Sport

KRAP ASD: urban sports a Schio

Più di 120 bambini e bambine a settembre, per provare il parkour con il campione Italiano.

Da quindici anni ormai l’associazione KRAP ASD promuove gli urban sports a Schio in provincia di Vicenza, con corsi ed eventi aperti a persone tutte le età.

Il parkour,
Template by Pixartprinting

una disciplina sportiva di movimento a corpo libero in ambito urbano ma non solo, è nato in Francia nel 2005, già dal 2008 KRAP ha iniziato a promuovere questa disciplina insegnandola a bambini e bambine dai 5 anni in sù.

Ad oggi il Parkour è praticato da milioni di persone in tutto il mondo, è entrato a far parte della Federazione Internazionale di Ginnastica qualche anno fa, ed esiste un campionato Italiano e Mondiale di questa disciplina.

Ed è proprio in questo campo di gara che Davide Rizzi, giovane atleta di Marano Vicentino, è riuscito ad emergere, Campione Italiano nel 2020, 2021 e 2022, quest’anno ha ottenuto un 4° posto alla parkour world CUP a Montpellier (Francia) ed un 3° posto Parkour world CUP 2022 Sofia (Bulgaria).

Ma la carriera come atleta per Davide non è l’unica occupazione di questa stagione, dal 5 Settembre è impegnato come insegnante nella palestra KRAPANNONE, allo stadio di atletica in Via Riboli per 3 giorni a settimana.

Template by Pixartprinting
Affiancato al presidente, Valentino Di Lauro,

e a due giovani soci, Marco De Toffani e Giovanni Grosset che compongono la squadra di allenatori che quest’anno avrà il compito di trasmettere la passione per questo sport ed il movimento in generale a giovani bambini e bambine, ma anche adolescenti ed adulti.

Non è tutto, l’associazione KRAP quest’anno ha voluto fare un passo incontro a tutti quei giovani e quelle famiglie che dopo due anni di COVID avevano interrotto la pratica sportiva, promuovendo ben 5 settimane di attività completamente GRATUITA, dal 5 Settembre al 7 Ottobre, tutti i Lunedì, Mercoledì e Venerdì c’è la possibilità di praticare il parkour gratuitamente per tutte le persone dai 5 anni in sù.

Questa attività, patrocinata anche dalla Regione Veneto, ha permesso finora a più di 120 bambini ed adulti di ritornare alla pratica sportiva, dopo due stagioni difficili.

L’associazione KRAP è molto soddisfatta dei risultati ottenuti, e motivata per l’inizio della stagione sportiva di allenamenti in palestra, che inizierà ad ottobre e finirà il prossimo Maggio.

Vi lasciamo con le dichiarazioni di Davide e Valentino

Davide Rizzi:

Davide Rizzi

“Sono grato di aver trovato la mia strada per i prossimi anni, in cui ho deciso di dedicarmi agli allenamenti, le gare e l’insegnamento del Parkour, so che non si tratta di una cosa scontata, soprattutto tra i giovani della mia età, adesso mi sento di avere una responsabilità verso i miei sogni/obbiettivi, quindi devo e voglio impegnarmi affinché si realizzino.
Vorrei evidenziare quanto possano essere importanti tutte quelle piccole o grandi realtà sportive per le persone che le frequentano, ho avuto la fortuna di potermi allenare avvicinare ed appassionare a questa disciplina in una delle migliori palestre d’europa, quando avevo solo 14 anni, vorrei ringraziare anche tutte le persone che mi hanno motivato durante questi anni, sicuramente è anche grazie a loro che ho deciso di dedicare questo momento della mia vita a questa disciplina.
I risultati di Davide:
Guinness world record 2019 schiacciata con salto mortale dalla maggior distanza
1 posto nazionali italiani speed 2020 Rimini – 1 posto nazionali italiani style 2021 e 2022 Rimini
Qualificato Red Bull Art of Motion 2021 Grecia
Finalista parkour World Cup 2021 Sofia Bulgaria
4 posto parkour world CUP 2022 Montpellier Francia
3 posto Parkour world CUP 2022 Sofia Bulgaria

Valentino Di Lauro (Presidente di KRAP ASD)

Dopo la pandemia abbiamo riscontrato un calo nella pratica sportiva della nostra disciplina, soprattutto dagli 11 anni in su, pensiamo che sia dovuto a diversi fattori tra cui: paura del covid, perdita di abitudini sportive nelle famiglie, difficoltà economiche che molte famiglie stanno attraversando, per questo abbiamo deciso all’avvio della prossima stagione di proporre un mese di corsi di parkour completamente gratuiti rivolti ai bambini/e e ragazzi/e dai 5 anni in sù, in questo modo pensiamo di poter aiutare le famiglie a riavvicinarsi alla pratica sportiva più facilmente, ed aumentare la fiducia incrementando la partecipazione ai corsi per l’anno successivo.

