Vicenza

Vicenza Making Future 8 e 9 ottobre

L’8 e 9 ottobre in Basilica palladiana laboratori Stem per bambini dai 7 ai 12 anni con il Vicenza Making Future.

Evento promosso da Confindustria Vicenza e sviluppato da Pleiadi in collaborazione con il Comune di Vicenza.

Grazie alla collaborazione del Comune di Vicenza, sarà il salone della Basilica palladiana ad ospitare la seconda edizione di Vicenza Making Future. La due giorni promossa da Confindustria Vicenza per aprire ai giovanissimi, alle famiglie e a tutta la cittadinanza le porte delle materie Stem (science, technology, engineering, mathematics).

L’iniziativa è promossa dall’assessorato all’istruzione in tutte le scuole della città, sempre sensibili a questo tipo di eventi.

L’appuntamento è per sabato 8 ottobre dalle 15 alle 19 e domenica 9 ottobre dalle 11 alle 19.30. Il capolavoro architettonico simbolo del capoluogo vicentino sarà teatro di laboratori, per bambini dai 7 ai 12 anni. Laboratori di scienze matematiche, informatiche, chimiche e fisiche realizzati da Pleiadi.

L’iniziativa è stata presentata oggi nel salone della Basilica palladiana dall’assessore all’istruzione Cristina Tolio, dall’assessore alla cultura Simona Siotto, dalla vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega al capitale umano Lara Bisin e dal ceo di Pleiadi Lucio Biondaro.

“Come assessorato all’istruzione -ha spiegato l’assessore all’istruzione Cristina Tolio

siamo sempre in prima fila nella promozione delle iniziative rivolte ai ragazzi. In questo caso si tratta di un evento innovativo per far conoscere le materie Stem. Materie già portate con ottimo riscontro anche nei centri estivi comunali. Ringrazio quindi Confindustria per aver compreso non solo le esigenze del lavoro, ma anche della scuola. Vediamo ancora che alcune professioni sono appannaggio di pochi, Vicenza Making Future è l’occasione per far avvicinare sempre di più alle materie Stem i nostri ragazzi e soprattutto le ragazze. L’anno scorso si è svolto in piazza dei Signori con grande successo, nonostante alcune piccole difficoltà legate al tempo. Quest’anno, in Basilica palladiana, ci aspettiamo una partecipazione ancora maggiore”.

“Per il valore del progetto abbiamo accettato subito di ospitare Vicenza Making Future nel salone della Basilica

– ha continuato l’assessore alla cultura Simona Siotto -. Una collaborazione quella tra Confindustria e l’amministrazione che conferma ulteriormente la capacità acquisita da Vicenza negli ultimi anni di fare rete tramite la cultura, uno strumento fondamentale di crescita e innovazione per la città”.

“Siamo felici di poter entrare in Basilica con questo progetto e ringraziamo il Comune di Vicenza per questa opportunità straordinaria

– ha affermato Lara Bisin, vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega al Capitale Umano -. Lo scorso anno abbiamo coinvolto ben 4.000 persone tra genitori e soprattutto studenti e studentesse tra gli 8 e i 12 anni a cui questi laboratori sono dedicati. Gli incontri infatti sono pensati per coniugare insegnamento e divertimento, stimolando la curiosità facendo mettere, ai giovanissimi partecipanti, le mani in pasta con la scienza”.

I laboratori saranno sei per massimo 20 partecipanti ogni 45 minuti, ad ingresso libero e con prenotazione obbligatoria (www.makingfuturevicenza.it), e riguarderanno: robotica ed energia solare (laboratorio Solaria), algoritmi (Io, robot), strumentazione scientifica per osservare il micromondo (Eco science), realtà aumentata (Oltre lo specchio), l’alfabeto dei colori (Strade cromatiche), la bussola (Viaggio magnetico).

“L’approccio pratico sperimentale – ha continuato Lucio Biondaro, ceo di Pleiadi –

in grado di coinvolgere le diverse fasce d’età è la metodologia che ci contraddistingue e, come abbiamo visto lo scorso anno, risulta vincente per mostrare le potenzialità di questo territorio. Il fatto di fare rete con Confindustria e i Comuni dimostra la volontà di guardare ai prossimi dieci anni e di credere nel settore industriale della Provincia”.

Piazza dei Signori sarà solo la prima tappa di un tour che, da quest’anno, toccherà anche il resto della provincia. Ovvero Palazzo Festari a Valdagno il 22 e 23 ottobre e la Chiesa di San Giovanni Battista a Bassano del Grappa il 19 e 20 novembre.

Le prenotazioni dei laboratori vengono aperte mercoledì 28 settembre 2022 alle 15, www.makingfuturevicenza.it.

manifesto_100x70_making_future_vicenza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button