Cultura e Spettacoli

Incontro sulla Tastiera: Jonathan Ferrucci

Incontro sulla Tastiera: Jonathan Ferrucci Giovedì 20 gennaio, ore 21:00 – Ridotto del Teatro Comunale

Incontro sulla Tastiera: Jonathan Ferrucci
IL VIRTUOSISMO TRA LE MANI DEL GIOVANE PIANISTA ITALO-BRITANNICO JONATHAN
FERRUCCI
Il concerto è organizzato da Incontro sulla Tastiera in partnership con la prestigiosa fondazione
londinese Keyboard Trust
Il prossimo giovedì 20 gennaio torna in scena al Ridotto del Teatro Comunale di Vicenza l’associazione
musicale Incontro sulla Tastiera, con un appuntamento atteso e di grande valore – sotto il patrocinio del
Comune di Vicenza. Si tratta del concerto organizzato in partnership con la prestigiosa fondazione londinese
Keyboard Trust: un appuntamento consolidatosi nel tempo, che da molti anni porta sui palcoscenici della
nostra città giovani musicisti di notevole caratura.
La “Keyboard Trust” è una realtà preparatoria internazionalmente riconosciuta fra le migliori. Fondata e
diretta dalla grande concertista Noretta Conci – già assistente di Arturo Benedetti Michelangeli – la Keyboard
ha come principale obiettivo quello di sostenere giovani musicisti particolarmente dotati, fornendo loro
importanti opportunità e spazi di esibizione a livello mondiale. Princìpi che accomunano la Fondazione
londinese al lavoro di Incontro sula Tastiera, e che sono alla base quindi del loro sodalizio.
Protagonista del presente concerto il giovane virtuoso italo-britannico Jonathan Ferrucci: classe 1993,
virtuoso e poliedrico artista che da Firenze si trasferisce a Londra giovanissimo e si fa subito notare alla
Guildhall School of Music and Drama. Il suo sviluppo artistico è stato fortemente influenzato dai corsi di Aldo
Ciccolini e Robert Levin e dal lavoro con Angela Hewitt iniziato nel 2014. Ferrucci ha suonato in Italia, Regno
Unito, USA, Germania, Danimarca, Ungheria, Giappone e Australia.
Giovedì 20 gannaio Ferrucci porta un programma di grande respiro che parte da Bach e passando per
Scriabin arriva a Schumann. Di Bach, in particolare, la Fantasia cromatica e Fuga in re min, considerata uno
dei “monumenti” dell’arte bachiana e caratterizzata da grande libertà fantastica e da una assoluta
immediatezza espressiva.
Di Scriabin si potrà sentire il Preludio in mi diesis min. op. 16 n. 4 e la Sonata n. 5, op. 53, composizioni che
risentono dell’influenza di Chopin, benché nella Sonata si trovi già quella sorta di allucinazione visionaria,
che arriverà fin sulle soglie di un’esoterica magia evocatrice, fatta di improvvise estasi e di repentini furori.
Ed infine la Fantasia op. 17 di Shumann, originariamente concepita per raccogliere denaro per la
costruzione di un monumento in onore di Beethoven a Bonn, ma che è anche intrisa d’amore per l’adorata
futura moglie Clara – così come si legge in una sua lettera «II primo tempo è davvero quanto di più
appassionato abbia mai fatto: un profondo lamento per te».
Il concerto, che gode del contributo di DETTO srl, è dedicato a FERNANDA MURARO DETTO, poliedrica
figura femminile, dalle forti doti imprenditoriali, ma anche grande appassionata d’arte e musica.
Prevendita e biglietteria: Pantarhei . ( tel: 0444-320217 – 3474924372).
Attenzione alle normative Covid
Info: www.incontrosullatastiera.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button