Cronaca

Vicenza: controlli interforze nelle zone della movida

Vicenza: controlli interforze nelle zone della movida
Lo scorso 27 novembre, personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, diretti da un Funzionario della Questura, ha effettuato un servizio interforze, recependo le determinazioni della Prefettura di Vicenza, avente ad oggetto l’aera cittadina ove insiste il locale da ballo CUSTOM CLUB.

I controlli, che hanno inizialmente riguardato l’area esterna al locale – più volte segnalata per la presenza di giovani dediti al bivacco e al disturbo della quiete – sono proseguiti all’interno della struttura.
Nel corso del servizio è stata registrata la presenza di nr. 124 avventori all’interno della sala, superiore ai limiti attualmente previsti dalla vigente normativa.
Tutti i clienti del locale che si trovavano al suo interno sono stati accuratamente controllati, anche sotto il profilo del rispetto del possesso del green pass, senza riscontrare anomalie.
Personale del NIL di Vicenza, dopo le verifiche del caso, ha riscontrato che, dei sei dipendenti, risultavano “in nero” n. 2 lavoratori di cui n. 1 di nazionalità italiana e n. 1 di nazionalità pakistana, privo del permesso di soggiorno; pertanto è stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale.
E’ stato accertato il mancato rispetto delle procedure del protocollo covid-19 relative alla modalità di ingresso in azienda, di accesso dei fornitori esterni, alla pulizia e sanificazione all’interno dei locali, alla presenza di prodotti per l’igienizzazione delle mani, alla gestione degli spazi comuni, nonché violazioni in materia di sorveglianza sanitaria. Venivano elevate ammende pari ad € 7.622,01 e sanzioni amministrative pari ad € 12.500,00
Personale del NAS di Padova ha rilevato la mancata predisposizione del manuale di autocontrollo basato sui principi haccp (hazard analysis and critical control points, il sistema di controllo, relativamente alla produzione degli alimenti, che ha come obiettivo la garanzia della sicurezza igienica e della commestibilità).
Per quanto sopra è stato contestato al legale rappresentante l’illecito amministrativo, per un importo complessivo di € 2000,00.
Sono in corso ulteriori verifiche da parte della Divisione Polizia Amministrativa della Questura e della Polizia Locale di Vicenza aventi ad oggetto rispettivamente la regolarità della posizione di alcuni addetti alla vigilanza interna e le autorizzazioni concernenti il plateatico di cui il locale è attualmente dotato.
Vicenza, 4 dicembre 2021

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button