Vicenza

Emporio Solidale Vicentino

Inaugurato l’Emporio Solidale Vicentino al MOF 32 , Mercato ortofrutticolo
Sabato e domenica raccolta alimentare nei supermercati

E’ stato un pomeriggio aperto alla cittadinanza quello di oggi, dedicato all’inaugurazione dell’Emporio Solidale Vicentino, che non sarà solo un supermercato, ma un punto di riferimento per le persone in situazioni di bisogno a cui sarà proposto un coinvolgimento diretto nell’attività quotidiana di questo nuovo spazio.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza del sindaco Francesco Rucco e dell’assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto del Comune di Vicenza, promotore del progetto realizzato grazie al contributo della Fondazione Cariverona. Al loro fianco i protagonisti di questo importante risultato per la città di Vicenza, il presidente di OrtoVi Ruggero Polato accompagnato dal vice presidente Ivo Menara, Caritas Diocesana Vicentina rappresentata dal presidente di Diakonia Onlus Sante Mercante e il presidente di Croce Rossa Vicenza Pierandrea Turchetti, capofila dell’attivissima rete che curerà l’operatività dell’emporio.

Dopo il taglio del nastro, si è svolto un momento di raccoglimento per la benedizione del dei volontari e del sito da parte del Vescovo Beniamino Pizziol.
“Il gioco di squadra – ha detto il sindaco Francesco Rucco – che la pandemia ci ha insegnato a mettere in pratica, soprattutto in un ambito complesso e delicato come quello dell’aiuto alle persone in difficoltà, ha portato a questo straordinario risultato che oggi consegniamo alla città. Ringrazio tutti i promotori e i tanti volontari coinvolti, la cui opera sarà fondamentale anche d’ora in avanti per far vivere al meglio questa nuova realtà”.
“E’ una grande emozione per me – ha aggiunto l’assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto – inaugurare finalmente questo luogo che supera la logica del pacco della spesa per dare la possibilità a chi è in difficoltà di scegliere i prodotti di cui ha bisogno in un luogo che diventa anche occasione di crescita e confronto. Quella della coprogettazione è una sfida che pubblico e privato, rappresentato da una ventina di partner, oggi vincono insieme”.
“Ringrazio i 40 soci di OrtoVi – ha detto il presidente Ruggero Polato – che hanno partecipato con entusiasmo al progetto, mettendo a disposizione dell’emporio anche i loro prodotti freschi. E’ stato un grande impegno, ma anche una grande soddisfazione, contribuire ad allestire nella sede del mercato questa nuova realtà”.
“Croce Rossa – ha ricordato il presidente Pierandrea Turchetti – ha iniziato a pensare a questo progetto fin dal 2005. Ringrazio Emanuela Bellotto e Monica Crisanti, capofila dei volontari che seguono circa 300 famiglie non solo per la spesa, ma con tanti altri servizi finalizzati all’integrazione sociale, secondo una modalità che da oggi troverà concretezza anche all’emporio.”
“Abbiamo accompagnato questo progetto – ha concluso il presidente di Diakonia Onlus Sante Mercante – unendo l’esperienza di tante attività di Caritas diocesana vicentina e Diakonia onlus. Dignità e autonomia sono le parole chiave del progetto che rappresenta una grande conquista per tutta la città”.

Un’attenzione particolare, oggi pomeriggio, si è avuta anche per il momento conviviale con il coinvolgimento non solo gli operatori del Mercato Ortofrutticolo con donazioni di prodotti, ma anche la partecipazione della cooperativa sociale M25 e del suo laboratorio di pasticceria Libere Golosità dove lavorano i detenuti del carcere di Vicenza. Gli alimenti sono stati poi confezionati in monoporzioni per il rispetto delle normative anticovid dai volontari comunali e di Croce Rossa.
Nell’ottica del prendersi cura di questo nuovo spazio, alcuni dei futuri utenti dell’emporio e i volontari si sono messi a disposizione dell’organizzazione, curando il momento conviviale accompagnato dal musicista di strada Gino Mandarino.

