Economia

CCIAA Vicenza: controlli sul green pass

CCIAA Vicenza: controlli sul green pass: uno strumento anche a tutela dell’economia per scongiurare ulteriori chiusure

Il Presidente della Camera di Commercio di Vicenza Giorgio Xoccato lancia l’appello alle imprese del territorio: «Rispettiamo le misure di prevenzione e collaboriamo con i controlli»

Con gli indici dei contagi e dei ricoveri di pazienti Covid in rapido aumento, anche nella provincia di Vicenza la situazione pandemica è tornata su livelli di massima allerta, tanto è vero che a breve anche il Veneto potrebbe diventare zona gialla. Da qui l’appello lanciato dal Presidente della Camera di Commercio di Vicenza Giorgio Xoccato alle imprese del territorio: «Anche se un ingresso in zona gialla non avrebbe significative ricadute sulle attività economiche, è evidente che dobbiamo fare tutto il possibile per arrestare l’ascesa dei contagi. Su questo obiettivo tutte le categorie economiche sono assolutamente concordi, perché in caso contrario saranno inevitabili ulteriori chiusure. Senza dimenticare che anche in assenza di queste ultime, una situazione di pandemia diffusa crea comunque danni indiretti all’economia, alimentando quell’incertezza che sappiamo essere nemica degli investimenti e della crescita economica in generale».

Anche per questo motivo, il piano straordinario di controlli sul rispetto delle normative relative all’obbligo del Green Pass, semplice e rafforzato, non ha colto impreparate le imprese vicentine: «Il piano – ricorda Xoccato – è stato presentato dal Prefetto in occasione della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica svoltasi la settimana scorsa e ha trovato piena condivisione tra i rappresentanti delle Associazioni di Categoria, anch’esse presenti al tavolo. Anzi le Categorie avranno un ruolo attivo nel piano, portando avanti tra i propri associati un’attività fondamentale di informazione e prevenzione».

Il presidente Xoccato sottolinea infatti le vere finalità dei controlli, anche per quanto riguarda il preannunciato potenziamento delle verifiche sul possesso del Green Pass da parte dei lavoratori e sulle modalità di controllo messe in atto dalle imprese vicentine: «L’obiettivo condiviso non è elevare sanzioni, ma promuovere il rispetto delle normative. Fino ad oggi le imprese beriche hanno dimostrato di essere estremamente ligie nel rispetto della normativa e questi controlli sono anche un modo per mantenere alta l’attenzione e continuare su questa strada. Del resto sappiamo bene quanto potrebbe essere penalizzante sul piano organizzativo, soprattutto per le PMI, l’assenza di un numero significativo di collaboratori a causa di un contagio interno all’azienda, a maggior ragione in una fase come questa in cui molte imprese faticano a far fronte agli ordini che arrivano sia dall’Italia che dall’estero. Per questo motivo invito tutte le imprese vicentine a collaborare con i controlli in corso, che sono uno strumento per mantenere alta l’attenzione e garantire la prosecuzione regolare delle attività economiche».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button