Bassano e dintorni

Bassano, una storia di Natale: la piccola Mirta

Bassano, una storia di Natale: la piccola Mirta

UNA STORIA DI NATALE: LA PICCOLA MIRTA, L’AFFIDO FAMILIARE E LA GENEROSITÀ DELLA COMUNITÀ BASSANESE
Nel centro storico di Bassano del Grappa quest’anno protagonista del Natale è Mirta, il personaggio simbolo della campagna di sensibilizzazione sugli affidi familiari, grazie a un’iniziativa frutto di una collaborazione tra Ulss 7 Pedemontana, Amministrazione Comunale e tante altre realtà del territorio

Quest’anno tra i personaggi del Villaggio di Natale allestito nel centro storico di Bassano del Grappa, in piazza Castello degli Ezzelini, c’è anche Mirta, una bimba immaginaria di 7 anni presa in affidamento dalla famiglia Bottoni. Mirta è il personaggio simbolo della campagna di promozione dell’affido familiare condotta negli ultimi quattro anni dall’ULSS 7 Pedemontana, che in passato è già stata protagonista di libri, spettacoli teatrali e tante altre iniziative.
Ora Mirta entra anche nel Natale di tutti i bassanesi, dando vita ad una storia di accoglienza e generosità che in questo periodo dell’anno sembra davvero una favola di Natale scritta a più mani: dagli operatori del Centro per l’Affido e la Solidarietà Familiare dell’ULSS 7 Pedemontana, dall’Amministrazione Comunale di Bassano del Grappa e da tante altre realtà del territorio.

Più concretamente, 10 totem raffiguranti la piccola Mirta, provvisti di tasca con segnalibri promozionali e riferimenti per eventuali informazioni sull’affido familiare, sono stati collocati – oltre che all’interno del Villagio di Natale – in alcuni negozi del centro storico e presso la biblioteca comunale, il centro giovanile, l’ospedale San Bassiano, la chiesa di San Francesco e i centri commerciali.
Inoltre, ben 100 cartonati sono stati posizionati all’interno dei negozi del centro storico, nelle farmacie e negli ambulatori dei Pediatri di Libera Scelta e anche nelle scuole primarie di Bassano del Grappa.
I commercianti e gli artigiani del centro hanno inoltre voluto dare anche un segnale concreto di sostegno all’affido familiare, proponendo una scontistica particolare riservata alle famiglie affidatarie.
Il tutto con il coinvolgimento e il supporto di Confartigianato Bassano e Confcommercio Bassano che hanno promosso l’iniziativa tra i propri associati; della Fondazione Pirani Cremona che ha fornito assistenza organizzativa alla campagna; dei volontari del Lions Club Bassano che hanno aiutato a portare le sagome in tutte le farmacie del territorio; e dell’azienda Lucaprint che si è messa a disposizione per stampare le sagome di Mirta ad un costo molto agevolato.
Così la piccola Mirta, oltre all’affetto della famiglia Bottoni, ha trovato accoglienza e aiuto da parte di tutta la comunità bassanese.

«Questo è davvero un bellissimo esempio di progetto capace di unire tante realtà: azienda socio-sanitaria, Istituzioni, mondo del volontariato e privati – commenta il Direttore Generale Carlo Bramezza -. È un’ulteriore dimostrazione della generosità del nostro territorio, unita ad un grande spirito di intraprendenza che non si concretizza solo nel fare impresa, ma anche nella sensibilità rispetto ai temi sociali. Ed è bello ricordare tutto questo a pochi giorni dal Natale, a maggior ragione in un anno così particolare per i bambini, che devono ancora una volta affrontare i disagi legati all’isolamento sociale causato dal Covid, con la speranza che grazie alla vaccinazione possano presto tornare ad una vita normale. Ringrazio dunque quanti hanno contribuito a questa bella iniziativa, ma voglio ricordare anche la generosità di tutte le famiglie che hanno dato la propria disponibilità ad accogliere i bambini in affido. A tutti loro auguro un buon Natale».

«Il nostro è un territorio generoso e sensibile anche a questa tematica e i dati lo dimostrano – commenta il Sindaco di Bassano del Grappa Elena Pavan – Le immagini della piccola Mirta e della famiglia Bottoni negli anni sono divenute per noi familiari ed è particolarmente significativa la scelta di farli diventare parte delle iniziative proposte in occasione del Natale perché permetterà a molte persone di approfondire il progetto dell’affido e, speriamo, a farne parte. Il Natale è la festa dei bambini, delle famiglie, degli affetti più cari ed ognuno deve avere la possibilità di sentirsi accolto. Trovo davvero importante la rete territoriale che ha collaborato a questa iniziativa e che testimonia come la disponibilità della città non manchi mai, soprattutto quando si tratta di sostenere i bambini e le famiglie in difficoltà».

Proprio grazie alla capacità di coinvolgere tutto il territorio, oltre alla simpatia suscitata dal personaggio della piccola Mirta, la campagna di promozione dell’affido familiare condotta negli ultimi quattro anni dal Centro per l’Affido e la Solidarietà Familiare dell’ULSS 7 Pedemontana ha raggiunto importanti risultati. Dal 2019 ad oggi, infatti, nel Bassanese gli affidi sono aumentati di oltre il 22%, passando da 71 a 87 (dato riferimento al primo semestre del 2021), mentre le famiglie affidatarie sono aumentate del 16%, passando da 137 a 155.
Numeri che in futuro potranno crescere ulteriormente, anche grazie alla volontà di replicare la campagna di sensibilizzazione negli altri comuni del Distretto bassanese e di tutta l’ULSS 7 Pedemontana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button