Questo evento apre un fine settimana dedicato alla solidarietà, infatti sabato 4 e domenica 5 dicembre si svolgerà a Vicenza la raccolta alimentare con la Spesa Sospesa. La stessa rete che ha realizzato l’emporio promuove questo coinvolgimento della città per poter avere a disposizione beni di prima necessità che saranno poi messi a disposizione degli utenti dell’emporio. Saranno raccolti in particolare prodotti per l’igiene e la cura della persona e prodotti per la casa, come detersivi, dentifrici, spazzolini, saponi, bagnoschiuma, assorbenti e spugne. L’iniziativa ha anche la collaborazione del Giornale di Vicenza e di TVA.
La raccolta avverrà nei supermercati Eurospin di viale della Pace e via Fermi, al Quick di viale Trissino, viale Trieste e Largo Goethe, Alì di via Periz e Rossini, Conad di viale della Pace, Prix Quality di via Dalla Scola, Riviera Berica, viale dell’industria, Anconetta, Monte Asolone, San Lazzaro, Monte Zovetto e via del Carso. Altri supermercati si aggiungeranno nelle prossime ore all’iniziativa.

L’emporio offre i suoi servizi a nuclei familiari e singole persone, presenti sul territorio vicentino, che vivono una condizione di reale e temporanea difficoltà economica a causa di motivi lavorativi, familiari o sociali. Si presenta come un supermercato dove le persone trovano beni di prima necessità, prodotti alimentari, per l’igiene della casa e della persona, ma anche prodotti freschi come frutta e verdura. Le persone assistite possono liberamente scegliere in base ai propri bisogni e ai propri gusti, ed è questo l’importante cambiamento rispetto all’attuale consegna di pacchi preconfezionati. Un passo in avanti nel segno di una sempre maggior attenzione alla dignità e alla libertà della persona.
Per accedere all’emporio ci sono delle semplici regole. La principale riguarda la condizione economica della famiglia che accede a questo servizio riservato, accertata da Croce Rossa o dai servizi sociali del Comune. A ogni famiglia sarà consegnata una tessera a punti con la quale farà la spesa, aiutata nella scelta da una scheda o da una hostess di scaffale. La figura della hostess ha l’importante ruolo di aiutare le persone nella lettura delle etichette, nel reperimento dei prodotti e nella gestione dei punti. Sarà Croce Rossa a telefonare alle persone per fissare un appuntamento così da accedere all’emporio rispettando tutte le normative di sicurezza e tendendo conto degli orari del Mercato ortofrutticolo: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 11 del mattino e il sabato dalle 9 alle 12.
Importanti novità anche per quanto riguarda il personale impiegato: a fianco dei volontari di Croce Rossa, della parrocchia di Santa Bertilla e degli scout dell’Agesci, saranno impiegate anche persone per lavori socialmente utili, come i percettori del reddito di cittadinanza o pene alternative e sociali. In ogni caso si tratta di un’iniziativa aperta a chiunque desideri impegnarvisi, dopo un necessario percorso formativo.
L’emporio è l’evoluzione di un servizio attivo da anni per il territorio, grazie a Croce Rossa e a Diakonia. Già dal 1985 la Croce di Vicenza prepara e consegna pacchi alimentari per le persone bisognose che oggi potranno scegliere autonomamente cosa “prendere” dagli scaffali.
Il progetto non si limita alla distribuzione di beni ma, nel tempo, integra tanti altri servizi già attivi di Croce Rossa e di Diakonia e del Comune di Vicenza, quali quelli per l’inserimento lavorativo, il supporto legale, il supporto sanitario il sostegno alle donne e alle famiglie e la possibilità di trovare ausili sanitari.
L’Emporio Solidale Vicentino entra in funzione da dicembre ma verrà reso pienamente operativo e diventerà unico punto di riferimento per la popolazione entro gennaio 2022, quando saranno informate e avviate al nuovo servizio le famiglie assistite dai servizi sociali comunali.

Emporio Solidale Vicentino
Vicenza 3 Dicembre 2021 emporio ecosolidale COLORFOTO /FRANCESCO DALLA POZZA
Emporio Solidale Vicentino
Vicenza 3 Dicembre 2021 emporio ecosolidale COLORFOTO /FRANCESCO DALLA POZZA

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button