Politica

Programma centrodestra elezioni 2022

Le proposte di Meloni, Salvini e Berlusconi.

Il programma elettorale ufficiale sottoscritto da Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia in vista delle elezioni politiche 2022: ecco le proposte di Meloni, Salvini e Berlusconi.

Si chiama Per l’Italia

il programma elettorale del centrodestra in vista delle elezioni politiche che si terranno il prossimo 25 settembre. A far parte della coalizione saranno LegaFratelli d’ItaliaForza Italia e Noi Moderati, la lista che comprende Udc, Noi con l’Italia, Italia al Centro e Coraggio Italia.

Elezioni politiche 2022: il programma del centrodestra

In vista delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, il centrodestra presenterà un proprio programma di coalizione con i singoli partiti, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia, che poi andranno a pubblicare anche dei propri documenti.

Questi sono le principali proposte contenute nel programma elettorale del centrodestra per le elezioni politiche 2022.

Politica estera
  • Rispetto delle alleanze internazionali e rafforzamento del ruolo diplomatico dell’Italia nel contesto geopolitico.
  • Rispetto degli impegni assunti nell’Alleanza Atlantica, anche in merito all’adeguamento degli stanziamenti per la difesa, sostegno all’Ucraina di fronte all’invasione della Federazione Russa e sostegno a ogni iniziativa diplomatica volta alla soluzione del conflitto.
  • Piena adesione al processo di integrazione europea, con la prospettiva di un’Unione europea più politica e meno burocratica.
  • Tutela degli interessi nazionali nella discussione dei dossier legislativi europei, anche alla luce dei cambiamenti avvenuti nel contesto internazionale, con particolare riferimento alla transizione ecologica.
  • Difesa e promozione delle radici e identità storiche e culturali classiche e giudaico-cristiane dell’Europa.
Salute
  • Contrasto alla pandemia di Covid-19 attraverso la promozione di comportamenti virtuosi e adeguamenti strutturali – come la ventilazione meccanica controllata e il potenziamento dei trasporti – senza compressione delle libertà individuali secondo il principio del convincere per non costringere.
  • Aggiornamento dei piani pandemici e di emergenza, e revisione del Piano sanitario nazionale.
  • Sviluppo della sanità di prossimità e della medicina territoriale, rafforzamento della medicina predittiva e incremento dell’organico di medici e operatori sanitari.
  • Estensione prestazioni medico sanitarie esenti da ticket.
  • Oltre la pandemia: ripristino delle prestazioni ordinarie e delle procedure di screening, abbattimento dei tempi delle liste di attesa.
Energia
  • Ricorso alla produzione energetica attraverso la creazione di impianti di ultima generazione, compreso il nucleare pulito e sicuro, senza veti preconcetti.
  • Transizione energetica sostenibile attraverso l’aumento della produzione dell’energia rinnovabile.
  • Diversificazione degli approvvigionamenti energetici e realizzazione di un piano per l’autosufficienza energetica.
  • Pieno utilizzo delle risorse energetiche nazionali, anche attraverso la riattivazione e nuova realizzazione di pozzi di gas naturale, in un’ottica di utilizzo sostenibile delle fonti energetiche.
  • Sostegno di politiche di price-cap a livello europeo.
Lavoro ed economia
  • Taglio del cuneo fiscale in favore di imprese e lavoratori.
  • Interventi sull’Iva per calmierare i prezzi dei beni di prima necessità e ampliamento della platea dei beni di prima necessità con Iva ridotta. Riduzione Iva sui prodotti energetici.
  • Estensione della possibilità di utilizzo dei voucher lavoro in particolar modo per i settori del turismo e dell’agricoltura.
  • Rafforzamento dei meccanismi di decontribuzione per lavoro femminile, under-35, disabili, zone svantaggiate.
  • Innalzamento del limite all’uso del denaro contante allineandolo alla media dell’Unione Europea.
