Arte, Cultura e Spettacoli

Vicenza: manoscritti e libri di scacchi

Vicenza: manoscritti e libri di scacchi: in Bertoliana la presentazione del libro di Diego D’Elia
Giovedì 2 dicembre alle 17.30 nell’ambito della mostra “La battaglia di due re con finte schiere”

Giovedì 2 dicembre alle 17.30 la Biblioteca Bertoliana organizza la presentazione del libro dello storico di scacchi Diego D’Elia, “Il codice Vicenza, Biblioteca Civica Bertoliana, ms. 1475: catalogo di tutte le edizioni di autori che hanno trattato sopra il Giuoco degli Scacchi” (Fraccaro, 2020).

Fondamentale lavoro di analisi e di valorizzazione della raccolta dei libri di scacchi della Bertoliana, lo studio di D’Elia è il libro galeotto che ha ispirato la realizzazione della mostra “La battaglia di due re con finte schiere”, aperta da venerdì 26 novembre a domenica 19 dicembre (dal martedì alla domenica, ore 10-18) nelle sale espositive di Palazzo Cordellina.

Il volume sarà presentato dall’autore con Giuseppe Crimi, dell’Università degli Studi Roma Tre, e Neil Harris, dell’Università degli Studi di Udine.

Tra le tante rarità bibliografiche conservate in Bertoliana, un posto di rilievo spetta alla raccolta di libri sul gioco degli scacchi, tra i quali spicca un manoscritto di piccolissime dimensioni, redatto nell’Ottocento dai bibliotecari Ignazio Savi e Andrea Capparozzo, e scoperto dall’autore di questo libro. Si tratta di una bibliografia rimasta finora sconosciuta, un lavoro iniziato come censimento bibliografico dei libri sul gioco degli scacchi posseduti e in seguito ampliato a livello di bibliografia specialistica. Dall’esame di questo manoscritto sono emersi altri tesori librari inerenti questo ludus custoditi nella Biblioteca Bertoliana, opere rarissime sia manoscritte che a stampa, in un percorso di studio che ha portato a notevoli scoperte e a nuove acquisizioni bibliografiche. In un dialogo costante fra le metodologie filologica, codicologica, bibliologica e bibliografica, Diego D’Elia realizza un’opera di grande spessore scientifico, corredata da un ampio apparato critico, che conferma la straordinaria importanza delle raccolte della civica vicentina e il fascino inesauribile della letteratura sul gioco degli scacchi.

In mostra, accanto ai trattati scacchistici che hanno segnato la storia del gioco in Europa, si potrà ammirare la splendida miniatura che decora la Bibbia del copista Cambius Vicentinus, donata alla Bertoliana nel 2016 da Antonio, Angiola e Patrizia Beltrame, figli dell’ingegnere Giancarlo. Una piccola scena miniata rappresenta un chierico e un laico che, seduti, giocano a scacchi: si tratta di una delle prime rappresentazioni di partita a scacchi ad oggi nota, realizzata in Francia nel terzo quarto del XIII secolo, negli anni in cui il pio re Luigi IX vietò il gioco degli scacchi.

Consulta il programma completo degli eventi: https://www.comune.vicenza.it/vicenza/eventi/evento.php/300639

Vicenza: manoscritti e libri di scacchi

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button