Sport

FISG Curling, i convocati azzurri per i Giochi Olimpici Invernali

FISG Curling, i convocati azzurri per i Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022

Tutto pronto per i Giochi Olimpici Invernali di Pechino 2022. A meno di un mese dal via dell’appuntamento a cinque cerchi, il curling tricolore vede definito ufficialmente il contingente che parteciperà alla rassegna cinese. L’Italia, che prenderà parte alla manifestazione sia con la Nazionale maschile che con quella di doppio misto, arriva all’evento carica di voglia e di aspettative, forte di un percorso di grande crescita costellato anche dalla medaglia di bronzo ottenuta dagli uomini nei recenti Europei in autunno.

Il movimento tricolore porta così la Nazionale maschile all’Olimpiade per la terza volta nella storia – la seconda consecutiva -, mentre per il doppio misto si tratta dell’esordio assoluto dopo l’introduzione della specialità a Pyeongchang 2018.

Questa la lista dei convocati per l’Olimpiade con la spedizione italiana guidata dai tecnici Claudio Pescia e Violetta Caldart:

NAZIONALE MASCHILE: Joel Retornaz (Fiamme Oro), Sebastiano Arman (Aeronautica Militare), Mattia Giovanella (C.C. Cembra 88), Simone Gonin (Aeronautica Militare) ed Amos Mosaner (Aeronautica Militare).

NAZIONALE DOPPIO MISTO: Stefania Constantini (Fiamme Oro) ed Amos Mosaner (Aeronautica Militare).

Per le Nazionali azzurre previsto un camp a Cembra questo weekend a cui farà seguito un raduno in Svizzera la prossima settimana prima di un altro camp, ancora a Cembra, a fine mese prima della partenza per la Cina.

FISG Curling, i convocati azzurri per i Giochi Olimpici Invernali

Foto credit: WCF

Curling

Sarà che richiama la tradizione e quei pomeriggi d’estate trascorsi da nonni e papà giocando a bocce sulla spiaggia. O sarà che dalle Olimpiadi Invernali di Torino 2006 nulla è stato più come prima. C’è che in Italia, oggi, il curling lo conoscono davvero tutti. Quattro contro quattro, con le squadre che si sfidano facendo scivolare sul ghiaccio pesanti pietre di granito levigate, dette “stone”, verso un’area di destinazione, la “casa”, contrassegnata da tre anelli concentrici. Un gioco di tattica e strategia a cui aggiungere precisione chirurgica ed altissima sensibilità: non bastano infatti le capacità del singolo, ma serve una perfetta intesa di squadra per riuscire a coniugare al meglio, con una comunicazione efficace, mente fredda e braccia caldissime. I nervi saldi e il polso fermo, prima e durante il lancio; l’occhio attento e i movimenti rapidi, quando c’è da menare la scopa. Sport completo: per tutti, ma non da tutti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button