Montagna Vicentina

Asiago Go Green

Svelate le linee strategiche del progetto per promuovere Asiago tutelando ambiente e natura

“ASIAGO GO GREEN”, IL MANIFESTO DELLA CITTÀ PER UN FUTURO ECOSOSTENIBILE

Il sindaco Roberto Rigoni Stern: «Ai turisti chiediamo di farsi interpreti di questa nuova consapevolezza impegnandosi ad adottare comportamenti rispettosi e responsabili»

Asiago, 16 maggio 2022 – La Città di Asiago presenta il Manifesto di “Asiago Go Green”, il progetto di comunicazione e sensibilizzazione sui valori e sulle azioni innovative messe in atto per promuovere Asiago come meta turistica sostenibile. Le linee guida principali: la cura della città, delle persone e del territorio, che si declinano nei diversi interventi per favorire la riqualificazione urbana, la crescita della comunità e del turismo, lo sviluppo economico. Un percorso di rinnovamento grazie il quale Asiago intende proporsi come laboratorio di sostenibilità, e che trae la propria forza dalla valorizzazione e dalla tutela del patrimonio naturalistico e ambientale, così come dalle tradizioni, dalla storia e dalle tipicità agroalimentari del territorio.

«Il nostro impegno prevede un compenso per tutti: passare da un turismo maturo ad un turismo sostenibile, che significa consapevole, rispettoso, esigente, colto ed economicamente più dotato. Un turismo educato ai valori del luogo. – dice il sindaco della Città di Asiago, Roberto Rigoni SternPer questo abbiamo bisogno di partner e di un coinvolgimento collettivo, è chiaro che l’Amministrazione da sola non può riuscire nello scopo, stiamo costruendo un puzzle che potrà diventare un’opera d’arte, mi piacerebbe che portasse la firma di molti dei miei concittadini, se non di tutti».

il sindaco della Città di Asiago, Roberto Rigoni Stern

PARTNER: Etra – Energia Territorio Risorse Ambientali, multiutility che si occupa della gestione del servizio idrico integrato e della gestione dei rifiuti, e Vi Energia, società che gestisce la distribuzione del calore a favore dei cittadini e delle imprese del territorio comunale di Asiago.

WEBINAR ASIAGO GO GREEN. Già realizzati e diffusi attraverso i nostri canali social i primi 3 webinar di “Asiago Go Green” che sono stati ad oggi visti da oltre 42mila persone e che hanno coinvolto diversi attori del mondo economico e sociale dell’Altopiano. Il primo incontro ha affrontato il tema turismo ambientale, attivo e sostenibile insieme al sindaco della Città di Asiago, Roberto Rigoni Stern, Josep Ejarque, destination manager, Nicola Lobbia, Assessore al Turismo e Attività Ricettive della Città di Asiago, Walter De Cassan, vice- presidente Federalberghi Veneto, e Andrea Rigoni, Hotel Paradiso. Il secondo webinar si è invece concentrato sul tema dell’inquinamento luminoso: il cielo stellato come bene da preservare, con Giampaolo Fusato, Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto, Nicola Lobbia, Assessore al Turismo, Attività Ricettive e Commercio della Città di Asiago, e Stefano Ciroi, ricercatore del Dipartimento di fisica e astronomia dell’Università di Padova. Infine, il terzo appuntamento digitale ha affrontato il tema dei progetti d’impresa sostenibili per rilanciare Asiago come meta tutto l’anno, con Nicola Lobbia, Assessore al Turismo, Attività Ricettive e Commercio della Città di Asiago, Antonio Cantele, imprenditore agricolo ed erborista, Bruno Zago, amministratore delegato di ProGest S.p.A. e Leopoldo Pilati, direttore generale BCC di Verona e Vicenza.

PROGETTUALITÀ. «Abbiamo in programma, inoltre, di coinvolgere le scuole perché il senso di responsabilità di ciascuno va di pari passo con la maturità e la consapevolezza rispetto all’importanza di questi temi. – prosegue il primo cittadino della Città di Asiago, Roberto Rigoni Stern – Le vecchie generazioni hanno commesso degli errori ma non sapevano, oggi noi non possiamo più permetterci di sbagliare».

