Provincia

Grisignano di Zocco: l’Antica Fiera del Soco riparte

Grisignano di Zocco: l’Antica Fiera del Soco riparte, sarà revocata la messa in liquidazione

Martedì 5 aprile il passaggio formale in Consiglio Comunale per ufficializzare il riavvio

L’Antica Fiera del Soco riparte. Lo farà prima di tutto dal punto di vista giuridico attraverso l’srl Antica Fiera del Soco, società partecipata al 100% dal Comune di Grisignano di Zocco, per la quale sarà revocata la messa in liquidazione: la decisione sarà discussa e votata formalmente dal consiglio comunale in programma martedì 5 aprile. A quel punto tornerà operativa la società deputata ad organizzare il grande evento grisignanese: la più antica e popolare fiera del Veneto, che dunque tornerà ad accogliere operatori e visitatori il prossimo settembre, dopo due anni di sospensione a causa della pandemia.

«Finalmente è arrivato il momento tanto atteso da tutti qui a Grisignano e non solo – commenta con soddisfazione il sindaco, Stefano Lain -. Dopo il doveroso stop imposto dal Covid, non vediamo l’ora di ripartire. L’uscita formale dallo stato di emergenza stabilito dal Governo ci consente finalmente di programmare il futuro in un quadro di maggiore serenità».

La messa in liquidazione della srl era stata decisa per evitare inutili sprechi di risorse pubbliche: erano stati onorati e portati a chiusura i contratti con dipendenti e fornitori, quindi si erano chiuse tutte le spese di gestione. Ora finalmente l’attività potrà ripartire a pieno regime: «Ma il nostro impegno nel frattempo non è mai venuto meno – sottolinea Lain -. Anche in questi anni di fermo della Fiera, infatti, come amministratori e consiglieri abbiamo mantenuto sempre vivi i contatti con i nostri partner e ci siamo attivati per organizzare altri piccoli e grandi eventi attivando belle sinergie con le associazioni e i Comuni dei territori vicini, a cominciare da quelli del Distretto Regionale dello Street Commerce».

L’Antica Fiera del Soco, però, ha un altro spessore. E l’amministrazione di Grisignano è fermamente determinata a proporre in settembre un’edizione della ripartenza che non tradisca le grandi aspettative e i ricordi ancora vividi del passato più recente, quando il paese attirava in una settimana di manifestazione centinaia di migliaia di visitatori: «Saremo operativi anche formalmente nel giro di pochi giorni – assicura  Lain -. Verrà nominata una compagine amministrativa di altissimo profilo, che si impegnerà perché la Fiera in settembre ritorni con le sue tradizioni ma anche con le costanti innovazioni che l’hanno sempre contraddistinta, oggi più che mai determinanti per proiettarsi verso il futuro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button