Pubbliredazionali

Traduzione giurata: chi e come fare

Traduzione giurata: chi e come fare….

Chi può fare una traduzione giurata?

Le traduzioni giurate riguarda un importante passaggio necessario e fondamentale nel momento in cui si deve mantenere uno stesso valore legale riferito al documento, questo vale anche all’estero.

Per cui, non basta tradurre il documento al fine di renderlo valido fuori dai confini del nostro Paese, ma è importante riuscire a seguire una procedura particolare dinanzi ad un pubblico ufficiale.

Ci sono delle regole specifiche anche per tutti quei soggetti che vengono legalizzati ad eseguire tale traduzione. Non basta conoscere tutte le lingue di riferimento, ma va tenuto conto anche dei termini giuridici che vengono utilizzati e di tutti i requisiti che sono richiesti dallo Stato di destinazione di tale traduzione giurata.

Per questo, ci sono delle agenzie specializzate che effettuano il servizio di traduzione, come ad esempio potrete fare riferimento ad una agenzia di traduzione a Milano.

Che cosa è una traduzione giurata ed a che serve?

All’estero, le istituzioni, accettano tutti i documenti di altri paesi solo nel momento in cui sono stati tradotti nella loro lingua e di conseguenza asseverati.
Si deve poter dimostrare che quel documento tradotto risulta sempre fedele all’originale, così da poter avere e mantenere lo stesso valore legale.

Infatti, la traduzione giurata è quello strumento che diviene necessario al fine di raggiungere questo obiettivo. Tutte le agenzie che sono specializzate e che si occupano ogni giorno di effettuare le traduzioni giurate, devono conoscere bene l’intero iter e la disciplina giuridica che viene prevista dagli Stati in questione.

Quindi, con la conseguente traduzione giurata, o asseverazione, il documento che viene tradotto prende il medesimo valore legale dell’originale, ma solo nel momento in cui lo stesso traduttore presta il giuramento dinanzi ad un pubblico ufficiale, come ad esempio un cancelliere, un giudice di pace o anche un notaio.
Questa è la procedura di asseverazione che dà al documento la piena ufficialità anche all’estero.

Chi può eseguire le traduzioni giurate?

Non tutti possono asseverare, come non è possibile farlo per se stessi, per cui per le traduzioni giurate è opportuno necessariamente rivolgersi a terze persone.
Dato che si trattano dei documenti ufficiali, l’incarico dovrebbe sempre essere affidato a delle agenzie specializzate, in modo che possano vantare sicuramente esperienza anche pluriennale alle spalle.

In Italia non c’è un vero albo dei traduttori e degli interpreti, ma esistono tanti tribunali italiani che prevedono solamente la possibilità di firmare traduzioni giurate solo da chi è iscritto all’albo dei consulenti tecnici d’ufficio (CTU).

Stiamo parlando di un requisito che viene spesso richiesto anche dai tanti paesi di destinazione della traduzione, di conseguenza accettano le traduzioni solamente in presenza del giuramento da parte di un traduttore che è iscritto in quest’albo. Per cui, è l’esperienza del traduttore che prende un ruolo determinante per l’intera procedura.

Questo perché in alcuni casi, come detto, è opportuno conoscere termini giuridici specifici. Visto che si parla di documenti che hanno un valore legale, è indispensabile e opportuno che la traduzione venga fatta in alta qualità, come solo quella che tutti i professionisti del settore possono offrire.

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Questo articolo è di fondamentale importanza non solo per i professionisti del settore, ma anche per gli utenti. Infatti il funzionamento dei tribunali non è uguale quanto al giuramento. Come sottolineato nell’articolo ci sono tribunali che chiedono di essere iscritto al CTU dei tribunali per asseverare un documento. Altri dove basta esibire un documento d’identità. In ogni caso il Traduttore è responsabile del lavoro fatto, cioè della traduzione. Noi siamo di italtraduzioni siamo un’agenzia di traduzione specializzata da oltre 10 anni, iscritta all’albo dei traduttori del tribunale. Il nostro consiglio è sempre di scegliere chi ufficialmente è iscrito all’albo. Poi dipende dal cliente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button