Economia

Arianna Alessi, OTB Foundation: creare un circolo virtuoso

Dichiarazioni di Arianna Alessi, Vice Presidente di OTB Foundation, circa la necessità di creare un circolo virtuoso nel mondo business. Arianna è intervenuta al master “Professione Sostenibilità” di Altis della Università Cattolica a Milano, nel modulo dedicato alle Fondazioni di Impresa.
Arianna ha commentato: “E’ fondamentale per le fondazioni d’impresa comunicare tutti i progetti attivi, per creare un circolo virtuoso, intercettando professionisti e imprese pronti a seguirci in questa direzione”. Dalla sua nascita ad oggi OTB Foundation ha investito in oltre 250 progetti di sviluppo sociale nel mondo, con un impatto diretto sulla vita di circa 300.000 persone. “Lottare contro le disuguaglianze sociali e contribuire allo sviluppo sostenibile di persone e aree meno avvantaggiate è la mission di OTB Foundation, focalizzata principalmente sui bambini, sul tema della violenza sulle donne, e sull’integrazione a tutto tondo.Siamo impegnati 365 giorni l’anno per l’eliminazione della violenza sulle donne con un servizio che si chiama Mai più che fornisce supporto psicologico e legale gratuito ed un tirocinio formativo alle vittime. Supporto psicologico, collegato all’indipendenza economica della donna, può portare a maggiori risultati convincendo a denunciare ed uscire da questo problema”.
Anche a livello internazionale la Fondazione supporta iniziative a sostegno delle donne in difficoltà. Ad esempio in Afghanistan: “OTB Foundation opera a Kabul ormai da quattro anni attraverso l’organizzazione Ciai e Nove onlus. Con Ciai si è concretizzata l’uscita di 30 ragazze minorenni dalle carceri di Herat e Kabul, dove erano finite solo per essersi ribellate ai genitori che le volevano bambine spose. Con Nove Onlus abbiamo invece abbiato un progetto che si chiama Pink Shuttle, il primo ed unico servizio di trasporto tutto al femminile realizzato a Kabul, con 8 pulmini guidati dalle donne per le donne”. OTB Foundation sta lavorando direttamente anche con le organizzazioni che hanno accolto i rifugiati afghani arrivati nel nostro Paese negli ultimi mesi, e ad oggi ha donato loro cibo, vestiario, materiale informatico. La Fondazione ha poi reso possibile l’ottenimento di tre borse di studio dell’Università di Padova per tre giovani afghani e trovato aziende disponibili ad offrire ai rifugiati un’opportunità lavorativa non appena processate le pratiche burocratiche. Infine, sta raccogliendo tutte le offerte di ospitalità che giungono da privati e strutture pubbliche facendo da tramite con le autorità competenti affinché si possa concretizzare una piena accoglienza.
Link al video con le dichiarazioni di Arianna Alessi: https://we.tl/t-XvjOuHdpuc

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button