  • Bonus edilizi: salvaguardia delle situazioni in essere e riordino degli incentivi destinati alla riqualificazione, alla messa in sicurezza e all’efficientamento energetico degli immobili residenziali pubblici e privati.
Pnrr
  • Pieno utilizzo delle risorse del PNRR, colmando gli attuali ritardi di attuazione.
  • Accordo con la Commissione europea, cosi come previsto dai Regolamenti europei, per la revisione del PNRR in funzione delle mutate condizioni, necessità e priorità.
  • Garantire la piena attuazione delle misure previste per il Sud Italia e le aree svantaggiate.
  • Rendere l’Italia competitiva con gli altri Paesi europei attraverso l’ammodernamento della rete infrastrutturale e la realizzazione delle grandi opere (potenziamento della rete dell’alta velocità e ponte sullo Stretto), contro la filosofia del ’no’.
  • Banda ultralarga in tutta Italia.
  • Potenziamento della rete dell’alta velocità per collegare tutto il territorio nazionale dal Nord alla Sicilia (realizzando il ponte sullo Stretto).
  • Difesa delle infrastrutture strategiche nazionali.
Riforme
  • Elezione diretta del Presidente della Repubblica.
  • Piena attuazione della legge sul federalismo fiscale e Roma capitale.
  • Attuare percorso già avvenuto per il riconoscimento delle Autonomie ai sensi dell’art. 116 comma 3 della Costituzione garantendo tutti i meccanismi di perequazione.
  • Semplificazione del Codice degli appalti.
Ambiente e agricoltura
  • Rispettare e aggiornare gli impegni internazionali assunti dal nostro paese per contrastare i cambiamenti climatici.
  • Definizione ed attuazione del piano strategico nazionale di economia circolare in grado di ridurre il consumo delle risorse naturali, aumentare il livello qualitativo e quantitativo del riciclo dei rifiuti, ridurre i conferimenti in discarica, trasformare il rifiuto in energia rinnovabile attraverso la realizzazione di impianti innovativi e sostenibili.
  • Piano straordinario per il rinnovamento delle reti idriche per evitare la dispersione.
  • Programma straordinario di resilienza delle aree del paese a rischio di dissesto idrogeologico con interventi mirati.
  • Rimboschimento e piantumazione di alberi sull’intero territorio nazionale, in particolare nelle zone colpite da incendi o calamità naturali.
  • Salvaguardia del comparto agroalimentare, lotta al nutri-score e all’italian sounding.
  • Rifinanziamento della misura “Più Impresa” a favore dei giovani agricoltori e dell’imprenditoria femminile.
  • Innalzamento dei massimali degli aiuti in regime de minimis per le imprese agricole, allineandoli a quanto previsto negli altri settori economici.
Giustizia
  • Equo processo in tempi rapidi.
  • Riforma della Giustizia: effettività del giusto processo, separazione delle carriere e riforma del Csm.
  • Riduzione di tempi del processo penale e civile.
  • Stop ai processi mediatici e diritto alla buona fama
Sociale e pensioni
  • Sostituzione dell’attuale reddito di cittadinanza con misure più efficaci di inclusione sociale e di politiche attive di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro.
  • Ridefinizione del sistema di ammortizzatori sociali al fine di introdurre sussidi più equi ed universali.
  • Innalzamento delle pensioni minime sociali e di invalidità.
  • Flessibilità in uscita dal mondo del lavoro e accesso alla pensione.
  • Controllo sull’effettiva applicazione degli incentivi all’inserimento dei disabili nel mondo del lavoro.
  • Piano straordinario di riqualificazione delle periferie, anche attraverso il rilancio dell’edilizia residenziale pubblica.
  • Potenziamento di politiche mirate alla piena presa in carico delle persone con disabilità anche attraverso l’incremento delle relative risorse destinate.
Fisco
  • ​​Riduzione della pressione fiscale per famiglie, imprese e lavoratori autonomi.
  • No a patrimoniali dichiarate o mascherate.
  • Abolizione dei micro tributi che comportano eccessivi oneri di gestione allo stato.
