Cronaca

Truffa e deruba un anziano

Denunciata l’autrice – Pochi giorni fa, presso la Stazione dei Carabinieri di Marostica, si presentava un anziano signore, che raccontava la situazione che stava vivendo da oltre un mese.

In pratica aveva conosciuto una donna molto più giovane di lui, di origini nordafricane, che intuendo lo stato di solitudine affettiva in cui versa, si avvicinava con parole gentili, premurose, lo carezzava e gli prometteva un futuro insieme.

Contestualmente, iniziava a chiedergli dei soldi,

simulando uno stato di bisogno in cui purtroppo si trova a vivere. Il 77enne, che vive di una semplice pensione, sin dall’inizio non cedeva alle pressioni della donna, allettato dalla promessa coniugale e ad ogni richiesta, consegnava le poche banconote che custodiva nelle tasche, data la sua abitudine a non tenere mai troppi contanti ma lo stretto necessario per le spese quotidiane.

Col passare del tempo le richieste della donna divenivano quotidiane ed aumentavano di importo. Per la prima volta, l’anziano trovava il coraggio di opporsi alla consegna di denaro, ma la donna, gli sfilava il portafoglio dalla tasca dei pantaloni e si impossessava di tutto il denaro in esso contenuto.

Il giorno successivo dopo essersi fatta consegnare altri soldi, ricorrendo come suo solito ad effusioni quali abbracci, baci e carezze conditi da promesse di convivenza e matrimonio, gli comunicava che l’indomani avrebbe dovuto consegnarle 200 Euro per pagare un debito e, nel breve futuro, ulteriori 500 Euro per altre necessità personali.

Di quanto gli stava capitando,

si confidava con i familiari e solo per assecondare i consigli dei parenti, che avevano notato la presenza costante di questa giovane donna, decideva di presentarsi ai carabinieri.

Il giorno dopo, il nipote dell’anziano, chiamava i militari di Marostica e riferiva che nel primo pomeriggio, la donna si sarebbe presentata a casa del parente.

Nei pressi dell’abitazione della vittima si recava quindi una pattuglia che ben presto notava sopraggiungere, in bicicletta, una donna che poi entrava nell’abitazione del denunciante. Poco dopo usciva e veniva raggiunta dall’anziano che la faceva salire sulla sua auto.

A questo punto,

venivano fermati dai carabinieri che li conducevano in caserma e dove procedevano all’identificazione della nord africana in E. H. E. I. N., classe 75 domiciliata provvisoriamente a Bassano del Grappa.

Interrogata sui motivi della sua presenza in auto con un anziano, riferiva di averlo occasionalmente incontrato poco prima per strada e lui si era proposto di accompagnarla a casa e negava qualsiasi conoscenza o legame affettivo. Nel frattempo, la vittima si accorgeva che la donna si era fraudolentemente impossessata dei 200 euro che custodiva nel portafoglio e che la donna aveva trovato dopo avergli rovistato la camera.

Non contenta, tornava alla carica per farsi consegnare altri soldi e stavolta ancora con la tecnica della seduzione, ma l’uomo non consegnava più nulla. A richiesta dei militari, la donna consegnava quattro banconote da 50 Euro tutte accartocciate, estraendole dalla propria borsa. Per tali fatti la donna veniva deferita all’A.G. per truffa e furto con destrezza.

* “Si rappresenta che la misura è stata eseguita nella fase dell’indagine preliminare e che, per il principio della presunzione di innocenza, la colpevolezza della persona sottoposta ad indagine in relazione alla vicenda per la quale si procede sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna”.

Bassano del Grappa, 24 settembre 2022

L E G I O N E   C A R A B I N I E R I  “V E N E T O”

Compagnia di Bassano del Grappa (VI)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button