Il Comune di Asiago metterà inoltre on line a breve una nuova sezione nel sito web istituzionale con l’obiettivo di raccogliere suggerimenti, proposte e idee per coinvolgere direttamente i cittadini e gli ospiti.

Per quanto riguarda le progettualità future tra gli obiettivi c’è quello di reperire fondi dal PNRR: «Va da sé che tutti i progetti futuri – aggiunge Roberto Rigoni Stern – dovranno essere coerenti con quanto sottoscritto nel Manifesto di Asiago Go Green. Il progetto si è inoltre dotato di un marchio che sarà posto accanto allo stemma comunale per tradurre l’identità green della località e porterà valore alle iniziative cui verrà affiancato».

LE LINEE STRATEGICHE DI “ASIAGO GO GREEN”. Ruotano intorno al concretizzarsi di comportamenti sempre più rispettosi per l’ambiente, ma anche alla capacità di attrarre nuovi talenti e investimenti unendo innovazione e tradizione. “Asiago Go Green” prevede il coinvolgimento del terzo settore, degli attori economici del territorio, di scuole e Università, dei singoli cittadini per lo sviluppo di un modello di governo basato sulla collaborazione e sull’inclusione in ottica sempre più sostenibile.

Turismo sostenibile. Riguarda le azioni che l’Amministrazione comunale intende realizzare per aumentare la visibilità e l’attrattività turistica e internazionale della Città di Asiago attraverso la valorizzazione del patrimonio naturalistico, dei luoghi d’interesse come musei e fondazioni. Tra le iniziative: la riqualificazione degli impianti sciistici, la valorizzazione dei Sentieri Tre Monti, il progetto La delle Malghe, le Malghe come patrimonio dell’Unesco, il nuovo Park Camper, percorsi ciclo pedonali e ciclabili, ampliamento del Golf Club, Skyscape per sensibilizzare intorno al fenomeno dell’inquinamento luminoso, percorso Osservatorio – Centro di Asiago.

Capitale sociale e del bene-essere. Politiche del welfare, della lotta ai cambiamenti climatici, dell’educazione ambientale: l’obiettivo è creare una connessione sempre più forte tra il Comune e la comunità per mettere in atto politiche volte al miglioramento della qualità della vita nel suo complesso. Tra le iniziative: centro sportivo Morar, nuovo Ospedale, Plastic Free Onlus: raccolta dei rifiuti, Patto per la Qualità dell’Aria, politica sui rifiuti, borse di studio Agraria.

Riqualificazione urbana e ambientale. Ad iniziare dal Piano di Mobilità Sostenibile che comprende le azioni di “Smart Mobility” per ridurre l’impatto ambientale, diminuire la congestione del traffico, aumentare la sicurezza e la qualità urbana delle strade. Il centro storico di Asiago assume un ruolo nodale per lo sviluppo della città.  Tra le iniziative: tutela del torrente Ghelpach, La Roggia e valorizzazione del Museo dedicato all’Acqua, riqualificazione energetica, nuovo park interrato nella zona tra via Trento Trieste e via Verdi, sostituzione dei sottoservizi, progetto biogas sostenibile, il progetto Resilienza per l’interramento della linea di media tensione per una rete elettrica a prova di black-out.

Natura e habitat. Azioni a tutela della biodiversità per garantirci un futuro “verde”: certificazione FSC per valorizzare le foreste e il legname locale, progetto di rimboschimento dopo Vaia del parco Mille Pini

Tipicità. A sostegno delle eccellenze agroalimentari di Asiago, forte elemento identitario con importante valenza economica che rappresentano uno strumento formidabile di promozione in ottica green. Tra le iniziative: valorizzazione dei prodotti De.co, nuove aree di coltivazione (la rossa di Asiago/fungaia), certificazione biologica di Pascoli e Malghe, politica di internazionalizzazione Consorzio Formaggio Asiago.

Foto di copertina: da sinistra: Diego Rigoni consigliere delegato al Patrimonio, Malghe e Boschi, Nicola Lobbia assessore al Turismo, Roberto Rigoni Stern sindaco, Monica Gios assessore all’Ambiente, Chiara Stefani consigliere delegata al Verde Pubblico e Parchi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button