Sport

Curling storico bronzo per l’Italia ai Mondiali

Curling storico bronzo per l’Italia ai Mondiali di Las Vegas!

L’impresa è compiuta. Per la prima volta nella sua storia l’Italia maschile di curling sale sul podio dei Mondiali e si conquista una splendida medaglia: fantastico il bronzo conquistato dalla Nazionale tricolore sul ghiaccio di Las Vegas con i padroni di casa americani sconfitti 13-4 nella finale per il terzo posto. Dopo l’oro olimpico di Constantini-Mosaner a Pechino, il 2022 si conferma un anno magico per il curling italiano.

Contro gli Stati Uniti, l’Italia allenata da Claudio Pescia ha portato infatti sul ghiaccio un’altra prestazione formidabile centrando la decima vittoria nel torneo, record assoluto. Un risultato difficile da pronosticare alla vigilia a coronamento di mesi e anni di duro lavoro con un movimento cresciuto sempre più fino a togliersi questa enorme soddisfazione.

Nettissimo il successo contro la formazione dello skip Dropkin: Joel Retornaz (Fiamme Oro), Sebastiano Arman (Aeronautica Militare), Simone Gonin (Aeronautica Militare) ed Amos Mosaner (Aeronautica Militare) nella partita decisiva hanno iniziato fortissimo con 4 punti nel primo end. Al secondo la risposta avversaria con due punti e, nel terzo, la mano rubata dagli statunitensi prima che gli azzurri piazzassero a loro volta due punti nel quarto per poi rubare la mano nel quinto. Il 7-3 dell’intervallo lascia sereni: al punto a stelle e strisce del sesto end Retornaz e compagni rispondono con 6 punti nel settimo end. Dopo una mano nulla, gli Stati Uniti alzano bandiera bianca e la festa tricolore può cominciare.

Foto credit: WCF

Curling

Sarà che richiama la tradizione e quei pomeriggi d’estate trascorsi da nonni e papà giocando a bocce sulla spiaggia. O sarà che dalle Olimpiadi Invernali di Torino 2006 nulla è stato più come prima. C’è che in Italia, oggi, il curling lo conoscono davvero tutti. Quattro contro quattro, con le squadre che si sfidano facendo scivolare sul ghiaccio pesanti pietre di granito levigate, dette “stone”, verso un’area di destinazione, la “casa”, contrassegnata da tre anelli concentrici. Un gioco di tattica e strategia a cui aggiungere precisione chirurgica ed altissima sensibilità: non bastano infatti le capacità del singolo, ma serve una perfetta intesa di squadra per riuscire a coniugare al meglio, con una comunicazione efficace, mente fredda e braccia caldissime. I nervi saldi e il polso fermo, prima e durante il lancio; l’occhio attento e i movimenti rapidi, quando c’è da menare la scopa. Sport completo: per tutti, ma non da tutti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button