Vicenza

Prolungamento del turno notturno della polizia locale

Il sindaco di Vicenza ha voluto incontrare oggi gli agenti di polizia locale in servizio al comando di via Soccorso Soccorsetto a margine del cambiamento che li riguarda che è oggetto di riunioni sindacali e di notizie da parte degli organi di informazione.

Si tratta del prolungamento del terzo turno fino alle tre di notte nei giorni di venerdì e sabato,

voluto dall’amministrazione comunale per dare una risposta alle richieste della cittadinanza, che vede nella presenza della polizia locale sul territorio, anche in orario serale e notturno, un elemento di maggiore sicurezza percepita in risposta al diffuso senso di insicurezza derivante da fenomeni di degrado urbano. Tra questi i bivacchi di persone senza fissa dimora, soprattutto in aree di pregio storico-culturale, l’accattonaggio molesto in centro storico, il micro-spaccio di droga in alcune zone della città.

“Non siete poliziotti e non dovete fare i poliziotti – ha detto il sindaco agli agenti –

ma per i cittadini la vostra presenza, anche in orario serale e notturno, è rassicurante perché la vostra divisa è – e resta – un punto di riferimento. Ormai non solo per le tradizionali funzioni del vigile urbano, per le quali è comunque spesso richiesta dalla cittadinanza una più ampia disponibilità oraria, ma anche come segno della presenza fisica delle istituzioni per il presidio del territorio e la prevenzione dei fenomeni di degrado urbano.

So che il prolungamento del terzo turno è stato accolto con preoccupazione e disagio a causa di alcuni problemi che sono stati segnalati, anche in sede sindacale, e l’amministrazione comunale non ignora, anzi. Proprio ieri, insieme alla giunta, ho inteso dare un mandato chiaro alla delegazione trattante di parte pubblica affinché discuta con le organizzazioni e i rappresentanti sindacali alcuni obiettivi che ritengo prioritari”.

I punti sostanziali sono tre:

la verifica, a tre mesi dall’avvio del nuovo servizio, delle effettive criticità riscontrate nell’attuazione del terzo turno prolungato; la previsione di una quota stabile riservata alla polizia locale in fase di programmazione delle assunzioni a partire dal prossimo anno con l’obiettivo di incrementare progressivamente l’organico e, contemporaneamente, ridurre l’età media del personale in servizio; la disponibilità ad individuare forme di riconoscimento economico a fronte del maggior disagio dovuto all’estensione del terzo turno, come, ad esempio, un intervento sul valore dell’indennità per servizio esterno o, ancor meglio, sulla quota di previdenza integrativa, reperendo le risorse dalle sanzioni del Codice della Strada.

“Oltre a questo – ha aggiunto il sindaco –

mi aspetto che siano risolte in tempi brevi le questioni relative alla sicurezza dei lavoratori – analisi dei rischi e visite mediche in primis – che sono state sollevate dalle organizzazioni sindacali e sulle quali il comandante sta già lavorando. Si tratta di azioni di breve e medio-lungo periodo che devono vedere tutti impegnati per un unico obiettivo: fornire alla cittadinanza un servizio sempre più efficace, che nel caso della polizia locale si traduce anche nella semplice visibilità e presenza sul territorio a beneficio del senso di sicurezza percepita che oggi è sempre più avvertito dai cittadini come parte integrante del benessere e della qualità della vita.

Siate orgogliosi della divisa che indossate e degli ottimi risultati che il nostro corpo di polizia locale continuata ad ottenere. I cittadini che guardano a voi con fiducia non meritano di essere delusi. E l’amministrazione comunale è – e sarà – al vostro fianco, sempre”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button