Il corso di parkour krap, è un modo di muoversi e fare sport innovativo, che permette di approfondire la conoscenza delle proprie capacità, fisiche e mentali, e ti insegna ad affrontare gli ostacoli e le difficoltà, sportive ma anche della vita, ci piace soprattutto vedere come questa disciplina abbia un impatto positivo sui bambini.

Le lezioni della durata di 1 ora sono divise in 10 minuti di riscaldamento, 10/20 minuti di coordinazione e/o potenziamento 20 minuti di tecniche specifiche e 10 minuti finali di defaticamento/stretching, in questo modo vogliamo sensibilizzare ragazzi/e ad un modo sano e rispettoso del proprio corpo di fare sport.

Gli obiettivi del corso, oltre ad acquisire padronanza con le tecniche base della disciplina sono i seguenti: Gestione della fatica, Percezione del proprio corpo, Autodisciplina, Divertimento.

I corsi gratuiti sono proposti con cadenza trisettimanale,

lunedì, mercoledì e venerdì i ragazzi/e dai 6 ai 18 anni saranno divisi in fasce d’età e seguiti da un allenatore per 1 ora, nella palestra comunale “Tensostruttura dello stadio”, in Via Riboli n°9, nella quale sono presenti le attrezzature per la pratica del parkour allestite dalla KRAP, ogni gruppo sarà seguito da almeno 1 allenatore ogni 10 ragazzi, per garantire la sicurezza e l’efficacia dell’insegnamento.

Gli obiettivi del corso, oltre ad acquisire padronanza con le tecniche base della disciplina sono i seguenti:

Gestione della fatica

Imparare un nuovo movimento è una cosa, ma saperlo riprodurre al meglio sotto sforzo è un’altra, la costanza nell’allenamento e le modalità con cui lo si fa possono portare a padroneggiare i le tecniche e saperle sfruttare in qualsiasi ambito, siamo convinti che quando un bambino impara a gestire la fatica nello sport, sarà più motivato anche nelle altre sfide che la sua vita gli propone, come la crescita o la scuola.

Percezione del proprio corpo

È importante per tutti ma soprattutto per un bambino sapere quali sono le potenzialità ed i limiti del proprio corpo, imparare l’equilibrio, la coordinazione e sapersi muovere con sicurezza in qualsiasi ambiente.

Autodisciplina

Vediamo il parkour come una disciplina individuale e freestyle, in cui la competizione non è l’obiettivo finale ma un ulteriore piano di riscontro facoltativo.
Tutto il lavoro di allenamento che porta ad imparare le basi ed a cominciare ad allenarsi autonomamente, porta il bambino ad imparare da solo l’autodisciplina, quali sono gli step da affrontare per imparare un nuovo  movimento.
Avere disciplina significa… sostituire i “dovrei” con i “voglio”, la passione per il parkour e la voglia di progredire facilitano questo processo.

Divertimento

Qual’è la miglior motivazione per fare volentieri qualcosa? “Divertirsi!!” Questo lo sanno bene anche gli adulti, ma i bambini non hanno paura di nasconderlo.
Il parkour è uno sport divertente, nonostante tutti gli ostacoli che ci pone davanti, insieme ai bambini impariamo a schivarli, saltarli o fare una capriola e tornare indietro.
Per promuovere l’iniziativa abbiamo avviato una grande campagna di volantinaggio, affissione di manifesti  pubblicitari ed una campagna sui social network.

Palestra Krapannone

Link approfondimenti:
LA PALESTRA DI KRAP:
http://www.krapannone.com
RISULTATI WORLD CUP SOFIA:
https://ginnasticando.it/2022/09/10/world-cup-sofia-parkour-rizzi-bronzo-demarchi-e-consolini-in-semifinale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button