Vicenzareport

Sovizzo: il ritorno di Agada e Karl

Ha colto l attenzione anche del governatore Luca Zaia , con il suo post per l arrivo non passato certo inosservato degli ibis eremita che stanno svernando a Sovizzo. Sono Agada e Karl che sono ritornate ,nei stessi luoghi,negli stessi posatoi dove avevamo trascorso l inverno scorso. Fanno parte del Progetto europeo di reintroduzione e conservazione della specie di Bentornato ibis. Invece di passare l inverno nel sito naturale dell’ oasi WWF della laguna di Orbetello, hanno deciso di fermarsi più a nord ,e rimarranno fino a primavera. Sono attualmente 4 gli ibis calvi settentrionali che hanno deciso di rimanere in Veneto , tra cui Josefa a Quinto vicentino e Luna nel veronese. Un vero e proprio record ,dopo 400 anni dalla loro scomparsa ,sono nuovamente ritornati a volare nei cieli d Europa. Vediamo se anche Luna che era presente inverno scorso con loro l inverno scorso li intercetterà e deciderà di raggiungerli .. Tutti gli esemplari sono costantemte monitorati grazie ai ,volontari e dai ricercatori del waldrapp team e sono tutti dotati di trasmettitore GPS che trasmette costantemente la loro posizione .Una task force per ridargli una nuova possibilità di vita e una ragione di speranza dopo la scomparsa della specie. Il vicentino e stato di buon auspicio per Luna ,dopo il ritorno nel sito riproduttivo in Baviera , assieme al suo compagna Jazu ha avuto una covata record di 5 uova. Jazu ,fu il primo ibis eremita selvatico al mondo,dopo la scomparsa degli ultimi 7 rimasti dopo la Guerra civile in Siria. Fu colui che raggiunse autonomamente il sito invernale in Toscana ,oltrepassando le Alpi ,e trovando il corridoio ,se pur insidioso ma il più breve. E la notizia fece subito il giro d Europa . Cordiali saluti pianezzola Dino gruppo di soccorso Nbi migration bentornato ibis . In foto Karl e Agada

Sovizzo: il ritorno di Agada e Karl

Ibis eremita
L’ibis eremita è un uccello pelecaniforme della famiglia dei Treschiornitidi. È una specie in pericolo di estinzione. Un tempo la specie era piuttosto diffusa lungo le zone rocciose e le scogliere di Europa meridionale, Medio Oriente e Nordafrica. Wikipedia
Nome scientifico: Geronticus eremita
Rischio estinzione: Critico (In diminuzione) Encyclopedia of Life
Peso: 1,2 kg (Adulto) Encyclopedia of Life
Classificazione superiore: Geronticus
Categoria tassonomica: Specie
Specie: G. eremita
Famiglia: Threskiornithidae

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button