Vicenza

Proroga del divieto di stazionamento presso Palazzo Chiericati e non solo…

Proroga del divieto di stazionamento sulla scalinata e nel sottoportico di Palazzo Chiericati. A ponte San Michele e lungo i portici di Monte Berico, Vicenza.

Per contrastare episodi di degrado a tutela, in particolare, di luoghi molto frequentati dai turisti, è stato confermato fino a fine anno il divieto di stazionare nel sottoportico e sulla scalinata di Palazzo Chiericati, a ponte San Michele e lungo i portici di Monte Berico.

Il sindaco, infatti, oggi ha firmato l’ordinanza che dispone tale divieto fino al 31 dicembre, valutate le segnalazioni dei cittadini, il disagio dei visitatori rilevato dalla direzione dei Musei civici e gli interventi eseguiti anche nell’ultimo periodo dalla polizia locale.

Da dicembre dell’anno scorso a fine luglio nell’area di piazza Matteotti e Palazzo Chiericati la polizia locale ha effettuato 271 controlli, contestando 448 violazioni al regolamento comunale, in particolare in materia di bivacco, consumo di bevande alcoliche e accattonaggio molesto.

Qui l’ordinanza vieta in modo specifico lo stazionamento sulla scalinata di accesso e sul sottoportico dell’edificio, occupando i gradini, sedendosi o sdraiandosi a terra, e l’utilizzo di skateboard.

Il divieto non si applica a coloro che stazionano in piedi, in fila o in coda per accedere o visitare il palazzo.

A ponte San Michele

nel medesimo periodo sono stati segnalati dai residenti nuovi episodi di schiamazzi serali e notturni e situazioni di degrado. Queste, dovute soprattutto alla presenza di gruppi di ragazzi che bevono e lasciano sporcizia.

In questo caso l’ordinanza vieta lo stazionamento sulle rampe e le balaustre, per consentire la libera fruizione del ponte a turisti. E in particolar modo ai cittadini e tutelare la tranquillità, il riposo dei residenti e il patrimonio culturale e monumentale.

Lungo i portici di Monte Berico,

infine, nell’ultimo periodo ci sono stati otto controlli della polizia locale che hanno prodotto la contestazione di cinque violazioni per bivacco. Oltre agli interventi delle altre forze dell’ordine.

Qui l’ordinanza vieta lo stazionamento effettuato allo scopo di lordare ed occupare in modo improprio, indecoroso e degradante tale percorso.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button