Politica

Urso incontra a Vicenza i vertici della Confartigianato Provinciale

“Imprese chiedono solamente di poter lavorare, con meno burocrazia e meno tasse: taglio del cuneo fiscale non è più procastinabile” – Urso incontra a Vicenza i vertici della Confartigianato Provinciale

Il taglio del cuneo fiscale non è più procastinabile, soprattutto alla luce degli attuali rincari energetici e della fiammata inflazionistica. La pressione fiscale è divenuta un freno alla crescita stessa della nostra Nazione: nel nostro programma ci siamo presi degli impegni chiari in materia, dalla riforma dell’irpef con l’introduzione del quoziente incrementale all’estensione della flat tax.

Ma anche detassazione degli straordinari e riduzione delle tasse sui premi di produzione. Inoltre, reintroduzione di un voucher defiscalizzato per i lavoratori, per stimolare un mercato del lavoro che risulta oggi ingessato da uno stillicidio di norme sbagliate iniziato con l’entrata in vigore del decreto dignità”.

Così il Presidente del Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica Sen. Adolfo Urso, già Viceministro con delega al Commercio Estero per otto anni e oggi candidato al Senato per Fratelli d’Italia nei due collegi del Veneto, che oggi a Vicenza ha incontrato il Presidente della Confartigianato provinciale Gianluca Cavion ed il segretario generale Francesco Giacomin.

All’incontro erano presenti i candidati alla Camera dei Deputati per il Partito di Giorgia Meloni Silvio Giovine (uninominale Bassano del Grappa) e Alessandro Urzì (plurinominale Vicenza).

Emerge una richiesta corale ed unanime dalle imprese del Veneto: chiedono solo di poter lavorare, e di farlo alleggerite dalla burocrazia inutile e da una tassazione insostenibile” afferma Urso, che in questi giorni è impegnato in un tour dei distretti produttivi del Veneto, e che poi conclude “Fratelli d’Italia è fieramente un partito produttivista, che saprà dare alle imprese e ai lavoratori le risposte che da tanto tempo attendono”.

Venezia, 19/09/2022

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button