Amici animali

Ginette sul podio di Verona: è il gatto più bello del mondo

La Blu di Russia “Ginette” proveniente dalla Polonia è la star felina 2022, premiata all’Esposizione Internazionale di Verona.

Ad aggiudicarsi il primo posto tra i cuccioli è Kallistè, Sacro di Birmania di San Giovanni Lupatoto

Mantello corto argentato, corpo affusolato e grandi occhi verdi. E’ Ginette Kamari il gatto più bello del mondo 2022. Sul podio di Verona, la micia di 4 anni ha conquistato la giuria internazionale, che non ha avuto alcun dubbio nell’assegnare la medaglia d’oro alla Blu di Russia. Proveniente dalla Polonia, Ginette è un pezzo di cuore per Luigina Bertaglia, allevatrice di Bergamo, che soddisfatta afferma: “è stato amore a prima vista. Quando la vidi in terra polacca nel 2008 me ne innamorai. La sua allevatrice vendeva solo a privati, ma quando si accorse del feeling che nacque tra di noi decise di fare uno strappo alla regola. E così nacque anche la mia passione e il mio desiderio di valorizzare questa meravigliosa razza”.

Accanto a lei, sul podio, una cucciola di soli 5 mesi. Kallistè, una Sacro di Birmania chocolate di San Giovanni Lupatoto. In braccio al veronese Massimiliano Paolettoni. Un amore nato dalla fine di una relazione. “Mi ero appena separato e cercavo una passione tutta mia – spiega Massimiliano -, da un momento di difficoltà è nato l’attaccamento per questa razza dolcissima”.

Per due giorni, sul palcoscenico della Gran Guardia di Verona, si sono alternati leopardati Bengal, ‘chiacchieroni’ Siamesi Orientali, giganti Maine Coon e Norvegesi, nudi Sphynx, ma anche gli ‘introvabili’ Kurilian Bobtail, con la coda a pon pon, e i Ragdoll, che ricordano le bambole di pezza. Star feline sotto gli occhi increduli di migliaia di visitatori. Tantissimi i bambini, pronti a sostituirsi ai giudici e votare, a suon di applausi, il gatto preferito. Dopo due anni di stop, a causa pandemia, l’Esposizione internazionale felina ‘I Gatti più belli del mondo’ ha registrato record di presenze. Verona, sabato 29 e domenica 30 ottobre, si è trasformata nella capitale del regno felino.

All’interno del Palazzo della Gran Guardia, a due passi dall’Arena, anche Kimberly, lo Sphynx peso piuma da 1,8 chilogrammi, e Baimax, il rosso Maine Coon da 12 chili, un peso massimo. E, ancora, Fuzzy, 9 chili di morbidezza per il British acclamato dal pubblico che ha assistito al campionato Enfi e ai ‘ring’, che hanno visti impegnati i giudici Kurt Vlach, Tomoko Vlach, Chiara De Luca e Gianfranco Mantovani, per la prima volta a Verona.

“Un successo che ha confermato quanto questa rassegna sia amata dal pubblico – spiega il presidente del Club Felino di Verona Maria Sole Farinelli -. Tantissime famiglie ma anche giovani, curiosi e appassionati di gatti. Questa manifestazione è per tutti. Vedere l’entusiasmo delle persone, non solo nel conoscere e accarezzare i mici ma anche durante le premiazioni, ci ha riempiti di entusiasmo. Siamo pronti per il prossimo appuntamento, che ci vedrà in Fiera a Padova il 14 e 15 gennaio”.

L’Esposizione Internazionale Felina di Verona è organizzata da Movimento Azzurro – Ecosezione Verona in collaborazione con il Club Felino, sotto legida dell’E.N.F.I. – Ente Nazionale Felinotecnica italiana e con il patrocinio del Comune di Verona. Sponsor Farmina.

Kallistè, una Sacro di Birmania chocolate .
Sul podio anche “Kallistè”, una Sacro di Birmania chocolate di San Giovanni Lupatoto. Una cucciola di soli 5 mesi.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button