizio del faraone” giovedì 22 dicembre alle 18 al Teatro Comunale di Vicenza.

L’evento, ad ingresso gratuito, in programma proprio nel giorno di apertura dell’esposizione allestita in Basilica palladiana fino al 7 maggio 2023, sarà un viaggio attraverso le suggestioni raccontate dalle 180 testimonianze materiali dell’antico Egitto, 160 delle quali conservate e prestate dal prestigioso museo di Torino, il più antico del mondo dedicato interamente alla cultura egizia. La mostra è arricchita da oggetti provenienti, dal Museo del Louvre di Parigi, grazie ad un’importante collaborazione con il dipartimento di egittologia.

“È un’occasione imperdibile quella che offriamo al pubblico grazie alla disponibilità di Christian Greco. La visita alla mostra sarà certamente più apprezzabile per chi potrà ascoltare la narrazione del direttore del Museo Egizio” – annuncia l’assessore alla cultura Simona Siotto.

Il racconto del direttore Greco, curatore della mostra insieme a Corinna Rossi, Cédric Gobeil e Paolo Marini, illustrerà al pubblico la vita quotidiana nell’antico Egitto, con un focus particolare su Tebe, l’odierna Luxor, e Deir el-Medina, il villaggio, fondato intorno al 1500 a.C., dove scribi, disegnatori e artigiani lavoravano per costruire e decorare le tombe dei faraoni nelle Valli dei Re e delle Regine, plasmando l’immaginario dell’antica civiltà nata sulle rive del Nilo.

Per partecipare è necessario prenotare il posto in sala collegandosi al link: bit.ly/3V7YKeA

Oppure chiamare il Teatro Comunale di Vicenza al numero 0444324442 dal martedì al sabato dalle 16 alle 18.

I posti non sono numerati.

Informazioni sulla mostra: www.mostreinbasilica.it

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button