Cronaca

Questura di Vicenza: controlli aree urbane e periferiche del Capoluogo

Questura di Vicenza: controlli aree urbane e periferiche del Capoluogo
Misure di Prevenzione e Sanzioni

Questore chiude Bar/ Ristorante di C.so SS. Felice e Fortunato

6 Revoche di Permessi di Soggiorno

9 Misure di Prevenzione Personali

Al setaccio nel pomeriggio di ieri le zone di Campo Marzio, Viale Gorizia, Viale Milano, Viale Torino ed aree limitrofe, nonché Riviera Berica ed il quartiere di San Pio X.
Con Ordinanza del Questore della Provincia di Vicenza Paolo SARTORI sono stati impiegati circa 38 unità appartenenti a tutte le diverse Forze di Polizia: hanno fatto squadra gli uomini e le donne della Questura di Vicenza, del Comando Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e della Polizia Locale del Capoluogo, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato. A dare manforte agli operatori, Aria e Ray, due Agenti a 4 zampe rispettivamente dell’Unità cinofila della Polizia Locale di Vicenza e della Guardia di Finanza.
I controlli, finalizzati principalmente a garantire la sicurezza dei cittadini, sono volti ad assicurare la pacifica e civile convivenza di tutte quelle persone che vivono rispettando le regole della Comunità e secondo criteri improntati sul rispetto del prossimo.
Molti sono stati, infatti, i cittadini, italiani e stranieri, che durante i controlli di ieri hanno espresso il loro apprezzamento e la loro profonda gratitudine alle Forze dell’Ordine impiegate sul campo, per tutto il lavoro che stanno svolgendo per la cittadinanza.
Durante i controlli effettuati all’interno del “FAVOUR RESTAURANT”, un esercizio pubblico che si trova in Corso SS. Felice e Fortunato ove si vendono cibi, bevande e prodotti alimentari, ed il cui è titolare è un cittadino nigeriano, gli Agenti delle Forze dell’ordine hanno identificato 11 persone, di cui 6 abituali frequentatori con precedenti penali e/o di Polizia per reati in materia di stupefacenti.
In considerazione di quanto emerso nel corso del controllo di ieri e di altri analoghi effettuati nel recente passato, il Questore, ritenendo, che l’Esercizio pubblico in questione rappresenti un ritrovo abituale di persone pregiudicate e/o comunque pericolose, gravate da precedenti di varia natura e, nella stragrande maggioranza dei casi, per specifici reati inerenti al traffico di sostanze stupefacenti (il che fa ritenere che lo stesso – già chiuso in passato per analoghe motivazioni – sia utilizzato dagli spacciatori come luogo di incontro con i “clienti” al fine di cedere loro la droga, e ciò a prescindere da eventuali responsabilità, ancorché di natura meramente omissiva, in capo al gestore), in base all’articolo 100 del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza ne ha disposto la sospensione della Licenza, per un periodo di 15 giorni, con contestuale, immediata chiusura.
Si rammenta che l’art. 100 del T.U.L.P.S. ha la finalità non di sanzionare la soggettiva condotta del gestore del pubblico esercizio per il verificarsi di condizioni potenzialmente pericolose per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, bensì quello di impedire – attraverso la temporanea chiusura del locale – il protrarsi di una situazione di pericolosità sociale e, nel contempo, di prevenire il reiterarsi di determinate situazioni.

L’attività orientata alla prevenzione e repressione dei reati, si è conclusa con i seguenti risultati:
• 313 persone identificate, di cui 135 stranieri e 68 con precedenti penali e/o di Polizia
• 66 autoveicoli
• 15 Esercizi pubblici

A seguito delle verifiche svolte dall’Ufficio Immigrazione sulla attualità dei Titoli di soggiorno posseduti da cittadini extracomunitari indentificati durante l’operazione, dalla Divisione Polizia amministrativa e dalla Divisione Anticrimine relativamente alla presenza di pregiudicati implicati in attività delinquenziali – rientranti nella più complessa strategia di Prevenzione dei reati in genere – il Questore SARTORI ha adottato i seguenti altri Provvedimenti:

• 6 Revoche di Permessi di Soggiorno, di cui cinque per mancanza della attualità dei requisiti ed una per condanne (evasione e lesioni personali aggravate) nei confronti di un cittadino marocchino, un cittadino del Burkina Faso, due cittadini albanesi e due cittadini cubani;
• 2 Fogli di Via a carico di altrettante persone gravate da precedenti penali e di Polizia, che si trovavano senza apprezzabile motivo ed in circostanze non giustificate nel Comune di Vicenza;
• 7 Avvisi Orali (Misura di Prevenzione prevista dal Codice delle leggi antimafia) nei confronti di altrettanti cittadini italiani e stranieri che denotano una spiccata pericolosità sociale a causa di precedenti penali e/o di Polizia per reati di varia natura contro la persona, per spaccio di sostanze stupefacenti, ovvero contro il patrimonio.

“La chiusura di un esercizio pubblico e gli altri provvedimenti adottati al termine delle operazioni di Polizia interforze effettuate nella scorsa serata hanno ulteriormente contribuito a far cessare situazioni di degrado urbano e di fenomenologie delinquenziali che creano non poco disagio ai cittadini – ha evidenziato il Questore Paolo Sartori –. Accolgo, pertanto, con particolare soddisfazione le parole di apprezzamento e vicinanza che molti cittadini, durante i controlli di ieri, hanno rivolto ai nostri uomini”.

Articoli correlati

Un Commento

  1. Era ora finalmente che un questore faccesse rispettare le giuste regole, volevo fare i miei complimenti a tutte le forze dell’ordine, continuate così, per avere un futuro piu onesto e decoroso nel nostro magnifico territorio. Bravi avete la mia stima. BRAVI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button