Sanità

ULSS 7 Pedemontana: vaccinazione antinfluenzale

ULSS 7 Pedemontana: vaccinazione antinfluenzale

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE FONDAMENTALE PER PREVENIRE I CONTAGI
E RIDURRE LA PRESSIONE SULLE STRUTTURE SANITARIE

Continua l’impegno dell’ULSS 7 Pedemontana per promuovere la vaccinazione antinfluenzale:
sono già 33 mila le dosi somministrate a soggetti a rischio per età o patologia.
Un impegno condiviso con le Amministrazioni Comunali del territorio, come è stato sottolineato oggi durante un incontro presso l’ospedale di Asiago con i Sindaci dell’Altopiano

Continua l’impegno dell’ULSS 7 Pedemontana per promuovere la vaccinazione antinfluenzale: un’attività che vede attivamente coinvolte anche le Amministrazioni Comunali del territorio, come è stato ribadito oggi in occasione di un incontro presso il nuovo Ospedale di Asiago, al quale hanno partecipato la Direzione dell’Azienda socio-sanitaria e i sindaci dell’Altopiano.
Una campagna che in ULSS 7 Pedemontana procede spedita, come sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza: «Ad oggi abbiamo già somministrato circa 33 mila dosi a persone over 60 o potenzialmente a rischio per patologia, o che svolgono lavori di pubblica utilità, in primis i sanitari, ma anche le forze dell’ordine e altre categorie. Questo è un impegno molto importante, che stiamo portando avanti parallelamente alla campagna di vaccinazione anti-Covid, anzi in sinergia con quest’ultima dal momento che offriamo la possibilità, a chi ne ha diritto, di ricevere contestualmente all’antinfluenzale anche la terza dose del vaccino anti-Covid. Oggi ci siamo incontrati per ribadire l’importanza della vaccinazione antinfluenzale e lo abbiamo fatto insieme ai Sindaci del territorio, che ringrazio ancora una volta per la loro sensibilità e il loro coinvolgimento».

Le categorie a rischio per le quali il vaccino gratuito
L’ULSS 7 Pedemontana ricorda che la vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata e offerta gratuitamente a tutti i cittadini di età uguale o superiore ai 60 anni, oltre ai bambini tra i 6 mesi e i 6 anni (anche senza particolari patologie) e gli adulti di qualsiasi età e bambini affetti da malattie croniche dell’apparato respiratorio, cardiocircolatorio e renale, malattie del sangue, diabete, malassorbimento intestinale, malattie o terapie che comportino una carente o alterata immunità, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici, tumori, nonché persone a cui è stata tolta la milza, oltre alle donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza.

La vaccinazione è inoltre gratuita e fortemente raccomandata per tutti gli operatori sanitarie, inclusi quelli che operano presso le RSA, e per gli addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo, come i membri delle forze dell’ordine e i vigili del fuoco.
Infine, è fortemente raccomanda anche per gli operatori che lavorano a contatto con gli animali, in quanto potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

Per l’ospedale di Asiago un nuovo responsabile del PS e un’opera d’arte
In occasione dell’incontro di oggi è stato presentato ai Sindaci, ai giornalisti e alla comunità anche il nuovo responsabile del Pronto Soccorso dell’ospedale di Asiago, la dott.ssa Giulia Castiglione.
Proveniente dall’Azienda Ospedaliera di Padova, dove ha maturato una significativa esperienza, la dott.ssa Castiglione è laureata in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Medicina Interna con indirizzo d’Urgenza e vanta nel proprio curriculum un dottorato di ricerca in Scienze Medicine ad indirizzo Fisiopatologia Clinica e il completamento di un corso di Alta Formazione in Medicina d’Urgenza ed Emergenza, oltre ad un’esperienza presso il Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles.

«Con l’arrivo della dott.ssa Castiglione – sottolinea il Direttore Generale Carlo Bramezza – si conferma il nostro impegno a rafforzare il presidio ospedaliero di Asiago anche sul piano delle professionalità. Sono certo che la dott.ssa Castiglione insieme alla sua esperienza saprà portare anche nuove energie e idee per migliorare sempre di più la nostra capacità di presa in carico dei pazienti».

Il Direttore Generale Carlo Bramezzacon la dott.ssa Giulia Castiglione

Proprio il Direttore Generale Carlo Bramezza, durante l’incontro, ha ricevuto anche un dono: un’opera lignea dello scultore Eros Lazzaretti, che sarà installata nell’atrio dell’Ospedale di Asiago: «È anche questo un modo per sottolineare il legame tra il nuovo ospedale e il territorio – ha sottolineato Bramezza -, oltre che per rendere ancora più accogliente un ospedale che è indiscutibilmente molto bello oltre che funzionale. Per questo motivo ringrazio per questo dono, che sarà collocato dove tutti gli utenti potranno apprezzarlo».

il Direttore Generale Carlo Bramezza con il Sindaco di Asiago Roberto Rigoni Stern

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button