Sport

EYOF Invernali: doppietta azzurra nei 1500 metri di short track

EYOF Invernali: doppietta azzurra nei 1500 metri di short track con Loreggia d’oro e Previtali d’argento

Inizia alla grande la trasferta azzurra in Finlandia dove si sta svolgendo il Festival Olimpico della Gioventù Europea Invernale. Nella Vuokatti Arena a conquistare le prime medaglie è lo short track: i velocisti azzurri hanno dato spettacolo conquistando una splendida doppietta nella gara dei 1500 metri con Alessandro Loreggia (C.P. Pinè) oro in 2’21″247 davanti al compagno e portabandiera azzurro Lorenzo Previtali (Sport Evolution), argento con il tempo di 2’21″837.

Previtali aveva raggiunto la finale vincendo la sua batteria nei quarti e chiudendo in seconda posizione la semifinale; percorso netto invece per Loreggia che ha vinto quarti e semifinale prima di mettere la firma nella finale da medaglia. Buoni piazzamenti poi anche al femminile dove Viola Simonini (Bormio Ghiaccio) e Margherita Betti (C.P. Pinè) hanno raggiunto la Finale A dei 1500 metri chiudendo poi rispettivamente al 5° (2’28″575) e 6° posto (2’29″357) .

Short Track
Venticinque anni di storia a tutta velocità, sul filo dei centesimi, graffiando il ghiaccio senza voltarsi mai. Accolto alle Olimpiadi dal 1992, lo short track è il regno degli sprinter, là dove oltre agli avversari, serve piegare il tempo: mesi e anni di preparazione condensati in una manciata di minuti, quando a nervi, testa e gambe tocca il compito più difficile. Un continuo compromesso tra equilibrio e rapidità, spingendo sul ghiaccio o accarezzandolo tra rettilineo e curve, lì su quell’ovale lungo 111 metri. Tutto d’un fiato, frenando solo se costretti e disegnando le linee più brevi per scorgere il varco giusto ed infilare gli avversari. In gara servono coraggio e lucidità, governando una forza che ti spinge per terra, verso il ghiaccio, mentre invece lo sguardo deve puntare sempre avanti, senza indecisione. Così nascono le nostre frecce azzurre, saette eleganti tra le più rapide al mondo, a caccia di record, vittorie e medaglie. Vocazione da leader, vocazione azzurra.

Alessandro Loreggia, C.P. Pinè, Lorenzo Previtali, Sport Evolution, Viola Simonini, Bormio Ghiaccio, Margherita Betti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button