  • Pace fiscale e saldo e stralcio: accordo tra cittadini ed Erario per la risoluzione del pregresso.
  • Politiche fiscali ispirate al principio del “chi più assume, meno paga”.
  • Estensione della Flat Tax per le partite Iva fino a 100.000 euro di fatturato, Flat Tax su incremento di reddito rispetto alle annualità precedenti con la prospettiva di ulteriore ampliamento per famiglie e imprese.
  • Via libera anche alla semplificazione degli adempimenti e razionalizzazione del complesso sistema tributario.
  • Rapporto più equo tra Fisco e contribuenti: revisione dell’onere della prova fiscale, riforma del della giustizia tributaria e superamento delle sproporzioni del sistema sanzionatorio.
  • Introduzione del conto unico fiscale per la piena e immediata compensazione dei crediti e dei debiti verso la Pa.
Famiglia
  • Piano di sostegno alla natalità, prevedendo anche asili nido gratuiti, asili nido aziendali, ludoteche.
  • Riduzione dell’aliquota Iva sui prodotti e servizi per l’infanzia.
  • Aumento dell’assegno unico e universale.
  • Agevolazioni per l’accesso al mutuo per l’acquisto della prima casa per le giovani coppie.
  • Sostegno concreto alle famiglie con disabili a carico attraverso l’incremento dei livelli essenziali di assistenza sociale.
  • Sostegno ai genitori separati o divorziati in difficoltà economica.
Sicurezza
  • Adeguamento dell’organico e delle dotazioni delle Forze dell’Ordine e dei Vigili del Fuoco e fattiva collaborazione di questi con la Polizia locale e le Forze armate, per consentire un capillare controllo del territorio.
  • Implementazione della sicurezza nelle città: rafforzamento Operazione Strade Sicure, poliziotto di quartiere, e videosorveglianza.
  • Azioni incisive e urgenti per il contrasto al crescente fenomeno della violenza nei confronti delle donne.
  • Difesa dei confini nazionali ed europei come richiesto dall’Ue con il nuovo Patto per la migrazione e l’asilo, con controllo delle frontiere e blocco degli sbarchi per fermare, in accordo con le autorità del nord Africa, la tratta degli esseri umani.
  • Creazione di hot-spot nei territori extraeuropei, gestiti dall’Unione europea, per valutare le richieste d’asilo.
Cultura e turismo
  • Supporto alla digitalizzazione dell’intera filiera del settore turistico.
  • Tutela e promozione del made in Italy, con riguardo alla tipicità delle eccellenze italiane.
  • Costituzione di reti di impresa del comparto per la promozione e commercializzazione del settore turismo, anche a livello internazionale.
  • Sostegno al settore dello spettacolo e incentivi per l’organizzazione di eventi a livello nazionale.
  • Tutela della nautica e delle imprese balneari: 8.000 km di litorale, 300.000 addetti del settore, un patrimonio che va tutelato.
Scuola e ricerca
  • Piano straordinario per l’eliminazione del precariato del personale docente e investimento nella formazione e aggiornamento dei docenti.
  • Allineamento ai parametri europei degli investimenti nella ricerca.
  • Incentivare i corsi universitari per le professioni STEM.
  • Riconoscere la libertà di scelta educativa delle famiglie attraverso il buono scuola.
  • Favorire il rientro degli italiani altamente specializzati attualmente all’estero.
Sport e giovani
  • Potenziamento degli strumenti di finanziamento per esperienze formative e lavorative all’estero per giovani diplomati e laureati, finalizzate al reimpiego sul territorio nazionale delle competenze acquisite.
  • Supporto e valorizzazione degli enti del Terzo settore e delle associazioni sportive dilettantistiche nell’ottica del principio di sussidiarietà.
  • Reintroduzione e rafforzamento del sistema del prestito d’onore per studenti universitari.
  • Introduzione di borse di studio universitarie per meriti sportivi.

Fonte Money.it – Alessandro Cipolla – 12 Agosto 2022

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button