Economia

Schio: Ecor International chiude il 2021 in crescita e vola con le Frecce Tricolori

Schio: Ecor International chiude il 2021 in crescita e vola con le Frecce Tricolori nel loro 60° anniversario

L’azienda di Schio ha proseguito il suo percorso di crescita, raggiungendo gli obiettivi prefissati, portando a termine i progetti in corso, sviluppandone e acquisendone di nuovi, tra i quali uno molto prestigioso curato dalla divisione Aerospace & Defense.

Ecor International chiude l’anno decollando
Ecor International ha chiuso il 2021 con buoni risultati e confermandosi un partner affidabile, capace di proporre soluzioni in grado di soddisfare le richieste dei clienti. L’anno appena concluso non è stato dei più semplici anche se vissuto in uno stato di apparente normalità, ma nonostante questo l’azienda, dimostrando unità, senso di responsabilità e determinazione, può definirsi soddisfatta. Si è confermata un partner strategico per alcuni clienti che ne hanno riconosciuto le competenze e la capacità di rispondere alle loro esigenze e ha concluso nuove collaborazioni, come quella che ha portato alla realizzazione dei condotti di scarico degli Aermacchi MB-339 del 313º Gruppo Addestramento Acrobatico della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) dell’Aeronautica Militare Italiana. Una commessa prestigiosa in concomitanza con le celebrazioni dei 60 anni della loro fondazione e curata dalla divisione Aerospace & Defense.

Il contributo di Ecor International nel 60° anniversario delle Frecce Tricolori
L’1 marzo 2021 la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) dell’Aeronautica Militare Italiana, noto come Frecce Tricolori, ha compiuto 60 anni. Un traguardo importante per quella che viene riconosciuta in tutto il mondo come una delle pattuglie aeree acrobatiche più famose e più spettacolari.
Il 18 e 19 settembre l’Aeronautica Militare ha organizzato a Rivolto, in provincia di Udine, sede del 313° Gruppo, la manifestazione aerea celebrativa per il 60° Anniversario della PAN. Un evento al quale anche Ecor International S.p.A. ha dato il suo contributo tramite la realizzazione dei condotti di scarico degli Aermacchi MB-339 PAN, ad opera della business unit Aerospace & Defense. Una commissione di prestigio che ha portato nei cieli tutta la competenza e l’esperienza di Ecor International nel lavoro di progettazione e saldatura.

Ecor International per le Frecce Tricolori, un incarico prestigioso
Una commessa arrivata in primavera e conclusa in autunno, in tempo anche per un’altra esibizione, quella che ha ricordato il centenario del primo volo Roma-Tokyo. Il 17 ottobre si sono concluse le celebrazioni dell’impresa di Arturo Ferrarin, compiuta tra il febbraio e il maggio 1920. Gli Aermacchi MB-339 PAN sono sfrecciati sul cielo di Thiene, in provincia di Vicenza, città natale dell’impavido aviatore, a pochi chilometri dalla sede di Ecor International.
“Il progetto si è svolto interamente a Schio, nel reparto produttivo Aerospace & Defense ed è stato molto complesso, richiedendo la customizzazione di un impianto di saldatura – spiega Sergio Lucietto, fondatore e presidente di Ecor International S.p.A. – Un impegno importante per Ecor International, che ha seguito un programma lavorativo pianificato in ogni fase, con una serie di analisi, test e ispezioni, per rispettare le scadenze richieste e garantire un risultato perfetto”.

Un punto di partenza per il team Aerospace & Defense
“Una sfida che l’intero gruppo della business unit ha preso con entusiasmo, impegno, serietà ed emozione – afferma Giulio Roana, Business Manager della divisione Aerospace & Defense – Dopo aver ammirato questi velivoli per tanti anni. vederli volare in formazione compiendo i loro numeri acrobatici in cielo sapendo di averne realizzato una parte è una soddisfazione indescrivibile.
Questo progetto non rappresenta però solo un motivo di orgoglio per noi, ma anche un primo passo in avanti, perché tempi e metodi di lavoro, macchinari e materiali saranno utili anche per applicazioni future”.

Competenze integrate
“Grazie al trasferimento di tecnologie e competenze derivanti dall’esperienza in altri ambiti industriali, da quello alimentare a quello farmaceutico, dalla meccanica avanzata alla ricerca industriale, l’unità Aerospace & Defense è cresciuta costantemente, fino ad affermarsi come un partner affidabile e competente, producendo componenti critici in acciaio, leghe speciali e di alluminio per velivoli civili e militari – dice Chiara Lucietto, AD dell’azienda e Business Director dell’unità Aerospace & Defense – I componenti riguardano tuberia in acciaio, leghe speciali e di alluminio e per circuiti idraulici (comandi di volo, ndr), parti di aerostrutture e di motori.
Si tratta di componenti critici in quanto funzionali e strutturali che, pertanto, devono garantire il funzionamento in piena sicurezza del velivolo in cui vengono installati”.
La divisione Arospace & Defense progetta, salda ed esegue trattamenti in componenti come tubi e tubazioni in materiali nobili come leghe di nichel e alluminio, leghe di titanio e acciaio inossidabile occupandosi dell’intero processo produttivo, partendo dalla stesura e realizzazione del piano di qualificazione, fino al controllo finale dei pezzi e della relativa documentazione tecnica.
Grazie alle competenze nei processi speciali (saldatura, trattamento termico, trattamento galvanico, pulizia e NDT – test non distruttivi) e alla disponibilità di personale qualificato e sistemi all’avanguardia, sono garantiti elevati standard qualitativi della produzione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button