Provincia

Valdagno: Anello Piccole Dolomiti

“ANELLO PICCOLE DOLOMITI” Convegno di presentazione della nuova fase di promozione
IL CONVEGNO
Mercoledì 1 dicembre alle ore 20.30 si svolgerà a Valdagno, presso Sala Soster di Palazzo Festari, un convegno
finalizzato a presentare la nuova fase del piano di promozione dell’Anello Piccole Dolomiti, descrivendo al contempo le iniziative recentemente attuate grazie ai fondi GAL e le prospettive collegate alla costituenda Unione Montana Pasubio Alto Vicentino.
Il programma prevede:
SALUTI INIZIALI
Liliana Magnani, Consigliere con delega Comune di Valdagno (capofila)
Manuel Consolaro, Vicesindaco di Crespadoro
ILLUSTRAZIONE DELLE NUOVE FASI DEL PROGETTO
Michela Ceola, Responsabile Piano di promozione
DALLE RICARICHE E-BIKE AI TOTEM DIGITALI: IL PC 2
Teresa Dardo e Stefano Lovat, Studio AVVI
L’UNIONE MONTANA PASUBIO PICCOLE DOLOMITI
Armando Cunegato, Sindaco di Recoaro Terme
L’ingresso alla serata è gratuito; si richiedono il green pass e l’utilizzo dei dispositivi di protezione.
IL PIANO DI PROMOZIONE
Nel 2017 è stato avviato un piano marketing e comunicazione finalizzato a creare e promuovere un prodotto turistico legato all’Anello Piccole Dolomiti, un percorso di 120 km realizzato dalla ex Comunità Montana Agno Chiampo che collega dieci Comuni del territorio snodandosi perlopiù in area collinare e montana e collegando le principali risorse turistiche, dalle chiesette alle contrade, dai punti panoramici mozzafiato alle testimonianze che raccontano la storia di questi luoghi. Una quarantina gli operatori coinvolti lungo il tracciato, a creare una rete intersettoriale che comprende strutture ricettive e di ristorazione, guide, aziende agricole.
Comune di Crespadoro
Comune di Nogarole V.
Comune di Recoaro T.
Città di Valdagno capofila
Comune di Brogliano
A seguito dei risultati ottenuti in questi anni di attività, i Comuni di Brogliano, Crespadoro, Nogarole Vicentino, Recoaro Terme e Valdagno (capofila), con il supporto di Ascom, Cia, Coldiretti, Confartigianato e Gruppo Area Valle
Agno, hanno recentemente avviato – e finanziato – una nuova fase del progetto, descritta di seguito.
Contenuti del progetto
Il piano si propone di dare continuità alle attività promozionali svolte attraverso una serie di azioni – in parte già testate e altre di nuova attuazione come la “cantine aperte” o l’evento di degustazione dei prodotti locali – finalizzate a potenziare i risultati significativi già raggiunti attraverso iniziative di richiamo che prevedono il coinvolgimento diretto di diverse realtà del territorio, dagli operatori ai siti d’interesse, dalle scuole ai giovani.
Le azioni previste comprendono:
• Creazione di un prodotto turistico legato specificatamente al cicloturismo
• Programma escursioni a piedi, e-bike, mtb, a cavallo e con gli asini
• Evento di degustazione dei prodotti del territorio
• Evento “Cantine Aperte”
• Coordinamento partecipazione a Fiera Cavalli
• Promozione del percorso attraverso i canali dedicati al BikePacking
• “Educational” trail lungo l’Anello con alcuni giovani del territorio
• Costruzione e proposte di soggiorno e convenzioni con il Marsec di Marana di Crespadoro
• Collaborazione con gli Istituti Scolastici per attività di conoscenza e sensibilizzazione
• Aggiornamento sito e canali social, conferenze stampa, comunicati stampa e rapporti con i media
• Incontri con il Focus Group composto da portatori d’interesse del territorio e rapporti con GAL, OGD e
Regione
• Monitoraggio dei risultati
Obiettivi
L’obiettivo generale è promuovere il turismo “lento” e “verde”, un segmento in significativa ascesa che valorizza il territorio stimolandone la conoscenza e incentivando l’immersione del turista in una dimensione che gli consenta di vivere il viaggio e il soggiorno osservando, ascoltando, gustando l’ambiente che lo circonda, secondo i principi della sostenibilità ambientale e sociale. Il target di riferimento spazia dalle famiglie agli sportivi, dai singoli ai piccoli gruppi di camminatori, dagli amanti della natura e della montagna ai “pionieri” alla scoperta di località non toccate
dal turismo di massa, che possono trovare nella realtà locale una fonte di risorse ambientali e paesaggistiche ricca ed eterogenea.
Le azioni di marketing territoriale e comunicazione proposte, nello specifico, sono finalizzate a:
1. Organizzare l’offerta turistica legata al prodotto “Anello Piccole Dolomiti”
2. Cogliere le opportunità derivanti dal cicloturismo
3. Favorire sinergie tra gli operatori dei diversi settori
4. Organizzare eventi ed iniziative che promuovano la conoscenza del territorio e degli operatori da parte sia
della comunità locale che dei visitatori esterni
5. Creare nuove occasioni di crescita, sviluppo e introito per le aziende agricole e gli operatori turistici.
Per informazioni e approfondimenti: Michela Ceola – michela.ceola.vi@gmail.com – 340 7804394

Valdagno: Anello Piccole Dolomiti

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button