Cronaca

Controlli Straordinari Interforze Comune di Vicenza

2  ARRESTI in FLAGRANZA di REATO – Il Questore dispone: 1  ESPULSIONE con TRASFERIMENTO al C. P. R. – 3 FOGLI di VIA OBBLIGATORI – 2 ORDINI di ALLONTANAMENTO dal TERRITORIO NAZIONALE – 2 AVVISI ORALI

Si è conclusa nella giornata di ieri una ulteriore fase delle Operazioni di Controllo Straordinario del Territorio disposte con Ordinanza dal Questore della Provincia di Vicenza Paolo SARTORI, in precedenza concordate in seno al Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

Le attività effettuate nei giorni scorsi

si sono concentrate per lo più nelle “aree a rischio” del Capoluogo, anche a seguito di segnalazioni pervenute da alcuni cittadini che hanno denunciato la presenza, presso i giardini di Campo Marzio, di soggetti molesti, che assumerebbero spesso comportamenti inurbani ed a volte anche pericolosi per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Pertanto, pattugliamenti e controlli specifici sono stati effettuati in Campo Marzio, Ponte degli Angeli, Piazza Matteotti, Piazzale Bologna, Giardini Salvi e tutta la zona del Quadrilatero.

Lo scopo di queste attività operative è quello di contrastare, mantenendo una elevata visibilità della presenza delle Forze di Polizia, quei fenomeni di illegalità che causano una diffusa percezione di insicurezza nei cittadini, quali lo spaccio di stupefacenti, i reati contro il patrimonio ed in generale i fenomeni di microcriminalità connessi ai reati di tipo predatorio.

L’intensificazione dei servizi

specie nelle ore pomeridiane e serali – ha consentito di contrastare efficacemente la presenza ingiustificata e, talvolta, illecita di soggetti che, con i loro comportamenti prevaricatori, infastidiscono i residenti ed i passanti, ed arrecano danno ai commercianti della zona.  Costoro, intenti a bivaccare sulle panchine, a consumare alcolici ed a disturbare persone ed attività commerciali, sono stati identificati ed allontanati dal Capoluogo con Misure di Prevenzione Personali disposte dal Questore.

Nel corso delle varie fasi dell’operazione di Polizia – effettuate con l’impiego di circa 25 uomini e donne appartenenti alla Questura di Vicenza, all’Arma dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza, alla Polizia Locale del Capoluogo ed al Reparto Prevenzione del Crimine della Polizia di Stato – sono stati controllate 69 persone, di cui 29 straniere e 24 con precedenti penali e/o di Polizia, nonché 3 Esercizi pubblici.

Al termine delle attività operative, il Questore SARTORI ha adottato i seguenti Provvedimenti:
  • 2 Decreti di allontanamento dal Territorio Nazionale nei confronti di altrettanti cittadini extracomunitari che, durante i controlli, sono risultato irregolari in Italia e con a proprio carico pregiudizi Penali e/o di Polizia. Immediati sono stati gli accertamenti esperiti da parte dell’Ufficio Immigrazione, a seguito dei quali il Questore ha emesso altrettanti Decreti di allontanamento, ordinando agli stranieri di lasciare il territorio entro 7 giorni; in caso non ottemperassero, costoro verranno denunciati alla Procura della Repubblica ed accompagnati coattivamente verso il Paese di origine;
  • 2 Avvisi Orali (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di cittadini italiani e stranieri con precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura contro il patrimonio, contro la persona ovvero per spaccio di sostanze stupefacenti, i quali, a causa dei precedenti a loro carico denotano una spiccata pericolosità sociale;
  • 3 Fogli di Via nei confronti di altrettanti soggetti socialmente pericolosi e che, per di più, non hanno alcun legame con il territorio nel quale sono stati rintracciati, per questo sono stati diffidati a lasciarlo con obbligo di non farvi rientro per un periodo di tre anni;
  • 1 Ordine di Accompagnamento alla Frontiera un cittadino maliano – tale F.M., di 30 anni – privo dei titoli per permanere sul nostro Territorio Nazionale e con a proprio carico numerosi precedenti penali e/o di Polizia per resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali, falsa attestazione e rifiuto di fornire le generalità, è stato trasferito presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Gradisca di Isonzo (GO) dagli Agenti della Questura di Vicenza, e nei prossimi giorni, verrà imbarcato sul primo volo disponibile per essere rimpatriato nel Paese di Origine.
Nell’ambito delle attività di verifica

connesse a questa operazione, inoltre, gli Agenti dell’Ufficio Immigrazione hanno preceduto all’Arresto in Flagranza nei confronti di due cittadini nigerianitali O. M. di 29 anni e A. O. di 26 anni – che si sono identificati utilizzando Passaporti falsi, immediatamente individuati dai poliziotti e suffragati dalla successiva perizia tecnica.

I documenti sono stati sequestrati, e gli stranieri tratti in arresto per l’utilizzo di documento falso valido per l’espatrio e, dopo le procedure del caso, messi immediatamente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

“Questo genere di attività di Polizia di sicurezza sono finalizzate ad evitare che possano radicarsi sul nostro territorio soggetti stranieri pregiudicati, spesso privi del necessario titolo per soggiornare nel nostro Paese, i quali, con i loro comportamenti, destano particolare allarme sociale e compromettono la civile convivenza – ha evidenziato il Questore Sartori – ”.

Questura di Vicenza

COMUNICATO STAMPA del 22 settembre 2022

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button