Provincia

La Polizia celebra il Santo Patrono San Michele Arcangelo

La Polizia di Stato, unitamente alla “173° Airborne Brigade” degli Stati Uniti d’America, domani 29 settembre, alle ore 10,30, festeggerà San Michele Arcangelo; il gemellaggio tra le due Istituzioni si rinnova ogni anno con la celebrazione del Santo Patrono presso la Chiesa di Santa Maria dei Servi, in Piazza Biade – La Polizia celebra il Santo Patrono San Michele Arcangelo

La Cerimonia religiosa sarà presieduta da S.E.R. il Vescovo Beniamino PIZZIOL, alla presenza del Questore Paolo SARTORI, del Comandante USA SETAF – US Army Africa, Gen. Div. Todd R. WASMUND e delle massime Autorità provinciali.

Per l’occasione, all’interno della Chiesa sarà esposta un’icona raffigurante San Michele Arcangelo, a rappresentare la naturale assonanza con la missione assolta, con professionalità ed impegno, da tutti i poliziotti chiamati ogni giorno ad assicurare il rispetto delle leggi, l’ordine e la sicurezza dei cittadini, e che trova la sua sintesi nel motto “Sub Lege Libertas”.

A questo impegno costante la Polizia di Stato unisce l’imprescindibile funzione di soccorso e di assistenza pubblica, rappresentata, nel suo Stemma Araldico, con la doppia fiaccola incrociata.

Il rito liturgico sarà poi seguito dal consueto Family Day: una giornata di incontri, nelle strutture e negli Uffici di Polizia, dedicata ai familiari ed a tutti coloro che sono interessati.

Questura di Vicenza

Comunicato Stampa del 28 Settembre 2022

San Michele Arcangelo viene celebrato dalla chiesa (insieme a San Gabriele e San Raffaele) il 29 settembre.

Il suo nome in ebraico Mi – ka – El significa: “Chi come Dio?” Nell’iconografia, orientale e occidentale, San Michele Arcangelo viene rappresentato come un combattente, con la spada o la lancia nella mano e sotto i suoi piedi il dragone, simbolo di satana, sconfitto in battaglia. Nel Nuovo Testamento (capitolo 12° del libro dell’Apocalisse) S. Michele è infatti presentato come avversario del demonio, vincitore dell’ultima battaglia contro satana e i suoi sostenitori: “Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago… … Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli”.

La tradizione gli attribuisce anche il compito della pesatura delle anime dopo la morte e per questo motivo spesso oltre alla spada, l’Arcangelo tiene in mano una bilancia. Per i cristiani è considerato il più potente difensore del popolo di Dio, del bene contro il male. E a lui sono state dedicate diverse chiese, cappelle e oratori in tutta l’Europa dove spesso è raffigurato in cima a campanili e monumenti come guardiano contro le forze del male.

Proclamato patrono e protettore della Polizia da Papa Pio XII il 29 settembre 1949

per la lotta che il poliziotto combatte tutti i giorni come impegno professionale al servizio dei cittadini. Per l’ordine, l’incolumità delle persone e la difesa delle cose.

Più di 60 località italiane, tra le quali Caserta, Cuneo, Alghero, Albenga e Vasto, lo venerano come Santo patrono, ma S. Michele, oltre che della Polizia di Stato, è protettore di molte altre categorie di lavoratori: farmacisti, doratori, commercianti, fabbricanti di bilance, giudici, maestri di scherma, radiologi.

Si affidano a lui anche i paracadutisti d’Italia e di Francia.

Fonte https://www.poliziadistato.it/articolo/san-michele-arcangelo–patrono-della-polizia-1

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button