Provincia

Aperto al traffico il nuovo ponte sul Guà

Aperto al traffico il nuovo ponte sul Guà lungo la strada Montorsina.

Rucco: “Collegamento strategico. Stiamo ridisegnando la viabilità dell’ovest vicentino”

Il nuovo ponte della Montorsina è aperto al traffico. Alle 15 di oggi è stato tagliato il nastro che ha dato il via al passaggio delle auto. Un’inaugurazione veloce ma molto partecipata, a testimonianza che questo momento era davvero atteso da tutto l’ovest vicentino.

Presenti il presidente della Provincia Francesco Rucco e il consigliere provinciale con delega alla viabilità Davide Faccio, una nutrita rappresentanza dei consigli comunali di Montecchio Maggiore e Montorso, tra cui i vicesindaci Claudio Meggiolaro e Annalisa Zordan, il sindaco di Arzignano Alessia Bevilacqua, il consigliere regionale Milena Cecchetto, rappresentanti delle associazioni di categoria dei mandamenti locali. E poi Magda Dellai, presidente di Vi.Abilità che ha gestito i lavori, progettisti e aziende che hanno concretamente realizzato il ponte.

Il nuovo ponte della Montorsina è un’opera della Provincia di Vicenza che l’ha finanziata con 1,6milioni di euro.

Siamo a cavallo tra Montorso e Montecchio Maggiore, in una delle arterie che già in condizioni “normali” è un collegamento strategico tra Comuni e aree produttive, attraversata quotidianamente da residenti e lavoratori dell’ovest vicentino. Un collegamento che diventa fondamentale ora che il ponte di via Battaglia a Montecchio Maggiore è chiuso per i lavori della Tav e che l’area è interessata anche da altri cantieri, primo fra tutti quello della Pedemontana.

“Si sta ridisegnando la viabilità dell’ovest vicentino -ha dichiarato Rucco- ci sono grandi infrastrutture in realizzazione e in via di completamento. La Pedemontana permetterà spostamenti più veloci verso nord, ma stiamo lavorando come Provincia, con i Comuni, perché diventi occasione per rendere più fluida e scorrevole anche la viabilità locale. D’altra parte ci troviamo in un territorio con aree produttive tra le più importanti d’Italia, che necessitano di una viabilità efficace e in grado di facilitarne lo sviluppo.”

“L’inaugurazione di oggi -ha affermato Faccio- è il risultato del lavoro di squadra tra Provincia, Comuni, Vi.Abilità, aziende e progettisti, ed è stata fondamentale la collaborazione e la pazienza di cittadini e imprenditori, che hanno subito i disagi della chiusura, ma che adesso possono godere di un’infrastruttura sicura e moderna. Ed è solo il primo di altri lavori che metteranno in sicurezza tutta la strada.”

Il nuovo ponte: dati tecnici

Il nuovo ponte è ad arco con altezza massima di circa 5 metri. E’ in metallo e pesa circa 136 tonnellate. Ha una lunghezza netta di circa 33 metri e larghezza di 13,40 metri. Ospita una carreggiata stradale con due corsie di marcia da 3,25 metri e banchine da un metro, a cui si affiancano una pista ciclabile bidirezionale in sede separata di larghezza pari a 2 metri sul lato di valle e un marciapiede di larghezza 1,5 metri sul lato di monte, separati dalla sede stradale da barriere stradali.

La struttura ad arco, senza pile in alveo, dà anche una risposta alle criticità idriche, facilitando il deflusso delle acque.

I tempi di realizzazione

Per risalire alla richiesta di un nuovo ponte bisogna andare indietro di qualche decennio.

La strada della Montorsina, e i suoi ponti, sono nati per esigenze di campagna, ben lontani dal traffico che sono chiamati a sopportare oggi.

Solo recentemente, però, la Provincia ha avuto la disponibilità economica per eseguire l’opera e, grazie alla sinergia tra la parte politica e quella tecnica, della Provincia, di Vi.Abilità e delle aziende, si è arrivati in velocità dal progetto alla realizzazione del ponte.

Il cantiere è stato aperto nel giugno dello scorso anno con le opere preliminari. A fine luglio è stato demolito il vecchio ponte, in evidente stato di degrado e con pile di sostegno che rappresentavano un vero e proprio ostacolo al deflusso delle piene. A inizio marzo è stato posato il nuovo ponte e in seguito sono state eseguite le opere complementari. Giovedì 12 maggio sono state eseguite le prove di carico, fase finale di controllo prima dell’apertura al traffico il giorno successivo.

Si stanno completando anche i lavori sulla pista ciclabile e sul marciapiede, che saranno aperti nelle prossime settimane.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button